Libera_mente

"Un gatto passa e si scrolla Shakespeare dalla schiena", Charles Bukowski

SEMrush

Recensione "Tatuaggio" di Cristina Rotoloni

41zEcSmZrqL._AC_SL1500_

TITOLO: Tatuaggio

DATA USCITA: 3/2/2019

PUBBLICAZIONE: Cristina Rotoloni

PREZZO EBOOK: 2,99

GENERE: thriller romance

SINOSSI

Alex, mosso dal desiderio di dare giustizia alla vittima di un “errore giudiziario”, sfrutta l’inconsapevole Maliba per creare una trappola con cui desidera incastrare il vero serial-killer. In un rapporto costretto tra quattro mura, l’uomo scoprirà che non sarà facile trattenere una persona contro la sua volontà e, nei dieci giorni di tempo che si è concesso per portare a termine il suo piano, sarà costretto ad affrontare se stesso, lei e il “Carnefice”. Maliba è una giovane e bella ragazza che si trascina dietro un passato difficile e impossibile da cancellare. Trova un po’ di pace rifugiandosi in una casa nascosta nel bosco. Lì, lontana da occhi indiscreti e all’insaputa di tutti, ricomincia a vivere. La tranquillità apparentemente ritrovata sarà però drasticamente interrotta da un uomo che, con il volto celato da un passamontagna, s’introdurrà nell’abitazione.
«Mi chiamo Maliba, Maliba Scarniti, sono stata rapita cinque giorni fa. Non voglio morire! Vi prego, aiutatemi, ho paura, mi sto innamorando di lui!»
Recensione di Alycia Berger
Quando ho visto la copertina, ho temuto che dietro a questo romanzo si nascondesse una trama avente per protagonista una ragazza affetta dalla sindrome di Stoccolma, dando così il via a una serie di scene di sesso senza fine. Per fortuna non è stato così.
Maliba ha un trauma dovuto a uno stupro subìto quando era poco più che una bambina, e ogni tanto sente l’esigenza di rintanarsi dentro una casetta in mezzo ai boschi, di cui è proprietario lo zio. Ma quel luogo di pace e serenità si trasforma in una prigione nel momento in cui un uomo incappucciato, Alex, decide di segregarla e tenerla in ostaggio. Molti credono che lui sia il serial killer che riduce a pezzi i corpi delle ragazze per poi rispedirli alle loro famiglie dopo dieci giorni. I demoni del passato tornano quindi a manifestarsi in Maliba, che le sembra di ritornare a quel giorno di tanti anni prima quando era stata rinchiusa e stuprata. Alex, che lei chiamerà Tatuaggio, ha uno scopo ben preciso: tenerla con sé per dieci giorni. Questi saranno un’occasione perché i due possano conoscersi meglio, avvicinarsi e al contempo allontanarsi.
Ho trovato i personaggi di Maliba e Alex ben caratterizzati, si comportano coerentemente ai mostri che affrontano e tentano di sconfiggere senza cadere nel surreale. In alcuni romanzi, infatti, noto che, per parlare di amore e passione, certe tematiche come una violenza subìta passano in secondo piano per lasciar spazio a comportamenti che si discostano dalla realtà. In Tatuaggio, invece, Maliba fa fatica ad avvicinarsi a un uomo, a essere toccata, sfiorata, e quindi il rapporto tra i due ha come scopo quello di instaurare fiducia reciproca, dall’inizio alla fine. Persino quando sono sul punto di lasciarsi andare ai sentimenti che covando l’una per l’altro. Non ho potuto fare a meno di apprezzare ciò, perché è impensabile che una ragazza con dei traumi così profondi possa cedere alla passione in soli dieci giorni.
Alex è un uomo paziente che comprende e rispetta i bisogni della ragazza, quindi questo non ha fatto altro che aumentare la simpatia verso entrambi. Ci sarà anche un personaggio a quattro zampe, che si rivelerà molto importante all’interno della vicenda.
Ritengo questo romance thriller ben strutturato, scritto in modo fluido e corretto attraverso l’uso della terza persona, e dotato di una giusta suspense che va ad acuirsi in un finale dinamico e adrenalinico. I colpi di scena sono dietro l’angolo e quando sembra di aver raggiunto una sorta di equilibrio, ecco che accade qualcosa che rimescola tutto, ti fa sperare che gli eventi non siano così come appaiono, almeno fino a quando tutto non si fa più chiaro durante il decimo giorno.
Ho amato il finale, assolutamente adatto a due protagonisti come loro. Complimenti all’autrice!
Alycia Berger
Voto: 4,5 stelle

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top