segnalazioni

Segnalazione, “cambiare l`acqua ai fiori”

10 luglio

Cambiare l’acqua ai fiori

di Valérie Perrin

Trama 

Cambiare l’acqua ai fiori è un inno alla natura, alle cose semplici ed essenziali, al passare del tempo. Un romanzo sulla ricerca dell’armonia tra l’uomo e il mondo circostante.

Ci sono mestieri che sembrano più ingrati di altri, ad esempio guardiano di cimitero. Agli occhi del mondo passare la vita tra morti, bare, carri funebri e corone di fiori è una condizione di una tristezza infinita, anche un po’ macabra. Ma non è così per Violette, guardiana del cimitero di Brancion-en-Chalon, una bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale saluto ai visitatori afflitti che frequentano il suo “luogo di lavoro”, e nel tempo libero si dedica a coltivare l’orto con antica sapienza contadina. «Credo di ricevere più confidenze da parte della gente di passaggio di quante ne riceva padre Cédric nel confessionale» dice Violette. Ed è esattamente quello che succede nella sua casetta, dove tra incontri, racconti, flashback, diari e corrispondenze la sua storia personale si intreccia con mille altre storie personali in un caleidoscopio di esistenze che vanno dal drammatico al comico, dall’ordinario all’eccentrico. Nonostante le apparenze, la vita di Violette è stata un percorso irto di difficoltà e contrassegnato da tragedie. Eppure nel suo modo di approcciare le cose quel che prevale sempre è l’ottimismo, la consapevolezza del presente, la meraviglia che si prova guardando un fiore o una semplice goccia di rugiada su un filo d’erba.

Un romanzo avvincente, commovente e ironico la cui lezione universale è la bellezza della semplicità e l’eterna giovinezza in cui ci mantiene il sogno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: