Le Cronache di Doom. Lo Spettro del Passato di Francesca Daniele
Primo volume della saga, Le Cronache di Doom. Lo Spettro del Passato di Francesca Daniele


Le Cronache di Doom. Lo Spettro del Passato

Autore: Francesca Daniele
Editore ‏ :Self publishing
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Genere: fantasy
Isbn : 979-8420029336
Pagine: 242
Link:
Data d’uscita:25 febbraio 2022
Prezzo : 1.79€ ebook – 10.45€ copertina flessibile
Le Cronache di Doom. Lo Spettro del Passato

Quando Doom svanì dalla linea temporale del Continium, distrutto in mille particelle dalla lancia degli eterni, non avrebbe mai immaginato che proprio il suo Conty, la persona che in assoluto avrebbe dovuto amarlo e preservarlo, lo abbandonasse nell’oblio, alla deriva sulla nave di Horus, prigione in costante movimento nella Dimensione del Non Ritorno.

Quell’atto di apparente distacco nascondeva forse, il più grande gesto d’amore.

Tra Dei ed Eterni, Custodi ed eroi, guerrieri e Imperatori, il nostro Destino cambierà il suo volto diventando: Tarot, colui che legge gli eventi.

Riportato a nuova vita dalla Prima Madre e dal Primo Padre nella dimensione del Progettatore, dove tutto è iniziato, dovrà superare diverse sfide, la più difficile sarà contro se stesso.
E mentre il nostro Destino farà i conti con la sua redenzione, gli eventi si intersecheranno tra loro con: Cassandra, Continium e Gea.

L’amore e il dovere, la sofferenza e la passione, la purificazione e il potere, tre cuori, tre anime e il destino del creato da gestire.


Altri personaggi come la Custode e il Primordiale e la storia della Dimensione del Non Ritorno, saranno incisivi in quest’avventura.


Quali incredibili segreti verranno celati nell’oscurità?

Le Cronache di Doom. Lo Spettro del Passato
Le Cronache di Doom. Lo Spettro del Passato di Francesca Daniele
Di Naomi

Il blog ringrazia per la copia arch

Cosa ne pensa Naomi

Le Cronache di Doom. Lo Spettro del Passato di Francesca Daniele

Una piccola creatura demoniaca, attaccata alle vesti di sua madre, prese vita arrivando ai suoi piedi, ribadendo: «Sì, perché sei morto…»
Gli occhi di Tarot si dilatarono dall’ira. Alzò un piede e schiacciò con veemenza l’esserino, dicendo alla potente incantatrice: «Oltre al danno, anche la beffa?!».”

Buongiorno a tutti gli amici del blog!

Francesca Daniele è tornata!

Oggi vi parlerò del suo nuovo romanzo, ” le cronache di Doom lo spettro del passato”.

Le Cronache di Doom. Lo Spettro del Passato di Francesca Daniele

Sequel de “Le cronache di doom – Le pagine perdute”.
Il nuovo volume di Daniela è ambientato in un mondo, dove il protagonista Doom, è bloccato a “bordo della nave di Horus; in un eterno peregrinare nelle onde del flusso del Non Ritorno”.


Qui è costretto a ricordare il suo passato, le sue decisioni e tutto ciò che era nella vita precedente. Un confronto doloroso e necessario. Per continuare l’avventura, crescere e non perire.

Tra incontri magici, battaglie e molto altro ancora. Una storia avvincente e ben strutturata. Che mi ha appassionato, incollandomi alle pagine. Ho adorato i personaggi, la trama ed il genio dell’autrice.


Premetto che non ho letto il primo libro, ma ciò non mi ha impedito di gustarmi la lettura. La trama costruita dall’autrice è molto complessa, originale e introspettiva, i personaggi ben delineati e ricchi di sfumature. Le ambientazioni meravigliose e minuziose.

Elementi che uniti alla scorrevolezza dello stile unico dell’autrice, regalano freschezza al testo.
Ogni volume per come è strutturato è autoconclusivo.

Soprattutto l’autrice aiuta il lettore a far capire ancora di più la storia di Doom tramite l’utilizzo dei flashback, così da far percepire le emozioni e le sensazioni provate dal protagonista.


Il personaggio che ho adorato è ovviamente Doom, per il suo carattere, per modo di agire e pensieri. È attento,acuto e poliedrico.
In realtà ogni personaggio dentro il romanzo è descritto nel migliore dei modi e tramite la sua descrizione sia fisica e sia mentale il lettore riesce può immedesimarvisi completamente, come se condividesse o vivesse realmente gli accadimenti.
Lo stile dell’autrice è fluido, scorrevole e lineare, ed ha saputo gestire al meglio i colpi di scena inserendoli ad hoc, per creare anche un po’ di suspance. Il pov è in terza persona, voglio augurare a Francesca il meglio per questa saga, perchè merita tantissimo.

Inoltre le faccio i miei più sentiti complimenti e la ringrazio di cuore per avermi fatto conoscere questa meraviglia.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: