Bambini,  Doubleface traduzioni,  recensione

Recensione,”Il bimbo dal nome strambo”

” Il bimbo dal nome strambo ” di  Eva Markert,Traduzione di Isabella Nanni .

link:

 

Sinossi:

 

Riccardo Scoreggini trova che il suo cognome sia terribilmente imbarazzante. Qualsiasi tentativo di nasconderlo agli altri finisce immancabilmente in una catastrofe. Un giorno a scuola arriva un nuovo compagno di classe che per via dei suoi cognomi – o per meglio dire, per via del suo cognome – deve affrontare analoghe difficoltà. Riuscirà il nostro Riccardino a imparare da questo bambino come si fa a restare calmi in questa situazione? Una storia a lieto fine tutta da ridere

Un racconto divertente dallo stile fluido e semplice.

Una finestra sul mondo dell’infanzia, una realtà pura e naturale.

Si pensa che i bambini dicano sempre la verità, a volte troppo.

La loro ingenuità è a volte irruenta.

Riccardo, il protagonista del libro, ha un cognome  che odia: “Scoreggini”. Compagni ed amici lo prendono in giro e lui vive male questi scherzi e battute continue.

Pensa addirittura di cambiare nome.

Quindi lui è il primo che prova disagio ed imbarazzo. Così quando provare a dissimulare, sussurrando il cognome sottovoce, omettendolo o cambiandolo, crea solo pasticci.

Un incontro inaspettato, cambierà tutto.

Giorgio Parisi – Diverso, è  un bambino che ha appena cambiato città e dovrà  affrontare le stesse difficoltà di Riccardino. In modo diverso, quasi ironico. È il primo che scherza sul proprio nome inusuale.

La debolezza diventa pregio.

Una storia che racconta vicende che accadono a volte  tra i più piccoli. Che hanno l’aspetto del bullismo.

Fenomeno sempre più diffuso già  dalla scuola primaria. Bambini oggetti di prese in giro, delusioni, violenze a cui reagiscono con il silenzio. Impotenti.

Un ringraziamento speciale a Isabella Nanni che mi ha dato la possibilità di conoscere, leggere e condividere questo libro, disponibile anche in formato kindle su Amazon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: