Lib(e)ra_Mente

Maria Teresa Steri è tornata!

“Dal passato all’improvviso” di Maria Teresa Steri

Cosa ne penso

Un incontro casuale dopo due decadi, un vecchio amore corredato di sparizione di un allora adolescente. In poche pagine sin dall’inizio del thriller “dal passato all’improvviso”, Maria Teresa Steri catapulta il lettore nel micromondo di Cinzia. Una donna dal trascorso difficile ed a tratti oscuro, che ha cambiato allontanandosi dal paese natale e sposando Samuele. Sono giovani, professionisti ed in dolce attesa.

Mi ero sforzata di soffocare il passato nella speranza che prima o poi perdesse potere, si atrofizzasse e smettesse di fare un male cane…

Il doppio pov offre una visuale completa delle situazioni, doppie chiavi di lettura e dettagli che si riveleranno importanti. La trama è ben costruita anche se complessa, ricordi e considerazioni sì alternano agevolmente. Lo stile descrittivo e scorrevole dell’autrice regala freschezza alla storia, senza appesantirla. Un thriller psicologico ricco di sfumature e suspence.

Il lato oscuro della storia ha la barba sale e pepe, capelli corti ed uno sguardo impenetrabile: Morris della Corte. Lui e Cinzia hanno molto in comune, tra segreti e sospetti. La vittima invece è un adolescente, Giulio, scomparso improvvisamente venti anni prima. Per cui la famiglia non si è mai data pace, al punto che la sorella Virginia, cercherà di ingaggiare Samuele. Per indagare sulla moglie. Amore, mistero ed azione si sposano perfettamente in questo thriller avvincente e ricercato. Naturalmente non anticipo altro per non rovinarvi il gusto della lettura e della scoperta.

Translate »