faby,  recensione,  review party

Review party, “Un amore proibito – Orgoglio’ di Daniela Tess

Buongiorno reader,

è con piacere che oggi ospitiamo il review party di “Un amore proibito – Orgoglio”, di Daniela Tess.

Ringraziamo l’organizzazione del review e l’autrice per la lettura e la partecipazione.

Titolo: Un amore proibito – Orgoglio

Autore: Daniela Tess

Serie: Amore proibito #2

Genere: Romance

Selfpublishing

Data di pubblicazione 14 Febbraio 2019

Sinossi:

Sono passati due anni da quando Alyce ha vissuto il suo amore proibito.
Ora lei è una donna profondamente cambiata: ha rinunciato ai suoi sogni, accontentandosi di sopravvivere e di fare da chaperon a sua sorella.


Fino al giorno in cui, ad un ballo, uno sguardo scuro la turba.


La scruta, la segue dappertutto, la scuote nel profondo dell’animo.


Sembra conoscerla, sapere tutto di lei.


Ma è impossibile, lei non ha mai visto quell’uomo.


Chi è quel duca misterioso?

Perché le suscita quelle sensazioni?

Può un cuore che si è piegato al gelo dell’inverno risvegliarsi e tornare a vivere?

E se proprio nel profondo dell’inverno si celasse un’ineludibile primavera?

Orgoglio (trilogia, vol.2) di Daniela Tess

Alyce e Lucas sono tornati!

Il primo volume (recensione) di questa trilogia è stato per me una scoperta inaspettata, che mi ha rapita.

Dopo aver aderito al review party per il terzo volume (che uscirà quest’anno), ho scaricato i volumi precedenti.

Ed è stato subito amore!

La serie nasce  come racconto a puntate in una community, “Un amore proibito” è diventato ben presto un appuntamento fisso di migliaia di lettrici e lettori con circa 5565 commenti e oltre 119500 visite solo per il primo capitolo.

Daniela Tess ci regala nuove emozioni e sogni con i suoi personaggi principali, la duchessa e lo stalliere.

Il finale delle “Origini”aveva lasciato ben poche speranze di rincontrarli, ma l’autrice ci ha stupito, nuovamente!

Perchè nulla è come sembra sulle sponde del Tamigi.

Alyce ha trascorso gli ultimi ventiquattro mesi della sua vita avvolta nel dolore, è sopravvissuta.

Dedicandosi alla sorellina e il suo esordio in società. Il suo futuro doveva essere diverso!

Nella serata di gala in cui Arianne avrebbe debuttato nel salone delle feste di Almack’s, sotto gli occhi della buona società e l’amata zia, Alyce viene nuovamente rapita ed incatenata da uno sguardo fiero e magnetico.

Ancora!

……”Lucas…sei tu…sei proprio tu…Credevo di averti sognato. Credevo fossi frutto della mia immaginazione e del mio dolore. Invece sei qui vicino a me….”

Gioie e dolore, si sà, vanno di pari passo, sopratutto per la forte protagonista che tra il primo ed il secondo volume della saga è cambiata, cresciuta, adeguata ai dogmi sociali. Che molte volte erano vere e proprie biglie per le donne, considerate come oggetti a volte. Il padre decideva il loro matrimonio per poi cederla al futuro marito. Che sarebbe diventato il suo padrone.

Un epoca difficile. Priva di libertà femminile.

Alyce era sopravvissuta e sie era eclissata per sua volontà, decisa a rimanere “signorina”. Del resto aveva sia la posizione che i soldi per poterlo fare, spalleggiata dall’amata zia Lady Marge.

Il destino, beffardo, però aveva un’altra volta mischiato le carte della sua vita.

Il suo stalliere, il suo amore, Lucas, era tornato.

Non sapeva da dove, cosa fosse accaduto, l’unica certezza è che era lì davanti a lei!

Potevano ricominciare, avere una altra opportunità di essere felici.

Naturalmente non spoilero il finale di questo libro che sono certa vi incanterà e rapirà al contempo, grazie allo stile fluido ed attento dell’autrice che ha creato una trama perfetta e preziosa.

I personaggi sono sempre vividi, ben descritti psicologicamente e le loro relazioni sono specchi della realtà ottocentesca.

Un piacevole viaggio nel tempo che farà alternare sorrisi, arrabbiature e forse lacrime.

Buona lettura!

Personalmente rimango in attesa dell’ultimo volume, curiosa e trepidamente, consapevole che Daniela Tess crea favole uniche.

 

Il mio voto è

 

 

 

Il blog ringrazia l’organizzazione per aver gentilmente e gratuitamente fornito la copia digitale e tutti i metadati presenti in questo articolo.

 

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: