top ten libri

Recensione, "fate come se non ci fossi"

Data pubblicazione 10 gennaio 2019
TITOLO: Fate come se non ci fossi
AUTORE: Lavinia Brili
GENERE: humor
EDITORE: self publishing
TRAMA: Nessuno sa che ho un posto nella mente in cui fuggo quando mi sento sopraffatta dalla mia vita. In questo sogno io sono sola al mondo. Vivo lontana dai miei genitori, di cui ho scarse e sporadiche notizie, non sono mai stata sposata, non ho figli e se ho un’amica è sordomuta. Sono una povera, sola, felicissima zitella, di cui nessuno si ricorda e a cui soprattutto nessuno chiede mai niente. È il nirvana.

Tutti contano su Elisa! Elisa lavora in ufficio, accudisce le figlie dalla a di aerosol alla z di zucca di Halloween, cura la casa perchè non somigli troppo alla caverna di Shrek e corre ogni cinque minuti a sventare i danni della mamma smemorata.
Totale: cinquanta ore di Elisa al giorno. Come le sfumature di grigio, ma meno divertenti.
D’altra parte, lei su chi può contare? Il marito durante una “pausa di riflessione” è sparito da tutti i radar, la sorella è troppo occupata a inseguire fantomatiche teorie del complotto e il padre, che nonostante l’età è ancora in gamba, preferisce dedicare le sue forze residue a corteggiare la badante.
Per fortuna esistono gli amici, ma a volte anche avere un’amica significa condividere problemi, magari sotto forma di un fidanzato bugiardo cronico e di una tirannica datrice di lavoro, come nel caso della cara, vecchia, onnipresente amica Carlotta.
Quando Elisa inizia a sognare la fuga in un luogo segreto lontano da tutti non immagina che uno scherzo del destino la obbligherà suo malgrado a realizzare proprio il suo sogno, allontanandola per un periodo dalla sua vita di tutti i giorni.
Sarà possibile per Elisa sganciarsi dai sensi di colpa e trovare un po’ di spazio per sé? Forse l’incontro con un uomo speciale può fare la differenza… Ma quando anche lui sembra inarrivabile, resta solo una risorsa a cui attingere senza risparmio: l’ironia.

Premetto che attendevo molto questo libro, il tam tam mediatico che lo ha preceduto ha creato attesa ed aspettative.

Già la copertina mi ha incuriosito, ricordandomi la pubblicità anni `50 attualizzata. La sinossi mi ha intrigata ed ho atteso la data di pubblicazione con pazienza trepidante. Non conoscevo l`autrice ed ero pronta alla sua conoscenza.
Preso l`ebook lo ho divorato, ma ho subito avuto l`impressione di malessere. Durante la lettura qualcosa mi disturbava. Ne ero consapevole ed ho voluto, come sempre, terminare il libro e “digerirlo”, “lasciarlo decantare”per almeno 24ore. Sono fatta così.

Fate come se non ci fossi” è una storia ben riuscita, narrata da una penna ironica e che conduce magistralmente la sceneggiatura.

Ma iniziamo dalla trama, la storia di Elisa è simile a quella di ogni persona che si divide tra lavoro, genitori, figlie, casa. Lei si sente come se tutto il mondo fosse sulle sue spalle. Durante la lettura mi sono chiesta più volte, quanto si possa applicare il detto”ognuno raccoglie ciò che semina” .
Elisa ha dovuto prendere delle decisioni, imposte o capitate il risultato è il medesimo: sta per scoppiare!
Si è dimenticata di se stessa, rendendosi sempre più trasparente. Non si cura più di se` , dei suoi bisogni. Ogni minuto è dedicato agli altri, che ormai lo danno per scontato. Come la sua presenza.
“Fate come se non ci fossi”, rappresenta lo stato d`animo di Elisa verso il mondo, che vorrebbe cambiare tante cose ed innanzitutto se stessa. E se è vero, che il troppo stroppia, la protagonista dovrà toccare il fondo per risalire. Dovrà essere un medico ad obbligarla a staccare la spina, ricominciare da sé.
Ma come fare con figlie e genitori?
In teoria ci sarebbero anche l`ex marito e la sorella che potrebbe sostituirla, ma se è arrivata a quel punto è anche merito loro.
Una commedia delle nevrosi e stanchezza dove le responsabilità divengono macigni capaci di annientare l`animo.
Fortuna che esiste Carlotta, migliora amica di Elisa che con la sua improbabile love story a distanza riesce ad alleggerire la lettura.
Lo stile semplice ed immediato dell’autrice coinvolge il lettore, a volte sin troppo, sino a giungere alle pieghe dell’animo della protagonista.
Tutto viene sviscerato, e questo personalmente non mi è piaciuto. Trattandosi di un romance mi aspettavo più leggerezza, freschezza, ironia …. elementi presenti in minima parte, durante la lettura non sono riuscita a togliersi di dosso l `ansia, il senso di ineguatezza e stress di Elisa.
Per il resto ho trovato i personaggi esilaranti e ben descritti, la storia regge come l` impianto narrativo.
Le situazioni credibili ed essendo per me il primo libro dell’autrice, leggerò altri titoli per avere metodi di confronto.
FT

Il mio voto è:
🌟🌟🌟
3/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: