SEMrush

Recensione "Un sogno, un amore, un equivoco" di Federica Cabras

51LdkPHTE7L._AC_SL1500_

TITOLO: Un sogno, un amore, un equivoco

DATA USCITA: 28/1/2019

PUBBLICAZIONE: Pubme

PREZZO EBOOK: 1,99

GENERE: Contemporary romance

 

SINOSSI

Una buffa ragazza. Il sogno di diventare scrittrice. Il profumo dello zucchero a velo. Quando un equivoco si trasforma in amore. Virginia è una sognatrice. Cammina a un metro da terra eppure inciampa in continuazione. Ha un cuore così grande che alla fine, inevitabilmente, finisce per mettersi nei guai. Perché le bugie hanno le gambe corte, Virginia… lo sai. Dopo essere stata rifiutata a un colloquio di lavoro, quello per cui ha investito tutta se stessa, torna a casa come quel cucciolo abbandonato che trova per strada e lì, nell’appartamento, condiviso con Giada, Susanna e Stefano, il mondo le crolla definitivamente addosso. Complice una serata tra amiche, incontra Giorgio, del quale, il giorno dopo, ricorda ben poco. Ma è proprio lui a trovarle un lavoro in un bar un po’ particolare ed è lì, che Virginia conosce la signora Lai, un’anziana con un terribile peso sul cuore. Grazie ad alcune lettere custodite dalla donna, Virginia scopre una storia d’amore incredibile oltre a un’altra lettera che potrebbe ridare la felicità a qualcuno… Qualcuno che non è poi così distante da lei.

Recensione di Alycia Berger
Virginia è una ragazza che sogna di diventare giornalista, ma un giorno il colloquio di lavoro presso una redazione non va come dovrebbe e si trova di nuovo disoccupata e col rischio di abbandonare l’appartamento che condivide con le sue amiche, Giada e Susanna, per ritornare nella sua città natale, dai genitori. Ma per lei non se ne parla, ai suoi preferisce raccontare di essere stata assunta piuttosto di tornarsene sconfitta. Ciò però non cambia la sua condizione, almeno fino a quando non incontrerà Giorgio. Quest’ultimo le concederà l’opportunità di lavorare in una pasticceria, che potrebbe essere la strada per diventare ciò che lei ha sempre desiderato fare: scrivere.
Ho divorato nel giro di qualche ora questa storia, semplice e molto divertente. Virginia ricorda molto Bridget Jones: pasticciona, ironica e sfortunata ma che sotto sotto nasconde grinta da vendere e una grande voglia di mettersi in gioco. La vena ironica viene controbilanciata da una storia emozionante proveniente dal passato, messa nero su bianco su alcune lettere ritrovate da Virginia. Esse non solo faranno scappare qualche lacrima, ma porteranno anche un po’ di felicità a qualcuno.
I personaggi sono ben caratterizzati, anche quelli secondari. Susanna e Giada sono indispensabili nella vita di Virginia, non sono solamente le sue coinquiline ma anche le sue migliori amiche pronte a sostenerla, redarguirla e incoraggiarla nei momenti no. Ho apprezzato l’evoluzione della protagonista, che da ragazza con la stessa tra le nuvole diventa più consapevole di se stessa e del suo futuro non appena s’imbatterà in quelle lettere appartenenti a una vecchia cliente della pasticceria. Giorgio è un uomo più grande di lei di cui ho amato il suo essere un ulteriore punto di riferimento, la sua solarità e simpatia.
La scrittura è scorrevole, lo stile dolce, spensierato e quotidiano, con una verve ironica non indifferente, insomma, racchiude l’essenza del romanzo.
Consiglio questa lettura per passare qualche ora di relax, di sane risate condite da un pizzico di emozione per un finale tutto da scoprire.
Alycia Berger
Voto: 4 stelle
 

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Torna in alto