SEMrush

Recensione,Prima regola: non innamorarsi Felicia Kingsley

 

Dall’autrice del bestseller Matrimonio di convenienza

Silvye ha ventisette anni, una madre asfissiante e sogna solo una vita normale, con un lavoro normale. Ma la verità è che la sua vita è tutto meno che normale perché… è una truffatrice. Sì, una truffatrice, figlia di una truffatrice che l’ha istruita alla perfezione nell’arte del furto e dell’inganno. Ci sono solo due cose che Silvye non deve fare: mangiare carboidrati e innamorarsi. A lei, le regole proprio non piacciono: ok vivere senza innamorarsi, ma non senza carboidrati!
C’è invece una persona a cui le regole piacciono moltissimo: Nick Montecristo, affascinante ladro-gentiluomo e astuto genio dell’arte. È un abile stratega, impermeabile ai sentimenti, e non ha mai fallito un solo incarico.
Nick e Silvye sono i prescelti da un ricco ed eccentrico collezionista, per mettere a segno un colpo sensazionale. Peccato che i due si detestino e abbiano qualche conto in sospeso da regolare. Lei è fuoco, lui è ghiaccio. Impensabile lavorare insieme, impossibile dire di no al colpo. Riusciranno Nick e Silvye a passare da rivali a complici, ed evitare che una fastidiosa quanto imprevista attrazione tra loro complichi le cose? Ma sì, in fondo sono due professionisti, basterà rispettare una sola regola…

Dall’autrice di Matrimonio di convenienza, amata da oltre 300.000 lettori in Italia

La nuova commedia romantica di cui tutti parlano!

«Un’autrice che sa far divertire.»
D la Repubblica

«Uno spasso assicurato.»

Gioia

«Una lettura romantica.»
Il Corriere della Sera

«Si ride, tanto e di gusto. A metà tra la miglior romantic comedy americana e la commedia degli equivoci latina.»
Elle

 

Buongiorno readers, oggi vi parleremo del nuovo libro di  Felicia Kingsley, “Prima regola: non innamorarsi”. Autrice che adoriamo ❤️

Ringraziamo la Newton Compton per la copia arch..
E..
Siete curiosi?
Iniziamo…
Felicia Kingsley è tornata con una nuova storia, diversa da tutte le altre.. i protagonisti di questo bel romance sono Nick e Sylvie. Due..ladri..si, avete letto bene!
Tanto per iniziare, c’è da dire che non è la classica commedia romantica ma c’è del giallo al suo interno, del mistero, che rende il libro ancora più accattivante.
I nostri protagonisti lavorano nello stesso ambito e non hanno mai avuto a che fare l’uno con l’altra.. ma  si sono sentiti nominare. Lui, definito “il chirurgo” perchè meticoloso , attento, super attrezzato e con una conoscenza profonda dell’arte, lei “la gazza ladra” è il totale opposto: distratta, senza un piano è specializzata nell’improvvisazione e sa tantissime lingue.
Il loro primo incontro è casuale e divertente..odio al primo sguardo..e..nonostante ciò si ritrovano a lavorare insieme.
L’obiettivo? Recuperare il diario di Casanova e guadagnare   ben 2 milioni di euro..
Che fare? Rinuncia a 2 milioni? Sarebbe da pazzi!
 Così nonostante abbiano un metodo di lavoro totalmente opposto i due dovranno collaborare. Ma riusciranno a lavorare insieme? Ma sopratutto, riusciranno a non provare attrazione l’uno per l’altra nonostante abbiano stabilito che la prima regola è: non innamorarsi?!
Parto dal presupposto che ho adorato questo libro e che come al solito la Kinglsey non si smentisce mai, è ormai per me un porto sicuro per un romance come si deve, per di piu l’aggiunta della componente giallo ha fatto sì che questo romanzo raggiungesse dei livelli da 5 stelle su 5.
 È totalmente palese che la scrittrice abbia speso molto tempo a preparare il libro dal momento in cui quando lo si legge non ci sono dei buchi di trama anzi ogni cosa è scritta nel dettaglio, anche troppo per me, ma si vede la precisione con cui lo ha scritto. Curiosità, citazioni..passato e presente si intersecano perfettamente.
I personaggi mi sono piaciuti molto, Sylvie in particolare, una ragazza con un passato (ed un presente) da ladra grazie a sua madre che le ha insegnato tutti i suoi segreti sin dalla tenera età, che ha viaggiato ed imparato tante lingue a causa di questo “lavoro”, l’unica cosa che desidera è fare l’insegnante e lasciarsi questo lavoro alle spalle per potersi creare una vita normale da qualche parte. Ambisce alla normalità e quotidianità.
Dall’altro lato c’è Nick, nessun legame, niente di niente, solo riservatezza, lavoro e nessuna vacanza, lui lavora sempre, è iper attivo, non si gode niente e non riesce a non prendere praticamente tutto sul serio, motivo per cui molto spesso lui è Sylvie nel lavoro devono trovare un compromesso.
Il loro rapporto mi è piaciuto tanto come è stato costruito, non avendo niente in comune se non un lavoro sono stati obbligati a trovare il modo per andare d’accordo, ed è proprio il compromesso è riuscire ad aprirsi nel modo giusto, non forzatamente nonostante il lavoro, che ha reso bello questo libro.
Perciò confermo le 5 stelle su 5, contenta di poterlo definire uno dei suoi libri più belli.
No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Torna in alto