Lib(e)ra_Mente

È uscito questa estate il nuovo capitolo della serie Apprendista reporter intitolato La cacciatrice di fantasmi di Maria Elisa Gualandris. Ritorna quindi Benedetta Allegri, dopo Nelle sue ossa e Come il lago una nuova indagine a caccia di fantasmi per la nostra apprendista reporter pubblicata da More Stories. 

Trama

Finalmente Benedetta Allegri, l’apprendista reporter, ha ottenuto il tanto sospirato contratto di assunzione. Lavora in una radio e ogni mattina conduce un programma dedicato alla cronaca. Ed è proprio durante una delle sue dirette che riceve uno strano messaggio. Da Michele, un misterioso ascoltatore che chiede di sentire un brano del 1993. Anno nel quale sostiene di essere morto.



Nel frattempo, da Roma, il commissario Stefano Giuliani torna sul lago. Il cuore di Benny batte ancora per il bel poliziotto, che però nasconde un segreto che potrebbe allontanarli per sempre. Anche con gli amici di una vita, Viola e Francesco, i rapporti si fanno più difficili; e mentre Benedetta vuole solo aiutare, sembra cacciarsi sempre più nei guai. Guai che la portano ancora una volta a indagare su un caso irrisolto del passato, su una leggendaria “balma della strega” e un’estate che da periodo felice si è volta in tragedia e ha irrevocabilmente trasformato tante vite. Benedetta Allegri è pronta di nuovo a rischiare ogni cosa per scoprire la verità su Michele. Perché ormai è a tutti gli effetti una Cacciatrice di fantasmi.

Il blog ringrazia per la copia arch

Cosa ne penso

Se sei Benedetta Allegri sai che nella vita tutto è possibile e non c’è limite alla sfortuna.

Benny è una giornalista, conduce una trasmissione radiofonica ed ha una storia complicata con il commissario Giuliani.

La protagonista del romanzo la cacciatrice di fantasmi di Maria Elisa Gualandris è allegra, ironica e intelligente. Questo libro è stato una piacevole sorpresa. Non ho letto i libri precedenti che mi sono promessa di recuperare.

Suspense spruzzato di romanticismo scorre tra le pagine che corrono veloci, la trama è ben costruita ed i personaggi strutturati.

Una voce che afferma di essere scomparsa nel secolo scorso, le indagini locali, le insicurezze emotive, i misteri del commissario, la lontananza della sua migliore amica, la nostalgia del passato e…molto altro ancora.

«Ecco la vera Benedetta Allegri, che fiuta la notizia, la azzanna e non molla la presa fino a che non l’ha squartata.»

Benedetta Allegri strizza l’occhio a personaggi simili della carta e della tv, ma riesce comunque a essere un personaggio originale e ben strutturato. Le sue diverse sfaccettature, come l’anatomopatologa appassionata ma maldestra e l’investigatrice dilettante ma intuitiva, rendono la storia intrigante. . Una lettura piacevole, lo stile scorrevole dell’ autrice permette al lettore di entrare facilmente nella trama e la psicologia dei personaggi. Che a volte ho trovato troppo estremi nei giudizi sulla società, la scuola e le nuove generazioni. Probabilmente sono considerazioni inserite dall’ autrice per dare più veridicità alla storia. Godibile e ben scritta. Benedetta Allegri strizza l’occhio a personaggi simili della carta e della tv, ma riesce comunque a essere un personaggio originale e ben strutturato. Le sue diverse sfaccettature, come l’anatomopatologa appassionata ma maldestra e l’investigatrice dilettante ma intuitiva, sembrano aver rendono la storia intrigante.

Il genere giallo e il rosa si amalgamano perfettamente creando una ricetta unica, interessante e avvincente per trascorrere qualche ora di piacevole distrazione e sorridere un po’.