Lib(e)ra_Mente

Quanto spazio occupano i vecchi ricordi e quanto è difficile costruirne di nuovi e felici?
È la domanda che si fa costantemente Amabel, giovane libraia sul punto di compiere un passo importante della sua vita. È giusto chiedere a qualcuno di rinunciare a una parte di ciò che ha vissuto, di lasciarla andare per fare spazio ad altro?

Bentornati a Bibery, dolce paesino immerso nelle campagne inglesi, dove la vita scorre attorno alla bizzarra e un tantino magica Libreria delle storie rimaste; tra scaffali da cui i volumi sussurrano le loro storie, adorabili gatti un po’ impiccioni che portano nomi di grandi scrittori e biscotti capaci di incantare chiunque li assaggi. La sua proprietaria, l’anziana Emily, ha finalmente deciso di far spazio a Joseph, consentendogli di entrare a tutti gli effetti a far parte del suo mondo trasferendosi da lei. Per questo sta rivoluzionando parte della casa, e facendolo rinviene un dono inaspettato che proviene dal passato e ha il sapore della nostalgia: un libro antico che nasconde un segreto e un messaggio prezioso.

Le storie della libreria, però, non sono solo quelle che si leggono dentro i suoi romanzi, ma anche quelle delle persone che la frequentano: così il piccolo Paul si deve mettere alla prova con la sua nuova passione, la giovane Meg deve affrontare i primi turbamenti dell’adolescenza, mentre Diana, timida ex modella ormai diventata provetta meccanica, scopre cos’è l’amore.

E non è l’unica, perché a Bibery tutti si possono innamorare, anche chi ha una lunga e morbida coda bianca. Tutti insieme, poi, dovranno capire chi è quel ladruncolo che si aggira da qualche tempo in paese facendo incetta degli oggetti più strani…

Link

Bentornati a Bibery, paesino immerso nelle campagne inglesi, dove la vita scorre attorno alla bizzarra e un tantino magica “Libreria delle storie rimaste” e dove la scrittrice Manuela Chiarottino ci riconduce con il sequel “La libreria che costruisce ricordi”(More Stories).

Cosa ne penso

l libro “La libreria che costruisce ricordi” è un viaggio emozionante nel magico mondo di Bibery, dove la libreria delle storie rimaste è il cuore pulsante della piccola comunità. La trama, incentrata sui vecchi e nuovi ricordi che popolano la vita dei personaggi, tratta con delicatezza e profondità temi come l’amore, l’amicizia, la crescita e la magia dei libri.

Amabel, la giovane libraia protagonista, si trova di fronte alla difficile scelta di lasciare andare il passato per fare spazio al futuro. La sua storia è intrecciata con quelle degli abitanti di Bibery, ognuno con le proprie sfide e i propri sogni da realizzare. L’autrice Manuela Chiarottino ha il merito di creare personaggi autentici e coinvolgenti, capaci di emozionare e far riflettere sulle proprie esperienze di vita.

La narrazione scorre fluida e coinvolgente, arricchita da dettagli suggestivi che trasportano il lettore direttamente nel cuore della libreria e delle vite dei protagonisti. La scrittura è delicata e curata, capace di catturare l’attenzione e il cuore del lettore sin dalle prime pagine.

“La libreria che costruisce ricordi” è un romanzo che conquista fin dalla prima pagina, regalando al lettore un’esperienza di lettura coinvolgente e emozionante. Ideale per chi ama le storie che celebrano l’importanza dei legami, dei ricordi e del potere trasformativo della lettura. Un libro che fa bene al cuore e all’anima, da non perdere.

Translate »