SEMrush

Recensione, Non mi Ricordo più di te di Silvia J.

Buongiorno readers, oggi Sofia vi parlerà di Non mi Ricordo più di tedell’autrice Silvia J., primo volume della serie “The Misunderstanding Series”. Un libro scovato per caso grazie all’infinita offerta di Kindle Unlimited e che la ha incuriosita dalla copertina e sinossi.

Un romance doc: divertente, sentimentale e irriverente…

Iniziamo…

 

Autore: Silvia J.
Serie: The Misunderstanding Series Vol.1
Genere: Romance contemporaneo
Disponibile in ebook a € 0,99
E in formato cartaceo a € 11,90
Pagina FacebookSilvia J. Author
Le foto provengono dalla pagina Facebook dell’autrice. 

TRAMA:
Complice una serata sopra le righe e qualche cocktail di troppo, Joy, trentuno anni, make up artist, fa fatica a mettere assieme i pezzi della sua nottata brava…
Eppure qualcosa di importante era successo, qualcuno quella notte era entrato nella sua vita…
Il caso si divertirà a complicare ulteriormente le cose e, come se non fosse già abbastanza, ci penseranno un’amica tutta matta, una perfida manager e soprattutto un “imprevisto”, a rimescolare in tavola le carte di un gioco che sembrava concluso ancor prima di cominciare.

 

 

Un racconto  romantico esilarante, brillante .. che mi ha tenuta incollata allo schermo del mio Ebook Reader. Permettendomi di svagarmi durante una nottata insonne e perdermi tra set televisivi, barche e party esclusivi. Eh si, perchè Joy, la protagonista è una truccatrice della tv e proprio sul set incontra un donnaiolo bello, ricco e single..che sembra voglia proprio lei, David!

 

Questo dopo una nottata brava in compagnia della sua migliore Pam, ed una serie di Piña Colada che le hanno quasi resettato la memoria. Il suo unico ricordo?Un flirt da farfalle nello stomaco con un paio di spalle large ed avvolgenti…per il resto..nulla, come la storia infinita..

Chi sarà il giovane sconosciuto, soprannominato Manzo? E cosa sarà successo realmente?

L’unica che può unire un minimo i puntini di questo astratto quadro è Pam, che anche nelle situazioni più assurde riusciva ad essere comica..una vera amica per la protagonista che si troverà suo malgrado implicata in un triangolo..

Perchè, come diceva una famosa canzone, Il triangolo, no.. Non lo avevo considerato.. D’accordo, ci proverò.. La geometria, non è un reato..

Così Joy, Manzo e David si troveranno in rapporti paralleli ma divisi che rischiano di mandare in tilt amicizie e cuori. Con la supervisione di Pam che cercherà di rimettere ordine anche nella sua vita sentimentale..

Una compagnia ideale per emozionarsi e sognare l’happy end sentimentale e lavorativo. Eh si perchè nei nodi del cuore, si intersecano anche quelli del lavoro che Joy adora. Ha realizzato il suo sogno diventando truccatrice per la tv e sarà propria la sua responsabile, Marlene, dopo averla assunta a remarle contro.. e tra mille peripezie e momenti di stallo, la nostra eroina tirerà fuori le unghie per non cadere ma aggrappasi a ciò che la vita le offre..

 

 

.. avevo  la strana sensazione che quello sarebbe stato solamente uno dei suoi tentativi di liberarsi della sottoscritta..

 

 

 

Joy è una forza della natura, ha molte insicurezze che riesce suo malgrado a trasformare all’occorrenza. E sopratutto riesce a riflettere se l’amica fidata le dà un suggerimento, è sempre pronta a mettersi in gioco ed assumere nuovi punti di vista se necessario. Come con Manzo- Drake, un uomo sexy, complicato ed istintivo. Con lui scoprirà lati del suo carattere che ignorava, riuscirà a lasciarsi andare scoprendo realmente la sua natura ed al contempo sentendosi sicura e protetta. Per la prima volta nella sua vita sente le farfalle nello stomaco e seppur difficile da riconoscere l’amore, quello con la A maiuscola, quando bussa alla porta del cuore lo fa forte..tra  alti e bassi, conversazioni al vetriolo ed arrivederci, i due si attireranno e respingeranno come due calamite.. David sarà una presenza costante tra loro..sino ad un finale inaspettato e scoppiettante!

 

 

 

non ero mai stata così arrabbiata in vita mia! Gli lanciai la borsa contro e urlai. 
«Ah no? E allora perché ce l’hai con me? E ti avverto Drake, non ti azzardare a dire a qualcuno di me e David altrimenti io…» 
Venne verso di me. Non mi toccò, ma d’istinto arretrai fino a toccare il muro. Si fermò solo quando mi ritrovai quasi schiacciata tra lui e la parete. Non avevo molta possibilità di movimento, tra me e Drake c’era poco spazio, e come se non bastasse aveva poggiato saldamente le sue mani sul muro impedendomi  di muovermi da entrambi i lati. Eravamo molto vicini, troppo, ci stavamo fissando e non riuscivo a smettere di guardarlo. Santo cielo, era stupendo! Sentii una sensazione di calore crescere nella mia pancia. Drake si avvicinò di più a me, lo vidi spostare il suo sguardo sulle mie labbra, i suoi occhi si addolcirono improvvisamente. 

Una commedia degli equivoci dalle luci troposferiche e colorate che tra incomprensioni, segreti e baci rubati rapirà il lettore, grazie allo stile ironico e scorrevole dell’autrice. Un esordio con lo scoppio per la giovane scrittrice capace di rendere vividi i personaggi, creare una trama degna delle migliori soap opera senza cadere in cliché.

Non mi Ricordo più di te di Silvia J. è un romance puro, senza filtri che regala sorrisi e sospiri in cui le scene di sesso sono sensuali ed erotiche senza volgarità. Una lettura leggera e frizzante adatta al relax da ombrellone magari in compagnia di una bibita fresca ed il rumore del mare. Oppure il sole della montagna con un leggero venticello ed i pini come compagnia.

 

Nota biografica
Silvia J. nasce a Pescara. Fin da piccola ha manifestato interesse per diverse forme d’arte, tanto da conseguire una laurea in Design e Discipline della Moda. La sua professione di stilista, unita a un innato animo “nomade”, la portano a trasferirsi in Cina, dove incontra il suo grande amore. Attualmente, si divide tra l’Italia e Shanghai, luogo in cui, un po’ per gioco, un po’ per via della sua spiccata creatività inizia la stesura del suo romanzo d’esordio, “Non mi Ricordo Più di Te”. Non è avvezza a parlare molto di sé e della sua vita privata, anche se, per sua stessa ammissione, sappiamo che quest’ultima non ha nulla da invidiare alla trama di un libro…

 

Rating: 5.00/5. From 1 vote.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Torna in alto