Lib(e)ra_Mente

  Martina Venturini è tornata!

Eccoci con la tappa  mensile della nuova rubrica, 12 poesie in 12 mesi, in collaborazione con il bookblog Gli Occhi del Lupo.

L’idea di questa rubrica nasce dal profondo amore e interesse nei confronti della poesia, oltre che dal decisivo stimolo di aprire uno spazio ad essa dedicato sui nostri book blog. Mensilmente vi proporremo una recensione sul blog Gli Occhi del Lupo e il giorno successivo si potrà conoscere meglio l’ autore con un intervista esclusiva sul nostro blog. Inoltre, pubblicheremo anche alcune delle nostre poesie preferite e inviteremo i lettori a condividere le proprie creazioni.

L’obiettivo di questa rubrica è quello di promuovere la poesia e di farla diventare accessibile a tutti. Vogliamo dimostrare che anche i non appassionati di poesia possono trovare qualcosa di speciale in queste parole, che possono toccare le corde più profonde dell’animo umano.

Ci impegneremo a selezionare autori di talento e a presentarli al meglio attraverso le nostre recensioni e interviste. Vogliamo far conoscere le loro storie, le loro ispirazioni e il modo in cui la poesia li ha accompagnati lungo il loro percorso artistico.

Speriamo che questa rubrica possa essere un punto di riferimento per tutti gli amanti della poesia e che possa contribuire a diffondere l’amore per questa forma d’arte. Non vediamo l’ora di condividere con voi le nostre scoperte e di leggere le vostre poesie.

Questo mese presentiamo la silloge, Chrysalis tra luce e ombra durante Martina Venturini.

Ieri è uscita la mia recensione sul bookblog Gli Occhi del Lupo, oggi conosceremo meglio l’ autrice.

Desiderio d’amore.
Desiderio d’essere.
Desiderio di vivere.
Desiderio di felicità.
Desiderio di donarsi.
Desiderio di due anime legate.
Desiderio di aprire gli occhi
e sentire il cuore palpitare
alla vista dell’amore.
Così, nella notte, la speranza,
una fiammella nell’oscurità,
d’incontrar quello sguardo
per cui unica sarei
e riallinear l’universo
mano nella mano,
avanzando verso il futuro.”

“Chrysalis-Tra luce e ombra” rappresenta il cambiamento vissuto e costantemente in atto, un percorso in cui natura e amore si intrecciano, per trovare equilibrio e serenità.
Durante il percorso esistenziale e le esperienze che formano le persone che siamo, si cammina sempre tra luce e oscurità, così com’è nella natura umana e nella natura stessa: un dualismo necessario, quello del bene e del male, per crescere ed evolvere.
Mentre ci trasformiamo in ciò che di meraviglioso dobbiamo divenire, siamo costretti a entrare in contatto con la nostra parte più cupa e spaventosa, per far emergere e godere in egual maniera di quella più gioiosa e solare.
Camminare nel bosco in piena notte può essere terrificante, ma è nella luce della luna o dei primi raggi del sole attraverso le fronde degli alberi che si trova la via e si segue il cammino.

Intervista con Martina Venturini

 

1) Chi è Martina Venturini? Raccontaci qualcosa su di te

È sempre complicato darsi una definizione, perché ognuno di noi può essere tutto e il contrario di tutto. Adesso ho creato confusione, sì? Ahahah! Utilizzerò le parole di una mia insegnante del liceo per spiegare un po’ chi sono: un vulcano in eruzione! Sì, probabilmente è l’immagine che meglio mi rappresenta: piena di interessi, progetti, in continua iperattività mentale e fisica e, come si dice a Roma, di coccio! Se mi metto in testa una cosa, la porto a termine nonostante tutto e tutti. Poeticamente, in effetti, sono come la lava incandescente di un vulcano, materialmente mi vedo più come un caterpillar…

2) Come è nata la tua passione per la lettura? E quella per la scrittura?

Ho scoperto la lettura nei primi anni di liceo, prima ne ero completamente disinteressata. Quando ho scoperto che si potevano visitare mondi e vivere un mare di vite diverse semplicemente con le pagine di un libro, non ho più smesso. Per la scrittura, invece, è stato diverso. Ho iniziato a comporre le prime poesie a 14 anni grazie a un corso pomeridiano e ho capito che riuscivo a esprimere le mie emozioni con semplicità su carta (a voce non se ne parlava proprio!). Ero chiusa e introversa, la scrittura mi ha aiutata a tirare fuori quello che avevo dentro.

3) Quanto tempo dedichi alla scrittura durante il giorno?

Attualmente, avendone fatto un lavoro (editor e giornalista), dedico alla scrittura praticamente tutta la mia giornata!

4) Quando scrivi solitamente preferisci il silenzio assoluto o ascolti della musica?

Il silenzio non è nelle mie corde. Quando scrivo o edito, la musica è necessaria per mantenere la concentrazione.

5) I tuoi romanzi hanno delle colonne sonore?

Ogni mio libro ha una colonna sonora e, spesso, trovo le soundtrack anche per i libri degli altri! XD

6) Qual è il tuo autore e il tuo libro preferito?

Domanda decisamente complicata… Amo tantissimi libri e tantissimi/e autori/autrici. Ci sono romanzi che ho letto decine di volte, autori di cui ho adorato qualsiasi cosa e spazio dai classici ai libri moderni (e ho i romance nel cuore). Non posso segnalare un libro preferito, ma una serie di autori che colpiscono: Shakespeare (immancabile), Leopardi (fonte di ispirazione poetica), Stephen King (un must), Nicholas Sparks (e chi non lo ama?)…

7) Se potessi cambiare qualcosa della storia ormai pubblicata, lo faresti? Se sì, perché? (Raccontacelo nei limiti dello spoiler)

Non mi sono ancora cimentata nella pubblicazione di un romanzo, ma non ho mai voluto cambiare nulla nelle raccolte di poesie: se sono nate in un certo modo, c’è un determinato motivo (probabilmente legato a un momento particolare della mia vita).

8) Che consiglio daresti a chi vorrebbe pubblicare il suo primo libro?

La pubblicazione, che sia in self o con ce, è sempre un momento emozionante! Quindi il consiglio è di buttarsi in questa grande avventura, ma con il paracadute: prima di qualsiasi pubblicazione, consiglio sempre di far editare e correggere il proprio testo. Molti/e autori/autrici pensano che sia perfetto così com’è, ma in un mondo pieno di scrittori e scrittrici bisogna emergere nel modo giusto e la base sta proprio nel presentare una storia che funziona e priva di errori.

9) È il momento dello “Spot Time”. Perché i lettori dovrebbero acquistare il tuo libro?

“Chrysalis-Tra luce e ombra” è una raccolta intensa e piena di amore e natura (entrambe affrontate in positivo e in negativo).

Tuttavia, se tra i libri che ho scritto dovessi consigliarne uno, sarebbe il “Vademecum per cuori infranti-50 modi per voltare pagina dopo una relazione”. È un manuale per uomini e donne con 50 consigli utili e pratici, tra ironia e un pizzico di brutalità, per mettere la parola FINE a una relazione disfunzionale e ripartire da sé.

 

Il blog ringrazia l’ autrice per la disponibilità e compagnia.
Translate »