SEMrush

Principessa per un giorno

 

Data di pubblicazione 28 gen 2020

Principessa per un giorno

di Teri Wilson

Charlotte non avrebbe mai potuto immaginare di prendere il posto della sua gemella in una competizione di bellezza

Charlotte Gorman adora il suo lavoro di bibliotecaria ed è felice solo quando ha il naso immerso tra le pagine di un libro. La sua vita non potrebbe essere più diversa da quella della gemella. Ginny è identica a Charlotte, ma spopola su Instagram e adora mettersi in mostra. Il più grande desiderio di sua sorella, diventare la prossima Miss American Treasure, lascia Charlotte del tutto indifferente. Ma quando la faccia di Ginny si gonfia a causa di un’improvvisa reazione allergica, proprio la notte prima della competizione, Charlotte si trova costretta a prenderne il posto, in uno scambio che la porta suo malgrado a vestire i panni di un’aspirante reginetta. È totalmente impreparata a un universo di lustrini, reggiseni push-up, lacca per capelli e ciglia finte, ma dopo aver mosso i primi passi nel mondo di sua sorella e aver conosciuto un uomo bellissimo che fa parte della giuria, e che condivide molte delle sue passioni, forse non sarà più così semplice ritornare a essere Charlotte…

 

Oggi esce il libro di Teri Wilson, “Principessa per un giorno”,    la trama in anteprima, mi ha molto incuriosita. Leggerlo  è stato un immenso piacere!

Divertente e frizzante!


Charlotte ha 29 anni, è una ragazza soddisfatta della sua vita fatta di libri, lavora come bibliotecaria a Dallas la sua città Natale. Un giorno verrà travolta da un piccolo incidente familiare, sua sorella gemella, Ginny a causa di una reazione allergica non potrà partecipare al concorso di bellezza che mira a vincere da quando era una bambina.

Un dramma.

Perché  rinunciare ad un sogno quando si una sorella identica che può prendere il tuo posto senza dire niente a nessuno?! Beh fidatevi, ne vedrete delle belle!

Charlotte e Ginny sono totalmente opposte ed identiche allo stesso tempo, la prima è la parte intellettuale della famiglia ma che non da’ valore ai concorsi di bellezza,  non ama truccarsi o passare ore davanti allo specchio.

Per la seconda è proprio uno stile di vita. Le due ragazze non potevano che essere più diverse di cosi a livello caratteriale.


Ho amato tantissimo il loro rapporto, come vogliono farsì felici a vicenda, anche rinunciando a ciò che amano e provando a mettersi nei panni l’una dall’altra ……nel vero senso della parola.


Charlotte si sente incompresa e l’ombra della sorella,  senza pensare che  sua sorella poteva sentirsi nello stesso identico modo, solo perché bella e quindi considerata superficiale.


Credo che questo libro, prima di essere un romanzo rosa è la storia di una famiglia che si ama, che ha affrontato il lutto di una madre. Diversamente ed insieme. Ognuno a proprio modo.

 


Naturalmente  è presente anche un bel”principe”,Gray è un milionario che ha aiutato a fondare il concorso di bellezza a causa di un passato doloroso.

Tra Lui e Charlotte c’è una forte alchimia, riesce a conquistarla in davvero poco tempo nonostante lei avesse tante paure dettate dalla sua vita amorosa passata.

È un ragazzo che all’apparenza può sembrare freddo e distaccato ma è solamente il suo essere coinvolto nel concorso che lo rende cosi.

Il loro rapporto mi piace tantissimo perchè riescono a vedersi davvero, non per ciò che sono all’apparenza ma proprio quello che sono a livello caratteriale e d’animo.

Do a questo libro 5 stelle su 5 perchè la scrittrice è stata capace di farmi divertire e mai annoiare e diciamocelo, sappiamo quanti clichè possono esserci nei libri con trame che hanno a che fare con i concorsi di bellezza, ma allo stesso tempo anche farmi riflettere sul tema della famiglia ed il ricominciate dopo delle cadute pesanti nella vita. I temi sono stati gestiti davvero bene, a partire dal lutto della madre fino ad arrivare al concorso stesso e ciò che rappresenta. Mi è piaciuto il messaggio finale che non so se volontariamente o non, la scrittrice ci ha lasciato, di essere noi stesse sempre, di amarci e sapersi riconoscere e conoscere, ma allo stesso tempo che volerci bene non equivale per forza a far sì che sia qualcosa di superficiale anzi rende solo al meglio ciò che siamo davvero.
Concludo dicendo che il libro ha 200 pagine circa che volano via in un baleno e la scrittura è fluente. Speravo ci potesse essere un libro dedicato a Ginny la gemella, ma so già che ci sarà perciò mi limiterò ad aspettare qualche altro suo libro.

 

 

Noemi

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top