Libera_mente

"Un gatto passa e si scrolla Shakespeare dalla schiena", Charles Bukowski

SEMrush

Blog tour: "Quando il fine non giustifica i mezzi"

Titolo: “Quando il fine non giustifica i mezzi”
Autore: Redazione
Genere: Racconti
Casa editrice: Self publishing
Data di Pubblicazione: 22 marzo 2019
Formato: Ebook, Cartaceo Pagine: 253

Buongiorno reader, con piacere oggi ospitiamo il blog tour , “Quando il fine non giustifica i mezzi”, di cui Faby ha letto con piacere il racconto di Francesca Savino, “La terra è in pericolo”.

Ringraziamo l’organizzazione del review e gli autori.

Sinossi:
Avete mai avuto un sogno? Uno di quelli strani, che ti svegli e senti la sua presenza nel tuo cuore, un tarlo nella mente. Cerchi di eliminarlo, di dirti non avrò mai il tempo per realizzarlo; le paure ti bloccano, l’ansia sembra avere la meglio, ma poi finalmente il silenzio: ci sei tu e il tuo sogno. Uno dei nostri sogni è scrivere e per questo collaboriamo con libri.iCrewplay.com.
La redazione è composta da figure con compiti differenti a seconda delle competenze. Tra i redattori si contano persone con alle spalle varie esperienze che un giorno si sono sedute davanti al proprio pc e hanno dato forma a dei racconti.
Questa è una raccolta di racconti che spaziano in vari generi letterarie e hanno le cui trame non potevano essere più diverse.

Noi abbiamo approfondito, il ra

Francesca Savino,

“La terra è in pericolo”

dedicato a

” Greta Thunberg,
non sei sola,
anzi sei la mia ispirazione!”


Greta Eleonora Thunberg Ernman è un adolescente svedese nota per le sue manifestazioni regolari con lo slogan Skolstrejk för klimatet («sciopero scolastico per il clima»). Attivista per salvare il pianeta che ultimamente è stata alla ribalta per le manifestazioni mondiali che ha ispirato costanza e consapevolezza.

A lei è dedicato il racconto di Francesca Savino, “La terra è in pericolo”: scioglimento dei ghiacci, buco nell ozono, surriscaldamento globale. Dall’inizio dell’industrializzazione il nostro pianeta ha iniziato a soffrire e l`uomo ad inquinare. Sconvolgendo i ritmi naturali, avvelenando mari, aria e terra. Più la vita diventa semplice, più si abbrevia quella dell’ecosistema. Un meccanismo perverso raccontato dallo stile semplice e fluido dell’autrice che crea una soluzione semplice e fantasiosa. Ad opera di un dodicenne preoccupato per il futuro dell’umanità, ogni sera ascoltando il tg la paura mista a consapevolezza, aumenta. Un incontro inaspettato con una creatura fantastica, in grado di sputare acqua o fuoco secondo ciò di cui si nutre. Cosi la plastica si può bruciare senza inquinare e nubi tossiche, riducendo il buco nrll ozono e la purezza dell’aria. Soluzione ecologica ma costosa perché l animale fantastico mangia molto, il giovane uomo diverrà un bandito per raggiungere la salvezza del mondo. Verrà identificato e condannato, il giorno, nasce in sua memoria.
Una favola moderna che vuole essere anche di consapevolezza e monito.

Una lettura piacevole e necessaria, le pagine scivolano veloci come la consapevolezza e la voglia di agire.

Come i ragazzi che da poco, in tutto il globo sono scesi in piazza abbracciando il messaggio di, Greta Eleonora Thunberg Ernman Skolstrejk för klimatet “(«sciopero scolastico per il clima»).”
download (1)
Il 15 marzo in tutto il pianeta, gli studenti aderenti sono scesi in piazza in nome del “Venerdì per il futuro” (o “sciopero scolastico per il clima”), una manifestazione organizzata per chiedere ai governi politiche e azioni più incisive per contrastare il cambiamento climatico e il riscaldamento globale. Gli scioperi degli studenti per l’ambiente sono organizzati periodicamente (in alcuni casi ogni settimana), ma quello di metà marzo è stato uno dei più grandi, grazie al sostegno di diverse associazioni ambientaliste che hanno deciso di dare una mano per organizzare manifestazioni coordinate e in più paesi del mondo, come riportava il Post.

download.jpeg

L’idea del “Venerdì per il futuro” è nata in seguito alla protesta iniziata da Greta Thunberg, una studentessa svedese di 16 anni, diventata il simbolo e la rappresentante più conosciuta del nuovo movimento ambientalista studentesco. Il 20 agosto del 2018, Thunberg decise di non presentarsi più a scuola fino al 9 settembre seguente, giorno delle elezioni politiche, chiedendo al governo di occuparsi più seriamente del cambiamento climatico, adottando politiche più incisive per ridurre le emissioni di anidride carbonica (tra i principali gas serra). La protesta era nata in seguito a un’estate particolarmente calda in Svezia, che aveva portato a numerosi ed estesi incendi nel paese.

“La terra è in pericolo”?, come riportato nel suo racconto, da

Francesca Savino?

https://www.youtube.com/watch?v=EAmmUIEsN9A&feature=youtu.be
Temi dibattuti e controversi, trattati anche alla Conferenza sul clima in Polonia (COP24) e gli incontri del World Economic Forum di Davos (Svizzera).

riscaldamento-globale.gif

 

Il 2018 è stato il quarto anno più caldo mai registrato a conferma di quanto dicono, e hanno dimostrato, ormai da tempo i ricercatori: la Terra si sta scaldando, anche a causa dell’enorme quantità di anidride carbonica immessa ogni anno nell’atmosfera a causa delle attività umane. Gli ultimi 5 anni sono stati i più caldi mai registrati nella storia, e 18 dei 19 più caldi si sono verificati a partire dal 2001.

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top