alycia berger,  review party

Review party, “l’ombra della luna”

Trama:
Ellis torna a New Orleans, sua città natale, per il funerale del padre con cui non parlava più da anni.
Una volta lì, si ritrova a dover gestire una situazione quasi surreale: lui e suo fratello Lil, sono vittime di una maledizione.
Con l’aiuto di Tessa, una bellissima e misteriosa etnologa di cui finirà per innamorarsi, Ellis dovrà mettere da parte il suo scetticismo e ritrovare l’Ombra della luna, se vuole salvare Lil e se stesso.

Buongiorno readers, in queste giornate roventi mi sono imbattuta nella lettura di uno dei miei generi preferiti: il thriller. Forse piuttosto adatto in questa stagione per via dei brividi di tensione che esso può provocare.

In verità, ne l’Ombra della Luna questo genere si intreccia al romance; ebbene sì, si parla anche d’amore.
Perché scrivo “anche d’amore”?
Semplicemente perché il mistero è il protagonista principale della storia. Fatti inspiegabili accadono a New Orleans, precisamente a due fratelli – Ellis e Lil -, andando ad assumere le caratteristiche di veri e propri presagi morte.
L’elemento paranormale, tuttavia, viene piano piano sostituito da un intreccio giallo/thriller che tiene il lettore in sospeso fino alla fine, mantenendo alta la curiosità.
Per essere un inizio, oggettivamente l’autrice ha pubblicato un buon lavoro: lo stile, i dialoghi, la suspence, il mistero contornato dalla magia nera sono adatti a catalizzare l’attenzione e a spingere il lettore a saperne sempre di più.
È un romanzo breve ma un bel gioiellino. Personalmente adoro  quando l’amore viene affiancato dalla tensione, ritengo che sia un duo perfetto e in quanto tale è difficile mantenere le aspettative. L’unico elemento che ho trovato un po’ troppo sbrigativo è la risoluzione del finale; non so, nel leggere le ultime pagine ho avuto la sensazione che mancasse qualcosa; forse avrei voluto che quella tensione accomulata prima avesse un risvolto più dettagliato, più dinamico. Ma questo soni solamente pareri soggettivi che non vanno comunque a intaccare tutto il resto.
Concludo con i miei complimenti all’autrice, nella speranza di leggere altri suoi scritti. Ha un linguaggio davvero coinvolgente, capace di proiettarti all’interno di ogni singola scena.
Consiglio questa lettura a coloro che amano svelare misteri, non privi di dettagli agghiaccianti e passioni roventi pronti a esplodere da un momento all’altro.
Voto: 4 stelle
Alycia Berger

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: