Lib(e)ra_Mente

La casa col pioppo di Elisabetta Raviola Recensione

Sinossi di la casa col pioppo di Elisabetta Raviola

Clara De Lanza, un’agente immobiliare con una laurea in psicologia e un passato complicato, si trova al centro di un’eredità inattesa e turbolenta dopo la morte del nonno, il notaio Giovanni De Lanza, con il quale ha avuto una relazione difficile.
Oltre a dover organizzare il suo funerale, Clara riceve in custodia Rogitum, un gatto dal nome singolare e dal carattere insolito. Mentre cerca di sistemare la sua vita, inciampa in un mistero che lega il suo destino a quello della casa col pioppo e a Massimo Casati, un affascinante cliente avvolto nel mistero.
In un viaggio attraverso segreti sepolti e dolori inconfessati, ogni rivelazione porta Clara più vicino alla verità sul suo passato e su quello della casa che sembra richiamarla a sé. Mentre si confronta con i pregiudizi della società e i fantasmi personali, Clara scopre che il perdono e l’accettazione potrebbero essere le chiavi per liberarsi e ricominciare.



Come un inno alla resilienza umana, un racconto di speranza, amore e riscatto. Con un intreccio ricco di emozioni e personaggi indimenticabili, “La Casa col Pioppo” è un viaggio catartico che promette di toccare l’anima e di lasciare un segno indelebile nel cuore.

Cosa ne penso

Il blog ringrazia per la copia

“La Casa col Pioppo” è un romanzo avvincente che combina abilmente suspense, segreti di famiglia e crescita personale. Clara De Lanza è una protagonista complessa e coinvolgente, con un passato turbolento che continua ad influenzare la sua vita presente.

La scelta di fare di Clara un’agente immobiliare con una laurea in psicologia è molto interessante, poiché la sua formazione le permette di comprendere i desideri e le motivazioni dei suoi clienti in modo più profondo. Inoltre, la psicologia le offre uno sguardo critico su se stessa e sul suo passato, mettendo in luce il suo processo di crescita personale.

Il mistero che lega Clara alla casa col pioppo e a Massimo Casati è intrigante e stimolante. Man mano che Clara si avvicina alla verità sul suo passato, il lettore si sente coinvolto ed emotivamente investito nella sua storia. I segreti e i dolori inconfessati che emergono durante il romanzo aggiungono un elemento di suspense e un senso di urgenza alla narrazione.

I personaggi secondari sono ben sviluppati e contribuiscono a rendere il mondo del romanzo più credibile e realistico. Ogni personaggio ha una storia complessa e sfaccettata, con le loro paure, ambizioni e debolezze. Inoltre, l’amicizia e il sostegno che Clara riceve dai suoi amici e colleghi aggiunge calore e umanità alla storia.

L’autrice ha una scrittura fluida e coinvolgente, che rende facile per il lettore immergersi nella storia. Il suo stile descrittivo è dettagliato e vivido, creando un’atmosfera unica per ogni scena. Inoltre, il modo in cui vengono affrontati temi come i pregiudizi della società e la ricerca del perdono e dell’accettazione è toccante e ben sviluppato.

“La Casa col Pioppo” è un romanzo che tocca l’anima e lascia un segno indelebile nel cuore del lettore. Attraverso la resilienza di Clara e il suo percorso verso la guarigione e il riscatto, l’autrice trasmette un messaggio di speranza e di forza interiore. Consiglio vivamente questo libro a chi cerca una storia appassionante e significativa.