SEMrush

Recensione, Vorrei che non fosse amore di Priscilla Plate

Buongiorno readers, come state? Come procede questo inizio di estate? Siete già in vacanza o ancora al lavoro? In cerca di nuove avventure? Magari una commedia dalle tinte rosa e flash degni dei maggiori tabloid? allora continua a leggere, perchè oggi parlerò di un romance che è da un po’ che mi attirava dallo store, con la sua copertina rosa ed il titolo emblematico,Vorrei che non fosse amore di Priscilla Plate. Romance di  275 pagine, edito in Self-publishing, disponibile negli store dal 2 luglio 2020. Era da un pò che compariva nei suggerimenti del mio kindle ma tra impegni lavorativi e letture programmate del blog non ho mai avuto da dedicargli, Anche se la copertina mi attirava come una falena verso la luce. Quindi in un anomalo pomeriggio piovoso estivo in cui avevo un pò di tempo per me,  lo ho scaricato ed ho staccato la spina. Il libro mi ha fatto evadere tra risate e considerazioni.. che troverete nella recensione ..ed elemento per me importantissimo in questo momento denso di impegni, è che il libro è auto conclusivo. Personalmente sono consapevole della mia mancanza di attenzione e voglia di seguire una nuova saga.  Sto evitando anche le nuove serie tv, figuriamoci con i miei amati ebook. Vorrei che non fosse amore di Priscilla Plate è fresco, scorrevole e leggero. La classica lettura estiva per abbassare(o alzare)la temperatura, senza impegno e pretese. Un compagno di viaggio piacevole e momentaneo.

Iniziamo..

Buona lettura!

 

Sinossi

Chiara Sarpi ha ventinove anni, gestisce un’Associazione educativa per minori in difficoltà e ha una vita in apparenza esemplare, ma non è una ragazza come le altre: lei è la figlia di Clemente Sarpi, Sindaco di Anzio, e della Presidentessa del prestigioso Circolo della Vela. Una sera, desiderosa di ribellarsi alla sua vita da Miss Senso Civico, e a causa di una certa quantità di mojito, si ritrova coinvolta in un gioco più grande di lei: ha bevuto troppo, ha scambiato bigliettini piccanti con dei perfetti estranei e ha baciato un uomo che non ha neppure visto in volto, ma che sostiene di spiarla per conto di suo padre. Come se non bastasse, il misfatto è stato immortalato con delle foto sconvenienti. La situazione peggiora quando Chiara scopre l’identità dell’uomo misterioso, e sa per certo che lui le darà del filo da torcere. I due, decisi a eliminare le foto che li ritraggono insieme, si ritroveranno a collaborare, senza esclusione di colpi, e ben presto la loro antipatia reciproca inizierà a celare un’imprevedibile quanto irresistibile passione.

È possibile comandare al cuore e impedirgli di amare chi in realtà vorremmo odiare? Chiara lo scoprirà grazie alle sue illuminanti lezioni di Yoga, a verità scottanti sulla sua famiglia e a una girandola di fraintendimenti ed equivoci degni di ogni vera commedia romantica.

Iniziato il libro non mi sono distolta se non che per bere. Tre ore di puro divertimento, una lettura a tratti inverosimile ma travolgente. Leggera e frizzante come anticipato nell’apertura dell’articolo, che non ha richiesto particolare impegno ed attenzione. Una leggera evasione che rinfresca l’umore ed alza l’animo. Sopratutto quando si è assorbiti da responsabilità ed impegni ed invece si vorrebbe stare in vacanza. Credo che questo periodo dell’anno, sopratutto dopo il lock down ed i numeri del virus che ci bombardano da radio e tv, sia particolare e delicato. Perciò ritengo che una classica commedia rosa sia un toccasana, una fuga meritata e Vorrei che non fosse amore di Priscilla Plate è la meta perfetta!

La trama è un po’ banale ma lo stile scorrevole, ironico e frizzante rendono unico questo libro.

Un romance puro ambientato nella provincia di Roma, sul litorale. Precisamente ad Anzio,una delle mete turistiche balneari più conosciute e più frequentate del Lazio. Si trova a circa 60 km a sud di Roma e fu la principale città di dei Volsci finché nel corso dei secoli non finì sotto il dominio di Roma. Il suo passato ricco di avvenimenti storici ha accresciuto nel corso del tempo il suo patrimonio storico e culturale. Tuttavia, pur non avendo monumenti di particolare richiamo, la sua fama è essenzialmente legata al turismo balneare.

 

Ammetto che da romana mi è piaciuto leggere dei luoghi della mia infanzia anche se ho trovato esagerata la descrizione delle restrizioni e regole sociali attribuite a Chiara e la sua famiglia, solo perché il padre è sindaco della cittadella. Non stiamo parlando di New York! Ed anche se i Sarti sono una famiglia medio borghese, trovo eccessive le scene da Rodaract.

Ma nonostante ciò, la coppia improbabile della bella e ricca con il poliziotto problematico mi ha coinvolto.

Uno strano incontro in un locale periferico,  in una serata dedicata agli incontri a temamanga giapponesi.

Ataru con Lamù prendono vita tra SMS enigmatici e baci rubati. Una serie di rocambolesche situazioni che classificano Vorrei che non fosse amore di Priscilla Plate come commedia degli equivoci. Ho riso tanto!

 

Ti devo tenere alla larga o finirò nei casini… Le cose non sono cambiate ti volevo prima come ti voglio adesso.”

 

Naturalmente ci sono anche rimandi cinematografici ai classici che fanno battere il cuore, come   Titanic.

I personaggi sono ben costruiti, il Pov unico della protagonista secondo me toglie al lettore la scoperta dell’ altra metà della mela. Tutti i misteri che avvolgono il bel poliziotto, vengono raccontati da Chiara. Perché non dare voce anche a lui?

Inoltre credo che fare iniziare la loro storia ai tempi delle scuole e ribaltare il lettore nel presente possa creare un po’ di confusione e dei buchi temporali. Forse avrei preferito se l’autrice avesse approfondito questi aspetti. Ma naturalmente queste sono riflessioni personali. Il libro è ben scritto, la trama regge ed i personaggi sono verosimili.

Una storia semplice, fresca ed estiva particolarmente adatta per svagarsi in vacanza. La scrittura dell’ autrice è irriverente, attenta. Un romance di livello medio senza grandi pretese, in grado di coinvolgere, emozionare e magari anche sognare.. perché no? In fondo la storia della ragazza ricca ed incompresa con il povero bello e dannato è un classico! Inoltre gli intrighi familiari da palazzo sono insuperabili. L’apparenza prima di tutto, anche a scapito della propria ed unica figlia?..

Lascio a voi la scoperta! Verso un finale scoppiettante.

Buona lettura!

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Torna in alto