interviste

Intervista a Olimpia Bruno

Buongiorno readers, oggi siamo felici di ospitare Olimpia Bruno, autrice di “ricordami  sempre cosi”.

Il libro è uscito il primo luglio, data in cui abbiamo partecipato anche al review party. Il romanzo è disponibile su Amazon.

Conosciamo un po’ meglio Olimpia…

Ciao, vuoi presentarti ai nostri lettori?

Ciao, grazie per questa opportunità! Ho 28 anni e nella vita lavoro nel marketing di un’azienda di cosmetici. Mi sono laureata a Nizza, dopo più di 14 anni che vivevo all’estero e così, ho deciso di tornare in Italia, a Milano. Un bel giro insomma!

-Come nasce il tuo rapporto con la lettura?

Ho sempre letto, passando dalle letture per la scuola a libri scelti in liberia, spaziando vari generi e scrittori.Non ho memoria della mia adolescenza senza un libro in mano!

-Hai un genere o autore preferito?

Sono amante dei romanzi d’amore, perciò indubbiamente al primo posto si trova Nicholas Sparks. Mi piacciono anche i libri autentici, le autobiografie, e Shantaram di Gregory David Robertsè di gran lunga il mio libro preferito. Senza dimenticare Joel Dicker che secondo me ha una mente geniale. Mtiene inchiodata alla lettura dalla prima all’ultima pagina e mi dimentico pure di mangiare – chi mi conosce sa quanto è sacrosanto il cibo per me!

-E…la scrittura? Quando è iniziata questa avventura?

Ho sempre pensato che scrivere fosse per i privilegiati, chi avesse qualcosa da dire e dei pensieri strutturati, con la fortuna di avere una casa editrice alle spalle. Io invece mi catalogo nelle sognatrici ad occhi aperti, e non ho mai approcciato in modo tecnico questo settore. Tuttavia l’anno scorso è scattato qualcosa, era già un anno più o meno che leggevo con il Kindle e ho iniziato a scoprire il mondo del self publishing, rendendomi conto che in realtà l’accesso alla pubblicazione è meno difficile di quanto possa sembrare. Inconsciamente mi sono messa a fantasticare su una storia, intrecciando personaggi e situazioni, facendole prendere vita piano piano. 

-Lettura e scrittura vanno di pari passi nella tua vita o dipende dal momento?

Da quando ho iniziato a scrivere “Ricordami sempre così” vivo costantemente con il desiderio di scrivere. Il tempo per farlo però non è quotidiano, ma riesco a bilanciare lettura ogni giorno e poi immersioni di scrittura nei giorni liberi. 

– questa è la tua prima pubblicazione, come nasce?

Nasce dalla volontà di espressione, una voglia irrefrenabile di scrivere il fiume di parole che avevodentro. È nata da qualcosa dettato dal cuore più che dalla mente, infatti inizialmente non avevo ragionato, avevo solo seguito il mio istinto. Poi, rendendomi conto della soddisfazione immensa che provavo buttando giù le pagine, sono voluta arrivare fino alla fine, mettendomi alla prova con il self publishing. 

-come è stata la sua stesura?

Esplosiva, è la prima parola che mi viene in mente. Scrivevo ovunque, mi annotavo pensieri su foglietti di carta, appena avevo un’idea lasciavo ciò che stavo facendo per scriverla incorporandola al meglio alla storia.

Forse la parte più difficile è stata la rilettura, non ero mai soddisfatta e mi intestardivo cambiando le parole, cercando sempre di dare un senso migliore e più semplice possibile al sentimento che volevo esprimere. 

– come hai scelto la copertina?

Volevo qualcosa di diverso, che suscitasse curiosità e soprattutto si differenziasse. Ho ricevuto commenti tanto positivi e altrettanti negativi, ma non sono scesa a compromessi. L’idea era di avere un’illustrazione che ritraesse la protagonista Joy, con un velo di mistero e un misto di emozioni. Devo ringraziare Marzia Marcolini, mia grande amica ed eccellente disegnatrice, per aver creato ciò che avevo in mente.

-hai rituali/abitudini letterarie quando scrivi?

Mi piace stare in mezzo alla gente. Vado nei miei bar preferiti e ci rimango pomeriggi interi nei weekend. Guardare le persone nella loro quotidianità mi ispira molto. 

– Musica o silenzio?

Musica tutta la vita! Sono le canzoni che mi hanno supportata nelle diversi fasi della stesura.

– Che risposta ti auguri di avere da parte del pubblico?

Spero di regalare emozioni, semplicemente. 

– e quale stai avendo?

Si sta avverando e per me è impagabile. 

– Se tu dovessi essere un libro, quale saresti?

Orgoglio e pregiudizio. 

– Cosa ne pensi dell’attuale mondo dell’editoria ed autori/trici? Soprattutto pensando a internet che offre kindle, ebook, recensioni ecc? Molte possibilità ma forse a volte poche veritiere?

Penso che sia un’opportunità bellissima per chi come me vuole provare senza rischiare di abbattersi alla prima porta chiusa da parte delle case editrici. È un mondo spietato, con tantissima concorrenza, ma lontano dall’essere saturo. Ricevere recensioni e feedback tramite internet, come su Amazon e gli altri portali, è un modo per essere più vicini ai lettori, per sapere cosa pensano e migliorarsi costantemente

Un ringraziamento ad Olimpia per la sua simpatia e disponibilità.

Un grande in bocca al lupo per il libro, che stra consigliamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: