SEMrush

Recensione,”Natale al castello” di Pamela Boiocchi & Michela Piazza

 

Recensione natalizia#1

TITOLO: Natale al Castello
AUTORI: Pamela Boiocchi & Michela Piazza

DATA DI USCITA: 8 novembre 2018

Disponibile su #KindleUnlimited

Link

 

Possedere un castello nelle Highlands?
Un sogno per molti, un incubo per Duncan Campbell.
Per lui vendere il maniero del Clan, oberato dai debiti, è una semplice questione di buonsenso.
Peccato che suo padre sia un cocciuto Laird attaccato alle tradizioni e che l’affettuoso fratello si sia trasformato in uno sconosciuto con troppi segreti.
Ma se bastasse l’incontro con una rossa amante dei gatti e dei biscotti a risvegliare in Duncan la magia del Natale? Se l’amore per la Scozia – e per la famiglia – fosse solo sopito?
Tra kilt e giochi tradizionali, antiche leggende e piccanti baci rubati, Duncan si ritroverà a dubitare di tutte le proprie certezze.
Una commedia romantica per chi crede nelle seconde occasioni, una favola scozzese pepata e scoppiettante.
Natale si avvicina ed anche le lettura a tema. Noi della redazione abbiano pensato di proporvi, da oggi fino alla vigilia, qualche lettura consigliata per il periodo più magico dell’anno.
Il romanzo di oggi è : Natale al castello.
Un titolo suggestivo e fiabesco, scritto a quattro mani da due scrittrici nostrane, amate e seguite: Pamela Boiocchi e Michela Piazza.


Ho trovato questa favola scozzese per caso, suggerimento di Amazon.
Sono rimasta colpita inizialmente dalla semplicità ed unicità della copertina. Scena quotidiana per chi vive in compagnia di un amico peloso, condita di particolari che evocano ambientazione storia ed il Natale.
La lettura è andata veloce, ho divorato questa favola moderna caratterizzata da scenari mozzafiato, dualismo campagna e città e rapporto tra i protagonisti. Iniziale attrazione che si trasforma in sentimenti che intimoriscono ed a volte portano a conoscere parti sconosciute di sé.
Un viaggio tra tradizioni, modernità e pensieri e anime complicate.

Duncan, il protagonista è ricco, bello e.. decisamente enigmatico. Deciso a  trascorrere il Natale a Laingbarn, antica dimora di famiglia che si trova a Mull, nelle Ebridi Interne, nonostante sia residente da sempre Londra. Ormai è un inglese doc ed in carriera, ma evidentemente le due origini scozzesi scalpitano.. erede  di un antichissimo clan, i Campbell è deciso a partire e festeggiare la notte più magica dell’anno nell’antico castello. Il perché sta al lettore scoprirlo. Posso solo anticiparvi che nulla è come appare, il maniero, Langbairn è  enorme, austero e..da ristrutturare!

Duncan ha un piano ed un ostacolo: Alastair, suo padre. Uomo rispettoso delle tradizioni e fiero delle sue origini.

Duncan è come un forziere contenente un tesoro inestimabile e ben custodito.

Perché diamine non volevano capire? La sua proposta era l’unica soluzione possibile! Era la strada giusta da percorrere.

Il ritorno a Mull non è  semplicissimo per il business man e l’incontro  con la giovane e bella Catriona lo scombussola oltre ogni misura. Lei è bella, solare, pasticciona ed irresistibile..una rossa tutta pepe!

Aveva la pelle soffice, così chiara da risplendere quasi alla luce del fuoco. C’era qualcosa di ipnotico in quei suoi lineamenti morbidi, nell’alone rosso dorato che diffondeva la sua chioma. Appariva eterea e innocente, eppure peccaminosa al tempo stesso.  

Solo la sua “fatina” con pazienza e perseveranza riuscirà a svelarlo e riportarlo ad iniziale splendore.
reading christmas
Una trama degna delle migliori pellicole del genere, romance a 360°, che rapisce ed incanta.
Ideale per perdersi e ritrovarsi tra sorrisi e pensieri nel periodo natalizio condendo il tutto con un po’ di magia scozzese. Paese che mi ha sempre attirato e metà ambita per un prossimo viaggio.

La bellezza selvaggia di Mull era innegabile. In un certo senso, quel posto gli assomigliava: il clima era sferzante come sapeva esserlo il suo sarcasmo, il paesaggio aspro e imprevedibile quanto il suo umore.

Sarà colpa di Candy Candy? Ricordate che la bionda orfanella incontra e di innamora del bel e tenebroso  Terence durante i mesi passati a Londra e in Scozia? Ed ancora prima, all’inizio della storia  Candice “Candy” White teme di essere diventata ormai troppo grande per essere adottata. Il giorno in cui anche la sua migliore amica Annie se ne va con i nuovi genitori acquisiti, Candy incontra un giovane abbigliato con l’abito tradizionale scozzese che si esercita con la cornamusa sulla collina nei pressi dell’orfanotrofio, e che le dà un consiglio che l’accompagnerà per tutto il resto della vita: sorridere sempre, anche quando tutto sembra andare male. Da quel giorno, il ‘Principe della Collina’ è sempre nei suoi pensieri, ma non lo rincontrerà mai più(fonte). La Scozia, paese delle fate, è un luogo magico dove passato e presente sono tutt’ ora presenti e vivi. Le due autrici in questo racconto natalizio, danno prova di studio e conoscenza della tradizione gaelica, con le  descrizioni delle attività che si svolgono al maniero durante la festa della Vigilia di Natale e soprattutto aver ambientato la storia in un’isola delle Ebridi. Esteso gruppo di isole situate al largo della costa occidentale scozzese. Abitate fin dal Mesolitico, hanno avuto influenze culturali sia celtiche che norrene. Dal punto di vista geologico sono costituite dalle rocce più antiche delle Isole Britanniche.

 

Il suono della cornamusa, il kilt con i colori del  clan,  sono  omaggi ad una terra lontana e  misteriosa.  La sensazione di assoluta impotenza e stupore davanti alla maestosità selvaggia delle Highlands non possa essere paragonata a nulla che si possa incontrare durante il cammino della propria vita. Le montagne svettano selvagge ed incontaminate, verdi di un tonalità unica al mondo, diversa da quello dell’Irlanda, e lo sfondo del cielo, a tratti azzurro come non mai e a tratti cupo e tempestoso, ammalia a tal punto da togliere il respiro. È tutto talmente bello da sembrare irreale(fonte)

Natale al castello è un romanzo  piacevole e scorrevole che durante e dopo la lettura lascia uno strascico di curiosità condita di malinconia. Per la fine di un avventura che come le montagne russa regala emozioni contrastanti arricchita di valori universali che sono fondamentali nella vita. Amore, fiducia ed ottimismo prendono forma attraverso Alastair e Duncan, generazioni a confronto. .

Nessuno sa cosa ci riservi il futuro: spesso non siamo noi a essere padroni del nostro destino e siamo costretti ad accettare eventi che mai avremmo voluto. C’è una cosa che però possiamo scegliere, e sono le persone che vogliamo avere accanto, nei tempi felici come in quelli bui.

 

Le autrici

Pamela e Michela hanno pubblicato singolarmente due saghe sui pirati (La maledizione di Blackbeard e La donna pirata) e insieme hanno scritto i chick lit della serie Amori al peperoncino, pubblicati nella collana Youfeel di Rizzoli (Napoli New York, amore al peperoncino e Sposami a Sugar Land); l’erotico Il mio lato proibito per Delos Digital e i romance storici Il Riscatto del PirataLa Conquista dell’indiano e La Vendetta del Bandito. Da poco è uscito il loro romantic suspense Vittoriano Miss Demonio. Nonostante vivano una alle Canarie e una sul Lago Maggiore, Pamela e Michela restano unite da una pazza amicizia e dal potere dei sogni.

 

 

 

Rating: 5.00/5. From 1 vote.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top