SEMrush

Recensione, L’eroe di Eleonor di Jill Barnett

Titolo: L’eroe di Eleanor (titolo originale: Eleanor’s hero)

Autore: Jill Barnett
Traduttore: Isabella Nanni

Editore: Babelcube

Genere: Romance storico

Prezzo ebook: € 2,99 salvo promozioni degli store

Prezzo cartaceo: non è al momento prevista un’edizione cartacea

Data pubblicazione: novembre 2019

Serie: Natale in città

Link

 

 

Sinossi

Un classico racconto natalizio ambientato a New York a fine 1800. Alla morte di suo nonno, la 40enne Eleanor Austen è costretta a trasferirsi in un appartamento all’ultimo piano dell’edificio che avevano affittato a una palestra rumorosa di proprietà di un rinomato pugile irlandese, il 32enne Conn Donnoughue. Durante un mese di dicembre innevato e magico, due cuori solitari potrebbero scoprire di avere in comune molto più di quanto pensavano…

Dall’autrice Jill Barnett, più volte in vetta alle classifiche del New York Times e già pubblicata in precedenza da Mondadori, ecco un racconto incantevole ancora inedito in Italia.

 

Eleanor rimase in piedi con la schiena appoggiata contro il freddo edificio di mattoni umidi. Respirava a fatica, aveva un attacco di panico. Che vecchia sciocca che era. Non era una ragazzina frivola, di quelle che si agitavano alla sola vista di un uomo. Era una donna. E non era nemmeno giovane.

Aveva quarant’anni.

Irritata con se stessa per aver reagito in quel modo, buttò fuori l’aria di getto. Aveva la gola secca al punto di farle male, e le era rimasto in bocca quel sapore sgradevole del fumo di sigaro.

Fuori l’aria era fredda ormai, molto più fredda di quanto lo fosse prima di entrare. Eppure era lì che sudava come se fosse luglio. Si sventolò un po’ il viso e le piume di fagiano sul suo cappellino della festa ondeggiarono mentre il suo stupido vecchio cuore palpitava.

Aveva incontrato Conn Donoughue una mezza dozzina di volte da quando aveva acquisito la proprietà dell’edificio, e ogni volta reagiva ancora nello stesso modo assurdo. Era come se lui fosse un enorme cono di gelato alla menta piperita.

Il gelato alla menta piperita era una delle cose che lei amava di più.

Ed Eleanor amava Conn Donoughue. Per quanto fosse orribile ammetterlo, le era bastato dargli un’occhiata e improvvisamente non era stata più la vecchia Eleanor. Si era ritrovata con il cuore infranto.

Da quel momento in poi, aveva saputo che nulla sarebbe mai più stato lo stesso. Si era innamorata di lui così profondamente e così alla svelta che era stato come essere schiaffeggiata in pieno volto.

Conn era un pugile troppo giovane e troppo bello, soprattutto per una quarantenne che da molto tempo aveva accettato il fatto che l’amore, la passione e il desiderio non avrebbero fatto parte della propria vita.

….

 

Jill Barnett è tornata!

La sua nuova novella natalizia è deliziosa ed attuale seppur essendo un regrncy. Ho letto il libro in anteprima ed ammetto che nonostante l’ autrice sia per me una sicurezza, sono rimasta nuovamente e piacevolmente sorpresa.

I personaggi sono descritti meravigliosamente dal punto di vista psicologico e seppur appartenenti ad un epoca passata, a tratti potrebbero riflettere paure e pensieri odierni.

Conn è un gigante che viene dalla selvaggia Islanda. Eleanor, una quarantenne consapevole e dall’indole romantica. Come avrete intuito dalla sinossi e dagli estratti, i due sono come calamite che si allontanano ed avvicinano per paura di giudizi e perché la donna ha timore di ascoltare la voce del suo cuore. È lei la roccia scalfita dalle onde vitali di cui porta i segni. donna minuta che sa il fatto suo, pur tra i due è subito magia che dovrà combattere per uscire fuori ed avere la meglio. Forse perché il giudizio altrui è forte e le chiacchere possono entrare tra le pieghe dell’animo, minando anche le certezze più solide. Un libro che mi ha ricordato la teoria pirandelliana di cui la protagonista potrebbe essere un valido esempio..

 

Anni prima aveva accettato che era finito il tempo dei sogni incandescenti di passione e amore, sogni sfrenati che fanno le ragazze poco prima di diventare donne. Quei sogni erano gli stessi in cui si risvegliava bagnata fradicia di sudore perché il suo corpo non sapeva che ciò che stava vivendo era solo un sogno.

Ma poi era arrivato Conn e nei momenti più strani della giornata si sentiva stordita e frastornata. Guardava nel vuoto alla ricerca di una ragione per cui le stesse accadendo una cosa simile. L’unica spiegazione che riusciva a darsi era Conn Donoughue stesso.

 

La maschera è lo strumento che permette di oscurare la personalità di un individuo per far emergere un’identità diversa, separata e inventata. La maschera è un tipico oggetto di scena nel teatro ma, nella concezione del mondo di Pirandello, essa può essere anche quell’identità che ogni individuo sceglie e nelle quali si immedesima, per poter interpretare il suo corretto ruolo all’interno della comunità.. e lo stesso fa la protagonista del nuovo romanzo di Jill Barnett. Ad ogni individuo infatti viene attribuita, da sé stesso e dagli altri, una funzione che deve essere assecondata poiché rispecchia il suo ruolo all’interno della società di appartenenza e del mondo intero. Gli individui che non accettano queste maschere, questo ruolo, questo personaggio sono coloro che non possono inserirsi nella società, dalla quale non vengono riconosciuti, sono quindi privi di un’identità definita.

Un regency dallo stile fluido, plot ben fatto e protagonisti senza tempo.

La tradizione di Isabella Nanni è sempre impeccabile.

Naturalmente non spoilero altro, ma vi anticipo che è una lettura piacevole, in grado di fare riflettere, sognare e trascorrere piacevolmente un po’ di ore festive tra cenoni, regali e luci dell’ albero.

Biografia autore

Definita “la maestra dei romanzi dell’amore e della risata”, Jill Barnett è un’autrice di fama internazionale con oltre 8 milioni di copie cartacee vendute ed è stata spesso al vertice delle classifiche dei best seller del New York Times, USA Today, The Washington Post, e Publishers Weekly. Con l’avvento dell’era digitale Jill Barnett è stata numero 1 con i suoi 18 libri nella classifica dei titoli a pagamento più venduti su Amazon e ha venduto oltre un milione di copie digitali. In Italia alcuni suoi libri sono stati pubblicati da Mondadori.

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top