SEMrush

Recensione, Amici Sospetti di Jane Shemilt

 

**Dall’autrice del bestseller Una famiglia quasi perfetta**

 

 

Titolo: Amici sospetti

Autore : Jane Shemilt

Editore : Newton Compton editore

Genere : Thriller

Data di Pubblicazione: 2 Luglio 2020

Quando i loro figli diventano inseparabili a scuola, tre coppie di genitori cominciano a frequentarsi più assiduamente.
Barbecue e festicciole improvvisate, merende e persino una vacanza in Grecia diventano l’occasione per conoscersi meglio. Ma se all’apparenza le famiglie sembrano aver trovato un certo affiatamento, sotto la superficie si annidano tensioni: piccoli risentimenti dissimulati da un atteggiamento festoso, la nascita di una relazione che va tenuta assolutamente segreta. E mentre sono presi dai loro affari, gli adulti cominciano a occuparsi meno dei figli, lasciandoli troppo soli Finché una tragedia sconvolge le loro vite. Nella disperata ricerca della verità, le tre coppie si renderanno conto che, approfittando della loro distrazione, il male si è avvicinato ai ragazzi, gettando un’ombra scura sul mondo rassicurante in cui credevano di vivere. E l’incubo peggiore di ogni genitore ha inizio.

 

 

Oltre 300.000 copie in Italia
Tradotta in 23 Paesi

 

 

 

 

 

Buongiorno readers, 
oggi è il turno di un thriller psicologico. Amici Sospetti di Jane Shemilt edito da Newton Compton

Ringrazio la casa editrice per la copia blogger e per avermi fatto conoscere questa storia dai toni gialli ed il ritmo incalzante.

 

Da amante del genere, sono stata incuriosita dalla trama. Mi piacciono le trame familiari, soprattutto se complesse.

Il libro ha inizio in  Grecia, spiagge chiare e mare cristallino dove tre coppie di genitori prenotano una vacanza insieme. I loro figli  sono amici ed inseparabili a scuola.

Divertimento e relax sembrano assicurati e sembra essere solo l’ inizio di nuove e forti amicizie. Genitori e ragazzi diventano inseparabili condividendo tempo e passioni.

 

Eric e Eve, Melissa e Paul, Grace e Martin hanno occupazioni e storie diverse che si snodano agevolmente nella storia che corre veloce. I loro figli sono lo specchio delle loro esperienze e valori.

Le vicende delle  coppie si svolgono tra  segreti, silenzi, frustazione e delusioni, pongono l’accento sul complesso rapporto generazionale.

In realtà nulla è come appare ed una improvvisa tragedia porterà a galla vecchi scheletri ed i protagonisti ad affrontare  errori e azioni passate e presenti.

 

 

 

..”Alla fine gli eventi precipitarono a una velocità incredibile. Come un falò che divampa all’improvviso.”

 

 

La storia è di per sé complessa, a cominciare dalla quantità di personaggi.
Il lettore agilmente seguirà le avvincenti vicende seguendo il filo conduttore della storia.
Personalmente amo e sono abituata alle storie di Jo Nesbø, piene di nomi di persone, quindi non ho fatto particolare fatica ad ambientarmi.
Un lettore diverso o abituato a storie più lineari può rimanere spaesato, almeno nella prima parte dal ritmo lento che serve per delineare ogni singola situazione.
Quando però si assiste a un evento catastrofico, ecco che la narrazione si fa più incalzante, l’ansia è percepibile pagina dopo pagina e il colpo di scena è dietro l’angolo.
Questo thriller psicologico è infarcito di tante tematiche molto delicate, come l’anoressia, la violenza psicologica, i tradimenti, e di situazioni famigliari come il difficile rapporto tra genitori e figli o genitori presi dai loro pensieri al punto da non badare ai pericoli a cui i bambini possono andare incontro.
I figli sono un elemento chiave e, lo ammetto, a tratti inquietante.
Nei panni di una madre avrei provato ancora più ansia nel leggere questo libro. 
..”Vuole la sua mamma di sempre, quella che ride, cucina e le accarezza le guance. Non quella silenziosa che fissa il vuoto come una specie di mostro.”
I personaggi sono ben definiti, si scava nelle loro vite, si scoprono segreti e sfaccettature nascoste in ognuno di loro.
Tutti sono sospettabili. 
Ho amato questo thriller psicologico e lo consiglio agli amanti del genere, specialmente a coloro che amano storie intricate, piene di scheletri nell’armadio.
Alycia
Hanno scritto su Amici Sospetti di Jane Shemilt:

«Jane Shemilt sa come tenere alta la suspense e la sua prosa eloquente dipinge alla perfezione il tormento

Booklist

«Estremamente avvincente.»

Mail on Sunday

«Scritto meravigliosamente e soffuso di terrore strisciante. Le ambientazioni domestiche di Jane Shemilt sono vivide, seducenti. Rimarrete scioccati e paralizzati dalla paura.»

Gilly Macmillan, autrice del bestseller 9 giorni

«Brillante e spaventosamente credibile. I personaggi sono creati con un’abilità meravigliosa. Una scrittura magnifica che cattura il lettore, con una tensione quasi insopportabile.»

Lucy Foley

 

Jane Shemilt

È un medico di professione e ha conseguito una laurea in Scrittura creativa alla Bristol University e una specializzazione all’Università di Bath. Il suo romanzo d’esordio, Una famiglia quasi perfetta, è diventato un bestseller internazionale e le ha dato un’immediata notorietà. La Newton Compton ha pubblicato anche Un delitto quasi perfettoUna casa troppo tranquilla e Amici sospetti.

 

Rating: 5.00/5. From 1 vote.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top