Lib(e)ra_Mente

Lina Grimaldi, intervista

Background: Winchester Series #0

Sei Autrici Romance insieme per dare vita alla Winchester Series.

Buongiorno, vuoi presentarti ai nostri lettori?

Prima di tutto grazie per questo spazio e questa opportunità. Mi chiamo Lina Grimaldi e gestisco la pagina nelcuorepersempre3329 su instagram. Invece come autrice uso lo pseudonimo Giada Grimaldi non per un motivo in particolare. Forse all’inizio l’ho fatto anche per non essere riconosciuta da alcune persone, ma in realtà è soprattutto perché sono legata a questo nome e credo rappresenti molto il mio carattere riservato e timido.

Hai pubblicato diversi libri vuoi raccontarci questo avventura? Come nasce? come ha influito il tempo, l’esperienza?
Ho sempre avuto molta fantasia, forse sarò strana, ma quando un personaggio o un fatto di cronaca/gossip mi colpisce, la mia mente parte da sola e crea vari scenari, inventa personaggi e si chiede come affronterebbe quelle situazioni. Sembra strambo, eppure così nascono i miei romanzi. Per esempio Lucas di Take My Breath Away è nato dopo aver letto di tutto su Tom Hardy(l’attore) . Il fatto che la moglie abbia contribuito molto alla sua rinascita mi ha incuriosita e da lì è nato tutto. Ho immaginato a come si fossero incontrati, cosa fosse scattato nella mente dell’ attore per poter dare una svolta significativa alla sua vita e da lì la storia.


La Whincester serie è una saga a più mani. Come nasce? come è stato/, è collaborare con delle amiche/ colleghe?Come vi siete incontrate?
Più volte ho rifiutato di prendere parte a progetti di questo tipo, soprattutto perché ho tempi sempre molto lunghi tra un romanzo e l’altro. Inoltre le scadenze mi mettono ansia e nel caso di una collaborazione come questa, un minimo errore ricade su tutte. Insomma troppe responsabilità che ho sempre pensato mi facessero lavorare male.
Però sono una persona che si mette in gioco e il progetto mi è stato proposto proprio quando stavo buttando giù una trama adatta a quest’ultimo. Coincidenza? Non lo so, ma sicuramente per me è stato quel segnale che mi ha fatta sentire pronta.



Il tuo volume…..

Il mio romanzo ha come protagonista Jensen il terzo figlio Winchester. Questa volta ho sfidato me stessa cimentandomi in personaggi diversi da quelli a cui sono abituata. Ne sono contenta perché ho potuto sia mettermi in gioco, sia trattare, come sempre, alcuni argomenti che mi appassionano. Però non voglio spoilerare nulla, vi dirò più avanti.



Che consiglio daresti a un neo scrittore?

Oddio, ne vorrei uno anche io di consiglio. Da principiante l’unica cosa che mi sento di dire/suggerire, e l’affidarsi ad un editor che non stravolgs il lavoro ma lo rispetti e aiuti a crescere. Per me è stato così,  sin da subito ho capito che un testo corretto da uns persona competente aiuta l’autore a maturare e a dare al lettore qualcosa di curato. La mia editor è una guida che rispetta sempre la trama e i miei personaggi ma mi spiega e mi aiuta a capire come migliorare. 

Stai lavorando ad altro, al momento?

Prima della serie Winchester spero di pubblicare un’altra storia a cui tengo particolarmente perché il protagonista è legato a Per Sempre e Un Giorno. È autoconclusivo, si può leggere tranquillamente senza aver letto quello precedente. Ovviamente chi leggerà prima questo avrà qualche spoiler sul precedente, ma magari sarà un modo per incuriosirvi…😉




Speranze e sogni futuri?

Di sogni ne ho sempre tanti, e la vita mi ha insegnato a non perdere mai la speranza, e infatti dopo sette lunghi anni il 20 maggio è nata la mia bambina. Un vero dono. Quindi sì ho sempre un sogno nel cassetto, ma non ne parlo quasi mai, e la speranza che si avveri non viene mai meno. Come autrice il sogno si è già avverato, pubblicare e arrivare a tante persone per me è davvero un sogno realizzato.

Translate »