SEMrush

Recensione, “Mia”

Titolo: Mia

Dilogia volume unico con contenuti extra

Autore: Cristina Rotoloni

Data di uscita: 10 giugno

pagine: 812

versione: e-book

Link

Sinossi

David Dragonetti non è affatto un uomo semplice. Non è la sua ricchezza a renderlo particolare, ma i suoi segreti e la sua sete di vendetta. È ossessionato da Sara, una fotografa conosciuta per i corridoi di un ospedale mentre lei inseguiva Fabrizio: un tossicodipendente. Il loro è molto di più di un incontro casuale e il passato che unisce David a Fabrizio trascinerà Sara in una realtà che avrebbe volentieri evitato. David è un demone che vuole farla bruciare nel suo inferno. Perché proprio lei? Le risposte sono nascoste nei suoi segreti. Riuscirà Sara a salvarsi da una vita che non ha scelto e che inesorabilmente la trascinerà verso il baratro e la sua dannazione?

Torna David, il demone tenebroso che ha conquistato i cuori delle lettrici.

Dilogia in un unico volume che include: suspense, passione e contenuti mai letti prima.

Buongiorno readers, oggi vi parlerò’ di un libro che ho amato.

Ho conosciuto Cristina Rotoloni tramite email per il cover reveal della sua ultima uscita, “Mia”. Dilogia che racchiude volumi precedentemente usciti separatamente, “Mia” e “Incredibilmente tua”. Una riedizione aggiornata nei contenuti ed editing.  Volume unico si possono trovare suspense, passione e contenuti extra, mai letti prima. Un viaggio emotivo e letterario unico. Non è stato facile condensare tutte le riflessioni ed emozioni provate durante la lettura in un solo file. Avevo pensato di dividere il pezzo di due tempi, ma poi ho pensato che andrebbe contro il volere dell’autrice, unico volume per la dilogia. Quindi mi sono seduta, raccolto i pensieri, creato una scaletta ed ho lasciato che le parole prendessero vita.

Buona lettura!

Torna Cristina Rotoloni, dopo il successo di Tauaggio, l’autrice dà nuova vita a “Mia”.

La trama è articolata, inizialmente complessa: un incidente cambierà la vita di Sara. Il suo presente, stravolto da un inganno, la condurrà in ospedale dove incontrerà, apparentemente per caso, due uomini attratti da lei. I due, legati dai segreti di un drammatico passato, la trascineranno nelle loro difficili esistenze.  La storia  del triangolo tra Sara, David e Fabrizio è un vortice che investe il lettore. Personaggi diversi e legati  tra loro.

 

 

 

Fabrizio è un ragazzo dal passato difficile, divorato dai sensi di colpa che cerca di espiare quotidianamente. In apparenza sembra aver venduto l’anima al diavolo. La droga. Che lo ho divorato lentamente. Una figura ombrosa e misteriosa. Bello e sfuggente.

L’incontro con Sara è casuale e coinvolgente. La avvicinerà lentamente per paura di condurla nel suo abisso, da cui cercherà di preservarla. Inutilmente.

Nulla è come appare e pagina dopo pagina la sua vera natura si rivelerà come una cometa.

 

 

 

 

 

Sara è la protagonista della dilogia.

Forte, decisa, dolce ed a tratti ingenua. La sua vita viene sconvolta da incontri in apparenza sbagliati. Il cuore e la mente avranno duelli e scontri con risultati sempre diversi. Davanti alla realtà non c’è ragione che tenga.

Crescerà con la storia e gli altri protagonisti, tra segreti e cambiamenti. Affronterà il passato con decisione. Fantasmi che la faranno vibrare e riflettere. Verità che metterà a fuoco dalla Reflex.

 

 

 

 

 

David è bello, carismatico ed enigmatico. In apparenza freddo e cinico, in verità ha un cuore che batte e solo per la verità. Lui e Fabrizio sono le figure maschili di spicco di questa storia che tra alti e bassi, misteri e segreti, incollerà il lettore alle pagine.

David e Sara sono due calamite che si avvicinano ed allontanano. Un rapporto difficile costellato di insicurezze.  Nulla è come appare.

 

 

 

Amore, passioni ed intrighi, ingredienti perfetti per una trama avvincente ed unica. Che possiamo dividere in più tempi. Dalla conoscenza iniziale all’evolversi dei rapporti sino alle scoperte passate celate. Sara sarà coinvolta dal rischio, dall’attrazione, dal pericolo e dalla passione non avrà il tempo di fuggire. Sara dovrà fare delle scelte. Dovrà difendere la sua vita e salvare il suo cuore, combattuto tra il tenero complicato ragazzo drogato e l’uomo scontroso e seducente che pretende che lei sia sua. Quindi scapperà da tutto, verso l’italia. Paese di origine e ricordi. La provincia dell’Aquila nonostante la ferita del terremoto ancora visibile, case ricostruite ed altre abbattute accoglierà la protagonista, accompagnandola nella ridefinizione della sua vita. I pezzi del puzzle troveranno un senso e posto.

“Sara aveva lasciato i bagagli al terminal, ma aveva portato con sé la sua Reflex. L’idea non era stata sbagliata, L’Aquila era perfetta per scattare le foto che lei amava tanto; ma dopo averla impugnata per inquadrare qualche portone divelto e le macerie oltre le arcate, non ci riuscì. Il suo obiettivo si fermò su un mucchio di stoffa spelacchiata, impolverata e ingrigita dal tempo, che doveva essere un vecchio orsacchiotto di peluche. Era stato lasciato tra i sassi con una gamba incastrata in un buco tra la terra e a quella vista il suo cuore si spense e le mani spostarono automaticamente la macchinetta fotografica verso il basso. Le sembrò di violare l’anima dei morti. Si poggiò contro un muro così crepato che le fenditure nell’intonaco le ricordarono i rami di un albero e sconfitta da tanta tragedia pianse lacrime amare.”

 

Un nuovo viaggio, inizio senza dimenticare il passato. Sara ha portato con sé due lettere, una di Fabrizio ed una di David.

ll trio è sempre presente  nonostante la lontananza.

 

 

 

Nel bel paese Sara incontrerà persone buone, che rispetteranno i suoi silenzi e la aiuteranno silenziosamente a ricondurre sulla giusta via i pensieri. Perchè in apparenza è tutto chiaro, ma il cuore non mente. Qualcosa non torna. E la verità sarà svelata dagli occhi di Marco, gemello di David. Un uomo dall’aspetto conosciuto, che potrebbe essere casa, se non fosse per la compagna e il carattere. Sara non è sua. Era di David.

Ma dov’è Cindy?E Call? Personaggi che hanno delineato il primo romanzo e …..non spoilero il finale del secondo volume, ma consiglio questa lettura a tutti.

Perchè? Cristina, l’autrice, è fantasiosa dallo  stile  elegante, le scene perfette ed i personaggi vividi. Le sue storie sono film che prendono vita tra le pagine e rapiscono attenzione e tempo.

 

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top