SEMrush

Recensione, “Anna-Quello che vogliono le donne vol.1-” di Valentina Cebeni

Recensione libri sulle donne.

buon pomeriggio readers, come state?

Oggi voglio parlarvi di una nuova serie che ho iniziato,”Serie Cosa vogliono le donne” di Valentina Cebeni:Anna, Sara, Giulia, Chiara.”

Recensione libri sulle donne.

Ogni volume racconta le vicissitudini della protagonista. Storie piacevoli, dallo stile pulito e scorrevole.

I volumi hanno iniziato ad uscire quest’anno, con poca distanza l’uno dall’altro. Ogni libro è auto conclusivo.

 

Cosa Vogliono Le Donne series:

Abbiamo visto insieme, nelle scorse settimane“Chiara- Cosa Vogliono le Donne vol. 4″ di Valentina Cebeni “ e

Giulia – Quello che vogliono le donne vol.3-”

Recensione libri sulle donne.

Oggi parleremo di….

 

 

  • Data di pubblicazione: 10 gen 2020
  • Editore: More Stories
  • Lingua originale: Italiano

 

Sinossi

Anna è stata per anni una moglie paziente, ma di fronte all’ennesimo tradimento del marito decide di alzare la testa e reagire.
Insegue i suoi sogni e apre un negozio di fiori, sempre sostenuta dal suo fidato gruppo di amiche, con cui si riunisce tutte le settimane per parlare di vita, desideri e paure, in un confronto continuo che la aiuta a sentirsi meno sola.
Anna combatte per la sua indipendenza, cercando di scrollarsi di dosso il passato, sempre in bilico tra il rimpianto e la speranza in un futuro migliore.
Nel suo percorso sembra non esserci spazio per il romanticismo, ma un giorno incontra Paolo, un pasticciere affascinante e generoso che inizia a corteggiarla.
Riuscirà a farle battere di nuovo il cuore?

Premessa: mi sono appassionata a questa serie, come avrete notato;)

Storie semplici ed appassionanti. E quando ho visto che usciranno a breve altri due volumi, vi anticipo che non li perderò e li recensiro’ per voi. Perché la bellezza và condivisa. Soprattutto in questo momento storico così delicato.

Iniziamo con la recensione di oggi…

Anna…..

Si può rinunciare a se stessi per amore?

Annientare sogni?

Perdere se stessi?

Anna lo ha fatto per molti anni, in nome di un matrimonio che ormai era l’ombra di sé stesso. Accanto ad un uomo in apparenza egoista.

Dopo l’ennesimo tradimento, la protagonista si accorge della grigia realtà in cui è caduta. Per suo volere. È lei che ha subito e permesso alla vita di deviare.

Così decide di lasciare il fedrigafro e riprendere in mano le redini del suo destino.

..….”Io voglio un uomo accanto che voglia esserci, che mi sostenga, che mi apprezzi per quella che sono in ogni mia sfumatura, non soltanto perché so stirare le camicie e ricevere gli amici altolocati. Io voglio una persona che sia vera, con la quale posso essere me stessa, senza sotterfugi, senza dovermi mostrare diversa da quel che realmente sono, una che mi ami davvero, senza postille.”…..

Dovrà lottare, riscoprirsi, imparare ad ascoltarsi. Un percorso difficile ma non impossibile.  Grazie anche al supporto delle amiche. Quelle di sempre a cui se ne sono aggiunte di nuovo. Passato e presente intrecciati in uno splendido presente intriso di chiacchiere, riflessioni ed a volte lacrime. Davanti ad un buon bicchiere di vino. Per iniziare, in primo luogo per staccare e poi divertirsi. Insieme, nonostante tutto.

La famiglia che aveva scelto, con cui condivideva il quotidiano, gioie e dolore. Legami che vanno oltre il sangue e la genetica.

All’inizio non era stato semplice, ma il tempo aiuta. La conoscenza si trasforma in amicizia e infine ci si adora. Nonostante tutto.

……”quella era la nostra riunione del martedì, l’ora d’aria che ritagliavamo solo per noi, per le chiacchiere leggere, per dirci quello che ci preoccupava e sostenerci nei momenti di difficoltà. E ridere come matte sparlando degli uomini, ovviamente……”

Passo dopo passo la protagonista sboccia. Come una primula, simbolo di rinascita.

Pasolini scriveva,«Non lasciarti tentare dai campioni dell’infelicità, della mutria cretina, della serietà ignorante. Sii allegro. T’insegneranno a non splendere. E tu splendi invece»

La donna ricompone i pezzi del puzzle interrotto, decisa ad aprire un negozio di fiori, la sua passione. Il passato tornerà e lei lo ascolterà, scoprendo l’altro lato della medaglia. Il punto di vista di un ex marito che nonostante l’ affetto e l’empatia, non ama più. Rappresenta un capitolo chiuso che non vuole riaprire. Ha imparato ad amarsi ed apprezzarsi, mentre lui non è cambiato. Vive ancora di apparenza mixata a cattiveria. O forse solo e semplice stupidità.

Tra ristrutturazione,  petali ed inaugurazione, la nostra eroina incontrerà anche un uomo. Dolce, sensibile attento. Completamente diverso da tutto ciò che conosceva. Ne è attratta ed impaurita al contempo.

…..”perché chi ti ama davvero non ti schiaccia, non ti spinge in un angolo, ma ti lascia libera di brillare…”

Valentina Cebeni ha una penna delicata con uno stile scorrevole. Le sue figure femminili sono fragili e forti al contempo, soggette a giochi di specchi tra di loro. Nonostante le differenze, sono accomunate da affetto, stima e…..la vita che ogni tanto gioca. L’importante è conoscerne le regole o avere accanto qualcuno che possa gareggiare per tutte e due.

L’unione fa la forza, sempre. Un mondo a tratti rosa che permette di guardarsi dentro, cadere e rialzarsi. Insieme.

Un libro breve, intenso e emozionante. Pagine che tra sorrisi e sbuffi, portano il lettore anche sulla strada della riflessione sui valori, amicizie e famiglia. Il passato ha formato il presente, insieme formeranno il futuro.

Anna riuscirà a realizzare i suoi sogni e riaprire il suo cuore?

Lascio a voi la risposta.

Posso anticipare che «Chi ti ama non ti incatena, ma ti lascia libero di sceglierti».

Non vi rimane che leggere questa nuova avventura della serie -Quello che vogliono le donne – di Valentina Cebeni.

Buona lettura

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Torna in alto