SEMrush

Recensione "Protectors: il Richiamo" di Sarah Grace M.

81KqCf42cCL._SL1500_

TITOLO: Protectors: Il Richiamo

DATA USCITA: 30/12/2018

PUBBLICAZIONE: Self publishing

PREZZO EBOOK: 3,99

GENERE: Urban Fantasy

SINOSSI

Li chiamano Protettori, discendenti diretti degli angeli, cui unico compito è quello di proteggere gli Innocenti. Gli umani ignorano quanta oscurità avvolga il loro mondo, non sono a conoscenza dei demoni e delle creature che lo terrorizzano, così come Hannah non sa di essere parte fondamentale del Collegio, residenza dei Protettori.
I suoi poteri non avrebbero mai dovuto rivelarsi in realtà, ma un risveglio tardivo costringe la madre a chiedere aiuto al Sommo Consiglio e a confessare la verità alla figlia. Gli Antichi Protettori sono però restii ad accettare la ragazza, per troppo tempo Hannah ha vissuto lontano da loro e ignara delle sue capacità, del suo dono celeste. Sarà a causa di un’imminente minaccia che, con l’aiuto di Cole e Natalie, verrà a conoscenza della sua vera natura, un mondo nuovo, composto da creature fantastiche e inquietanti.
Dorian è spavaldo, pieno e sicuro di sé, un tipo taciturno, perennemente arrabbiato col mondo a causa dell’abbandono che ha subito da bambino. Non ama condividere i propri spazi e i propri affetti; lui doveva essere la sola eccezione, l’unico ad aver acquisito i poteri al compimento dei sedici anni e non sin dalla nascita, come invece accade per ogni Protettore, compresi quelli che considera i suoi fratelli: Nat e Cole.
L’arrivo di Hannah non è dunque fonte di entusiasmo per lui, non all’inizio. Col tempo però, gli è chiaro che quello che lo unisce alla ragazza è un legame speciale, una connessione difficile d’accettare e ancor più complicata da comprendere; e solo insieme potranno vincere il pericolo che incombe sui Protettori. Non è amore ciò che lega le loro anime, è qualcosa di molto più forte e potente.
Riuscirà Cole ad accettarlo? Saprà Hannah scindere i suoi sentimenti, senza dover rinunciare a nessuno dei due ragazzi?
Fra misteri, menzogne e verità mai rivelate, la nuova Protettrice dovrà recuperare il tempo perduto e vissuto come una normale Innocente; dovrà allenarsi e affinare le sue capacità, ricoprire il ruolo per il quale è nata, affinché il bene prevalga sempre sul male.
Recensione di Alycia Berger
Quando mi ritrovo ad aver a che fare con un fantasy, è come se mi trovassi davanti a un bivio. Da una parte ci sono storie che tentano di eguagliare il genere ma peccano di originalità, dall’altra quelle davanti a cui non devo fare altro che inchinarmi e ringraziare che esistano. Protectors – Il richiamo appartiene a una delle due categorie e prima di dirvi quale, vorrei partire dal principio.
Hannah è una giovane ragazza che un giorno scopre da sua madre di non essere una persona qualunque. Con la conoscenza di Natalie, Cole e Dorian viene messa al corrente di un mondo abitato da Protettori, discendenti degli Angeli, che hanno lo scopo di proteggere gli Innocenti grazie a poteri specifici. Ma Hannah sembra essere persino diversa da un Protettore qualunque, serba dentro di sé un potere oscuro che la accomuna a Dorian, diventando così oggetto delle mire di streghe, vampiri e lupi mannari aventi un solo scopo: ucciderla.
Nonostante l’esistenza di creature già presenti in molte trame, Sarah è riuscita a creare un mondo dove la magia e le leggende riescono ad amalgamarsi nel reale, confezionando un urban fantasy ben equilibrato e autentico. La fluidità della scrittura in terza persona permette un grande coinvolgimento da parte del lettore. Io l’ho divorato in due giorni e quando sono stata costretta a interromperlo, non vedevo l’ora di riprenderlo e godere delle avventure di Hannah e dei suoi amici, ricche di colpi di scena e suspence.
Ho amato qualsiasi personaggio, chi fin da subito come Dorian, Nat, Cole perché capaci di accoglierti in modo travolgente all”interno della loro famiglia bizzarra, chi dopo essere stato rivalutato perché non spicca inizialmente di simpatia, come Jenna. Li ho trovati ben caratterizzati, le loro storie, insieme ai passati turbolenti di alcuni, si incastrano perfettamente tra loro rendendo ciascuno dotato di gran potenziale.
Le ambientazioni sono accurate, le battaglie sono ben descritte. Sarah è riuscita a concretizzare la tensione che precede una guerra insieme all’ombra della morte che incombe minacciosa; a trasmettere la rabbia con cui si combatte, il dolore e la disperazione per una perdita, la suspence per un epilogo che sembra costare molto sangue. Tutto questo in modo magistrale senza mai cadere in dettagli troppo crudi, violenti e superflui. Leggendo avevo sempre la paura che morisse qualcuno a me caro e, accidenti, qualche colpo l’ho preso.
Nella lotta tra il bene e il male c’è anche spazio per l’amore: Hannah si troverà attratta sia dal genuino e dolce Cole, sia dal tenebroso e scorbutico Dorian. Ancora devo decidere chi preferire perché sono entrambi personaggi molto forti, vedremo come evolveranno nel secondo capitolo. L’amore, inoltre, coinvolgerà anche molti altri personaggi, con segreti che verranno a galla e che andranno a incidere sui personaggi principali.
Avrete quindi capito a quale categoria di fantasy appartiene questo libro. Non mi resta che complimentarmi con Sarah e consigliare questo capitolo, partito col piede giusto. Sono sicura che riserverà tante sorprese che faranno battere i cuori di noi lettori.
Alycia Berger
Voto: 5 stelle

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top