intervista librosa,  interviste

Intervista librosa con Ilaria Mossa

buongiorno readers,

oggi vado a presentarvi una autrice self che possiede grinta e romanticismo.

Il suo primo libro, ” Una nota nel cuore: Rose e Robert”, sta avendo un buon riscontro da parte dei lettori.
Il romanzo è il primo volume di una trilogia di note e amore, la Rose e Robert series. E’ proprio la musica, infatti, a guidare questo romanzo, parola dopo parola.

Il nostro blog ha segnalato il suo libro, ma ricapitoliamo insieme..

Titolo: Una nota nel cuore
Autore: Ilaria Mossa
Editore: autopubblicato
Pagine: 282
Prezzo: 3,99 € (ebook), 12,99 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 12 dicembre 2018
Amazon

Quarta di copertina:

Per Rosemary l’amore è solo un’utopia, un sentimento destinato a finire. Dopo l’ultima delusione, ha deciso di stare alla larga dalle relazioni e di concentrarsi soltanto sulla musica. La musica non tradisce, è rassicurante.– Rose e Robert (Vol. 1)
Quando incontra Robert, però, le convinzioni di Rose vacillano. Lui, cresciuto in fretta a causa della morte dei genitori, le insegnerà a vivere e a rischiare per la propria felicità.

 

Ciao, vuoi presentarti ai nostri lettori?
Mi chiamo Ilaria, ho quasi 26 anni e sono di Bari. Sono una ragazza semplice, curiosa anche se un
po’ introversa. Amo leggere, scrivere, le serie tv, andare al cinema, viaggiare e mangiare sushi
(ma anche solo mangiare). Ogni tanto mi diletto a preparare dolci, più sono elaborati e più mi
diverte farli. Sono testarda, umile e determinata a raggiungere i miei obiettivi. Credo ancora in
valori importanti come quello della famiglia e spero un giorno di poterne creare una tutta mia.
Scrittrice e lettrice…..un ruolo secondo l’occasione?
Per me il ruolo di scrittrice e lettrice vanno di pari passo. Non esiste occasione se non la parola
sempre.
Come nasce il tuo rapporto con la lettura?
Sin da piccola leggevo con piacere le letture che venivano imposte a scuola, ma nessuno mi ha
mai indirizzata in questo mondo. Ho scoperto da sola questa passione che si è intensificata però
solo qualche anno fa. Da “lettrice occasionale” sono passata a “lettrice appassionata”.
Hai un genere o autore preferito?
Il mio genere preferito è il romance e Anna Premoli è una delle autrici che amo di più. Al secondo
posto c’è il thriller.
E…la scrittura? Quando è iniziata questa avventura?
Il 26 aprile 2016, su consiglio di mia sorella, mi sono iscritta sulla piattaforma “Wattpad” e da quel
giorno è iniziato il mio cammino verso il mondo della scrittura. Insomma, un gioco diventato poi
passione.
Lettura e scrittura vanno di pari passi nella tua vita o dipende dal momento?
Vanno di pari passo ma ci sono periodi in cui riesco a leggere di più perché magari ho più tempo
libero o non sto scrivendo. Di solito, dopo aver terminato la stesura di un romanzo, mi prendo un
periodo di pausa e faccio una full immersion nella lettura.
croci e delizie della scrittura…..
Ciò che amo della scrittura è entrare nella mente dei personaggi, plasmarli a mio piacimento,
decidere sulle loro vite. I dialoghi per esempio sono ciò che adoro di più scrivere. Incontro difficoltà
invece nelle descrizioni. Non sono una fan di quelle lunghe e dettagliate, le preferisco brevi e
concise.
Il tuo ultimo romanzo?
Il mio ultimo ma anche primo romanzo è “Una nota nel cuore”-Rose e Robert. Un romance new
adult diviso in tre volumi. A breve uscirà il secondo.

Come nasce?

Questo libro è nato il 26 aprile 2016. Era un pomeriggio noioso e avevo voglia di mettermi alla
prova. Così pensai alla trama e mi chiesi cosa mi sarebbe piaciuto leggere, oltre che scrivere. Mi
ricordai di uno dei miei film preferiti, August Rush-La musica nel cuore, e desiderai scrivere una
storia che trattasse le sue stesse tematiche: l’amore, la famiglia e la musica.

Come è stata la sua stesura?
Essendo il mio primo romanzo, la stesura è stata lunga e vittima di tante modifiche. Non è stato
facile, lo ammetto, ma è stato emozionante e mi sono divertita molto. È un po’ come quando impari
per la prima volta a camminare. All’inizio non sai a cosa vai incontro, poi ci riesci e ti senti libero,
potente, e non vuoi più smettere di farlo.
Ispirazione momentanea e divina o ragionata e sistemata?
Allora, penso che una progettazione iniziale sia fondamentale per non rischiare di perdersi durante
il cammino. Io ho fatto così, poi durante la stesura mi sono servita dell’ispirazione momentanea.
Devo dire che la musica mi ha aiutato molto in questo.
Che risposta ti auguri di avere da parte del pubblico?
Mi auguro che apprezzino quello che scrivo, ma soprattutto che riescano a emozionarsi e a
recepire il messaggio a loro destinato.
..E quale stai avendo?
La storia di Rose e Robert sta piacendo molto. Tutti coloro che hanno letto il primo volume
attendono impazienti il secondo e penso che non ci sia miglior risultato di questo.
– Se tu dovessi essere un libro, quale saresti?
Piccole Donne, è uno dei miei libri preferiti.

Cosa ne pensi dell’attuale mondo dell’editoria ed autori/trici? Soprattutto pensando a internet che
offre kindle, ebook, recensioni ecc? Molte possibilità ma forse a volte poche veritiere?
Penso che il mondo dell’editoria sia molto anzi troppo competitivo. Ci sono troppi libri, troppi autori,
e pochissimi lettori. Forse l’avvento degli ebook ha migliorato un po’ la situazione, dato che la
tecnologia ormai è diventata simile a un bene primario. Tuttavia, resta una realtà misteriosa e per
nulla semplice.

 

 

 

 

Un ringraziamento a Ilaria per la sua simpatia e disponibilità.

Un grande in bocca al lupo per il libro.

 

 

L’autrice:

 

Ilaria Mossa è nata a Bari il 20 ottobre 1993. Grazie alla piattaforma Wattpad, nel 2016, si è innamorata della scrittura e ora non può più farne a meno. “Una nota nel cuore” è il suo romanzo d’esordio.

Facebook

Instagram

Twitter

Wattpad

Email

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: