recensioni

Recensione, "l'amore non ha ragione"

Angela Iezzi

Edito da butterfly edizioni

Data pubblicazione: 21 gennaio 2019

Link

Sinossi:

Faith è una ragazza di diciotto anni, con una caratteristica particolare: un quoziente intellettivo di 187. Nonostante il suo genio, è pessima nelle relazioni interpersonali, piuttosto rigida ed estremamente razionale. Killian è il ragazzo più popolare di Yale e il suo giro di amicizie e frequentazioni è talmente ampio da renderlo una celebrità al campus. Determinato, trasandato, sicuro di sé e attento osservatore, non è abituato a sentirsi contraddire. Le loro strade, agli antipodi, sono destinate a incrociarsi nell’aula dell’unico corso che poteva vederli insieme. Due caratteri opposti, quando si incontrano, non possono che fare scintille.

Faith Donoway è una ragazza dall’apparenza decisa e risoluta.
A diciotto anni già frequenta Yale, ma sentimentalmente è immatura e schiva.
A causa di un infanzia priva della figura paterna. Problema irrisolto che la porta ad avere paura dei legami ed esporsi.
Una ragazza atipica che non spicca per simpatia o esteticamente.
La classica persona media apparentemente che punta tutto sulla sua mente, al di sopra del normale.
Il Q.I. è la sua chiave di volta. Nelle relazioni sociali un disastro. Non riesce ad interagire e farsi capire realmente, riesce a dire la cosa sbagliata nel momento opportuno.
Un genio incompreso.

Killian HEmsworth è sexy, popolare ed intelligente.
La sua vivacità lo porta a spiccare in quasi tutte le situazioni ed e` l’influencer del campus.
Il perfetto contrario di Faith.
Ma non tutto è come appare, dietro il sereno volto del ragazzo si cela una storia familiare degna degli “indifferenti”di Moravia.

I due ragazzi si incontrano/scontrano al corso di sociologia dove tra ragionamenti e citazioni, danno al via al loro duetto. Un siparietto divertente teso ad attirare l’attenzione del professore che è alla ricerca di un nuovo assistente. Cosi inizia una guerra silenziosa a suon di citazioni di Bauman e la sua società liquida.
I due protagonisti si avvicineranno lentamente tra diffidenza e curiosità, allontanandosi e attirandosi come calamite. Stilando un contratto tra le parti affinché Killian insegni a Faith a relazionarsi con gli altri.
Una storia allegra e leggera dove altri personaggi creeranno sinergie e situazioni con i protagonisti.
Amici e parenti seguiranno l`evolversi di questo amore nato per caso.
Non spoilero il finale che sarà sorprendente e scoppiettante.
Un romance dolce e fluido, caratterizzato dallo stile descrittivo dell’autrice che a mio parere vuole affrontare troppi argomenti.
Accenna ad un atto di bullismo verso Faith e poi lo lascia nel dimenticatoio. Descrive magistralmente l’abbandono paterno della protagonista non considerando che esistono gli psicologi.
Crea una conversazione fitta ed intensa sulle teorie di Bauman dove i protagonisti si sfidano a suon di ragionamenti e considerazioni,per relegarla in quell`attimo.
Una storia che sarebbe stata piacevole anche senza tutti gli elementi psicologici e sociologici insoluti.
Il genere rosa non deve essere frivolo ma neanche con tematiche accennate e non legate magistralmente alla trama, fino alla fine.
Naturalmente questa è la mia modesta opinione e comunque ho già preso gli altri romanzi dell’autrice per conoscerla meglio.
Sofia
Il mio voto è:
🌟🌟🌟
3/5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: