SEMrush

Blog tour, Una mummia in libertà di Francesca Ruggiu Traversi

Buongiorno readers, come state?

Come già annunciato nel post precedente, oggi partecipiamo al blog tour del romanzo per ragazzi “Una mummia in libertà” di Francesca Ruggiu Traversi, edito dalla collana Segreti in Giallo Edizioni.

 

Titolo: Una mummia in libertà
Autore: Francesca Ruggiu Traversi
Illustratrice: Francesca Gallina
Collana editoriale: Segreti in giallo
Genere: Giallo per ragazzi

SINOSSI
Al paese di Castel Gambarotta arriva il famoso archeologo Malaugurio, per allestire una mostra sull’antico Egitto. Emma e Mattia, amici per la pelle, si recano a visitarla con la scuola, ma un terribile evento li attende: il sarcofago del “Faraone senza nome” si apre dopo 4000 anni. C’è una mummia furiosa in libertà! Come fare per fermarla? Guidati da Septimus, il vecchio custode del cimitero, Emma e Mattia si mettono all’opera prima che sia troppo tardi…
Breve Biografia dell’autrice
Francesca Ruggiu Traversi è nata e cresciuta a Verbania, sul Lago Maggiore, e oggi risiede a Bergamo. Dopo aver compiuto studi classici ed essersi laureata in giurisprudenza ha deciso di dedicarsi alla scrittura. Ha pubblicato le serie “Tommy Scuro” e “Il campeggio delle streghe” (Einaudi Ragazzi), la serie “Mostri & Mostri” (Edizioni EL) e “Il principe Mirtillo” (Edizioni Paoline).

La nostra Tappa è la numero tre e riguarda il ruolo dei piccolo eroe nei romanzi per ragazzi. Il ruolo del libro e della letteratura nell’esperienza quotidiana e nella formazione culturale e sociale delle nuove generazioni.

L’eroe è uno dei ruoli base nei personaggi delle fiabe. La sua presenza è fondamentale ed è quasi sempre il protagonista principale. Nel corso della storia l’eroe affronta avversità e acquista delle capacità eccezionali che gli permettono di riparare le disgrazie che sono capitate. La letteratura per l’infanzia è costellata di piccoli valorosi che non si fanno sopraffare dal fato, basti pensare ai classici: Anna dai capelli rossi, Heidi, Tom Sayer, Sara Crewe. Quest’ultima è stata la protagonista del libro La piccola principessa (A Little Princess) di  Frances Hodgson Burnett e rifacimenti cinematografici. Simbolo della generazione dei primi del ‘900, dove l’educazione era direttamente collegata al benessere finanziario. Sara è iscritta ad un esclusivo in un collegio femminile, la scuola per signorine di Miss Minchin, a Londra. Suo padre è molto facoltoso e la ama ed accontenta in ogni suo desiderio. Sara si sforza spesso di emulare qualità quali: generosità e gentilezza. La sua migliore amica, Ermengarde, va male a scuola, così Sara l’aiuta a imparare le lezioni trasformandole in racconti. Sara diventa la “madre adottiva” della piccola Lottie, con cui ha in comune il fatto di non avere una madre. Sara diventa aonche amica di Becky, diminutivo di Rebecca, la giovane sguattera dell’istituto. Una piccola eroina fantasiosa e di buon cuore. Ma quando il padre viene dichiarato morto, la ragazza vede la sua vita trasformata improvvisamente, perde tutti i suoi privilegi ma non il suo buon cuore. Sara, anche nella povertà, dimostra grande generosità quando trova una moneta per strada e, non avendo mangiato da due giorni, decide di comprare qualche panino. Quando sta per entrare nel negozio però, vede una piccola mendicante affamata, così dei sei panini che compra, cinque glieli regala lasciando stupita anche la panettiera che poi deciderà di prendersi cura della mendicante. La protagonista anche nella povertà, dimostra grande generosità quando trova una moneta per strada e, non avendo mangiato da due giorni, decide di comprare qualche panino. Quando sta per entrare nel negozio però, vede una piccola mendicante affamata, così dei sei panini che compra, cinque glieli regala lasciando stupita anche la panettiera che poi deciderà di prendersi cura della mendicante.

Sulla stessa scia, ed opera della stessa autrice è Il piccolo Lord (Little Lord Fauntleroy),

Cedric Errol ha sette anni e vive negli Stati Uniti con la giovane madre, il padre è morto. Era il figlio minore del conte di Dorincourt, ricco e potente nobile inglese. Non esistevano rapporti tra le due famiglie, ma alla morte improvvisa della morte, il bambino vede il suo mondo cambiare,  diventa di colpo erede universale di tutte le immense fortune della famiglia con il titolo di lord Fauntleroy. Un cambiamento drastico che lo porta a vivere in Inghilterra, dal nonno, che non ha mai conosciuto.

In ambedue i due romanzi citati troviamo idealismo e bontà. Molta importanza viene data ai sogni e la forza dei personaggi che affrontano il destino con coraggio, verso l’happy end.

La letteratura per ragazzi, come anticipato, è costellata di figure importanti, simbolo di tenacia e voglia di di far fronte ai problemi della propria esistenza. Dai classici al libri contemporanei, le storie dedicate ai più piccoli sono  educative e fantasiose, basti pensare ad Harry Potter dove questi elementi si uniscono alla magia. La storia infinita di M.Ende ambientato a Fantasia dove una forza misteriosa chiamata Nulla minaccia il regno. Atreiu dovrà salvare il suo mondo ed i suoi abitanti. Lettore e protagonista inconsapevole è un bambino, Bastian. I due ragazzi insieme combatteranno il nulla e trovare il modo di fare tornare l’umano nel suo mondo. Leggere le storie dei piccoli eroi favorisce l’ abitudine all’introspezione, riflettere sul significato delle azioni e temi dell’esistenza. I protagonisti dei libri vengono emulati, ognuno reagisce a ciò che legge in base alle proprie esperienze e la visione del mondo che si è creato.  Leggere è come vivere indirettamente un esperienza che altrimenti sarebbe quasi impossibile sperimentare.

Ogni libro diviene un viaggio unico, Calvino affermava che un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire. Del resto, leggere un opera da bambini e rileggerla da adulti regala esperienze diverse.

 

 

Francesca Ruggiu presenta i principali personaggi de “Una mummia in libertà”..

Iniziamo….

I personaggi principali della storia sono: Emma, una ragazzina di undici anni, che abita con i genitori a Castel Gambarotta, adibito a Bed and Breakfast. Emma è intraprendente e coraggiosa, appassionata di misteri e da grande vorrebbe fare la scrittrice.
Mattia, il migliore amico di Emma, prudente e riflessivo, molto abile nel disegno.
Il dottor Malaugurio, famoso archeologo che arriva al paese di Castel Gambarotta per allestire, in biblioteca, una mostra di reperti dell’antico Egitto, tra cui c’è anche il sarcofago del “faraone senza nome”.
Septimus, il vecchio custode del cimitero che si trova vicino al castello. Assomiglia a un vampiro e si intende di mostri e antiche leggende. Tanti anni fa è stato inseguito da una mummia che si era risvegliata!
Il professor Mummy, l’unico essere vivente sulla faccia della terra che si dedica ancora a una professione in via di estinzione, ma molto importante!
La mummia del faraone senza nome, vera protagonista della storia. Non ha certo un bell’aspetto, con le bende mezze staccate che mettono in risalto il suo volto terrificante, ma pare non badarci e se ne va tranquillamente in giro per il paese.
Rating: 5.00/5. From 1 vote.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top