Lib(e)ra_Mente

Suzumi Suzuki è tornata!

Suzumi Suzuki, L’ultima poesia

La protagonista di questo seducente romanzo se ne è andata di casa a 17 anni. Ora che ne ha 25, lavora come intrattenitrice nel quartiere notturno di Tokyo. La madre, con cui non ha rapporti da tempo e che è gravemente malata, si presenta all’improvviso alla sua porta con il desiderio di rimanere da lei per un po’ di tempo e comporre così la sua ultima poesia. Ma un giorno collassa e viene portata in ospedale dove i dottori le danno pochi giorni di vita. Oltre a prendersi cura della madre, la nostra protagonista deve affrontare il lutto per la sua cara amica Eri, una sex worker che si è suicidata da poco. Con la fine sempre più vicina, madre e figlia riusciranno a relazionarsi e a trovare un punto di incontro? Qual è il segreto dietro ai segni di bruciature sul braccio della figlia? E chi è l’uomo misterioso che fa visita alla madre?

Cosa ne penso

L’Ultima Poesia di Suzumi Suzuki è un romanzo che affronta tematiche delicate e profonde attraverso la storia toccante della protagonista, una giovane donna che si trova ad affrontare la malattia terminale della madre e il lutto per la perdita di un’amica cara.

La trama si snoda tra i quartieri notturni di Tokyo e la struggente relazione tra madre e figlia, ormai distanti da anni. La madre, desiderosa di riconciliarsi e comporre la sua ultima poesia, si ritrova improvvisamente a dover affrontare la propria morte imminente, portando la figlia a confrontarsi con i propri demoni interiori e i segreti nascosti nel passato.

Il romanzo esplora i sentimenti di perdita, dolore e rabbia, ma anche di amore, speranza e riconciliazione. La protagonista, pur essendo intrappolata in un mondo oscuro e pericoloso, trova conforto nella scrittura e nella lettura, che diventano per lei una forma di catarsi e di rinascita interiore.

In particolare, la relazione tra la protagonista e la libreria diventa un filo conduttore emozionante, simbolo della ricerca di consapevolezza e verità. La scrittura diventa per lei un rifugio sicuro, un luogo dove esplorare i propri sentimenti più profondi e trovare la forza di affrontare i momenti più difficili della vita.

Il mistero dei segni di bruciature sul braccio della protagonista e l’identità dell’uomo misterioso che visita la madre contribuiscono a creare una tensione emotiva che tiene il lettore incollato alle pagine fino all’epilogo sorprendente e commovente.

“L’Ultima Poesia” è un romanzo che cattura il cuore e la mente, lasciando un segno profondo nel lettore. Una storia di amore filiale, di segreti sepolti e di rinascita interiore, che invita a riflettere sulla bellezza e la fragilità della vita.

L’autrice

Suzumi Suzuki (鈴木 涼美, Suzuki Suzumi, nata il 13 luglio 1983) è una scrittrice giapponese ed ex attrice di video per adulti. Dopo aver pubblicato il suo primo libro, uno studio sociologico sulle attrici che lavorano nei film pornografici, ha prodotto sia opere di saggistica che di finzione. Il libro autobiografico di Suzuki Se vendi il tuo corpo, allora arrivederci! è stato adattato in un film di Eiji Uchida del 2017. Il suo romanzo Gifted è stato nominato per il 167° Premio Akutagawa, mentre il suo romanzo Graceless è stato nominato per il 168° Premio Akutagawa.
Translate »