SEMrush

Recensione,"storia di May piccola donna"

BEATRICE MASINI

STORIA DI MAY PICCOLA DONNA

IN LIBRERIA DAL 12 MARZO

«Ci pensi mai, Martha, a tutte le nostre vite possibili? Al poco che sarebbe bastato o che basterebbe per cambiarle? Io ci penso sempre. E mi piace inseguire con la testa quelle altre me che vanno in giro per il mondo, viaggiano in treno e in carrozza e in nave, si arrampicano sulla groppa degli elefanti, passeggiano tra le rovine di città come Atene e Roma. È tutto un po’ distante, però non è impossibile, credo.»

May è ancora una bambina, eppure ha già imparato che cosa significa cambiare vita. Quando i suoi genitori si trasferiscono con tutta la famiglia da Concord, la loro cittadina, al Paradiso, il luogo dove vogliono creare una comunità ideale, nulla è più come prima. Al Paradiso non si mangia carne, non si sfruttano gli animali, si vestono solo semplici abiti di lino. Certo, ora May può immergersi quando vuole nelle acque luccicanti del lago Walden, cullata dal flauto del Bel Signore. E non capita a tutti di avere per vicini di casa una tribù di indiani e di imparare ad arrampicarsi sugli alberi guidati da una di loro, Due Lune. Ma questa nuova vita, in fondo, May non l’ha scelta, e l’unica via per accettare una realtà che le sta stretta è reinventarla nelle lettere a Martha, l’amica rimasta in città: bastano un foglio di carta e una penna. Ambientata nell’America dell’Ottocento sulle tracce di Louisa May Alcott, autrice di Piccole Donne, una storia profonda e attualissima sul fascino sfaccettato delle utopie.
Dagli 11 anni
Illustrazioni di Mariachiara Di Giorgio
Autrice: Beatrice Masini è scrittrice, editor e traduttrice. Tra i suoi lavori, la resa in italiano di cinque volumi della serie di Harry Potter di J.K. Rowling. I suoi libri sono stati tradotti in oltre venti Paesi e hanno ottenuto importanti riconoscimenti come il premio Pippi (Signore e signorine. Corale greca, Einaudi Ragazzi, 2002), il premio Elsa Morante (La spada e il cuore. Donne della Bibbia, Einaudi Ragazzi, 2009) e il Campiello (Tentativi di botanica degli affetti, Bompiani, 2013). Ha ottenuto in cinque occasioni – l’ultima, nel 2018, con Il buon viaggio, illustrato da Gianni De Conno – il premio Andersen – Il mondo dell’infanzia, sia come autrice che
come traduttrice.
Mariachiara Di Giorgio pubblica con le maggiori case editrici italiane ed estere. I suoi lavori sono stati esposti alla mostra della Fiera del libro di Bologna e alla Society of Illustrators di New York. Nel 2018 ha ricevuto il prix Sorcières, il premio Malerba per gli albi illustrati e il premio Andersen – Il mondo dell’infanzia per il Miglior libro senza parole (Professione coccodrillo con Giovanna
Zoboli, Topipittori, 2017).
recensione di fabiana.png
Un libro dal sapore antico e moderno al contempo.
Un romanzo che alterna storia e pensieri.
Storia di piccola May racconta il mondo visto attraverso gli occhi della protagonista che con acutezza ed ingenuità racconta il cambiamento vitale dalla città alla campagna. In una piccola comunità con regole condivise e precise.  Niente carne perché gli animali sono essere viventi, collaborazione, mangiare ciò che la natura regala. Una scelta di vita degli adulti che si riflette sui bambini che vivono tutto con semplicità e divertimento. Ma le mancanze iniziano ad emergere perciò May si rifugia nel rapporto epistolare con un amica che ha lasciato a Boston, una finestra sulla vecchia realtà. Ambedue hanno il mondo ai loro piedi ed un futuro da costruire. Diverse eppur unite nelle speranze e nei sogni. Nonostante difficoltà e dogmi dellepoca, l America di fine ottocento,.
«Ci pensi, Martha, a tutte le nostre vite possibili? Al poco che sarebbe bastato o che basterebbe per cambiarle? Io ci penso sempre. E mi piace inseguire con la testa quelle altre me che vanno in giro per il mondo, viaggiano in treno e in carrozza e in nave, si arrampicano sulla groppa degli elefanti, passeggiano tra le rovine di città come Atene e Roma. È tutto un po’ distante, però non è impossibile, credo.»
Un racconto dolce, che scivola veloce tra le immagini che accompagnano ogni capitolo. Una trama preziosa, specchio di un epoca dimenticata eppur presente che con parole semplici affronta temi importanti come la famiglia, i legami, dogmi, il rapporto con la natura e scelte come vegetarismo ed ecologia.
Una favola moderna, un inno alla fantasia e lutopia.

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top