Review Tour: “Tutti i Ranocchi di Manhattan” di Carrie Aarons

Titolo: Tutti i ranocchi di Manhattan

Autore: Carrie Aaron

Data di Pubblicazione: 9 Gennaio 2020

Genere: Commedia Romantica, Standalone

Casa Editrice: Hope Edizioni

Progetto Grafico: FranLu

Traduzione: Daniela Mastropasqua

trama

Avete presente Cenerentola? La scarpetta di cristallo, la carrozza fatta di zucche e la fata madrina?

Ecco, non sono io.

I miei tacchi mi distruggono i piedi, viaggio grazie a Uber e leggo l’oroscopo su Twitter, quindi il mio “vissero felici e contenti” non è proprio dietro l’angolo.

Non ho ancora trovato un principe azzurro e, in quel di Manhattan, finisco sempre per uscire con esseri viscidi, squamosi e… insomma, dei ranocchi. E con “ranocchi” intendo proprio tutti quei pessimi stereotipi dai quali i film che tua mamma ti ha fatto guardare e la vita ti hanno messa in guardia:

  1. Lo zuccone senza cervello.
  2. Il mammone.
  3. Il saccente pieno di sé.
  4. Il taccagno.

Nella speranza di trovare l’Amore sono persino arrivata a baciare labbra fredde e umide.

E poi, un giorno, un uomo allergico alle relazioni si è offerto di aiutarmi a trovare il mio Romeo.

Ma cosa succede quando un ranocchio, che non avrebbe mai dovuto trasformarsi in un principe, ti bacia a mezzanotte?

Ok, è vero, non è successo a mezzanotte, ma in pieno pomeriggio, dopo un brunch, però non tutto può assomigliare a una favola.

 

 

 

Buongiorno readers, oggi partecipiamo ad un nuovo review e vi presentiamo una commedia frizzante e divertente, “Tutti i Ranocchi di Manhattan” di Carrie Aarons.

Alcool sesso e ottime amiche sono presenti e creano disavventure alla sex and the city 5.0.

 

New York è la città che non dorme mai per antonomasia, i suoi abitanti vengono trascinata da impegni ed eventi.

Sempre.

Gemma non è esente dal marasma quotidiano cittadino.

Bella, intelligente ed ironica, lavora nel giornale “Femmen, nel settore bellezza, “o quello che veniva chiamato il Piano del Rossetto . Occupavamo tutto il quindicesimo piano di un grattacielo che si affacciava su Bryant Park, e la scrivania di ognuna di noi traboccava di campioni dei più costosi prodotti di bellezza del mondo. Da una parte, ogni giorno dovevo salvaguardare la mia schiena da numerose coltellate, ma il mio mascara costava più di cento dollari e non avevo pagato nulla per averlo.”

Affascinante, intelligente e con un irresistibile umorismo a tratti spietatamente autodistruttivo, la  tipica newyorkese di fine millennio, schiava della moda, ed  innamorata delle mille luci di una Manhattan.

Una versione attualizzata di Carrie Bradshaw.

Il suo sogno?

Trovare “qualcuno che ti ami come tu ami te stessa”.

La protagonista prende vita tra le pagine insieme alle sue amiche. Le loro avventure sono esileranti, ben scritte ed a tratti irriverenti.

Una commedia rosa leggera e scoppiettante per divertirsi e sognare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: