SEMrush

Review party,”Il canto della rivolta”serie Hunger games di Suzanne Collins

Buongiorno readers, oggi Noemi vi parlerà del terzo volume di una saga famosissima.. Hunger Games.
Un occasione nata dall’ uscita di”Ballata dell’usignolo e del serpente”, prequel della saga.
Iniziamo…..

 

 

In seguito agli eventi vissuti nel secondo romanzo, La ragazza di fuoco, la guerra tra Capitol City, guidata dal Presidente Snow, e tra i Distretti infuria. Katniss si trova nel Distretto 13, capitanato da Alma Coin, che tutti credevano fosse stato distrutto, assieme agli sfollati del suo vecchio distretto. Il suo compagno Peeta e le vincitrici Johanna ed Enobaria, invece, sono stati fatti prigionieri da Capitol City.

 

 

” Il canto della rivolta” è il terzo ed ultimo libro della saga di Hunger Games( Qui le recensioni del primo e secondo volume).

 

 

Alla fine del secondo libro, Katniss e Peeta sopravvivono all’Arena (anche questa volta), però questa volta non sono gli unici ma anche alcuni ex vincitori riescono a cavarsela come ad esempio Finnick e Johanna, perché tutti vengono salvati dalla rivolta che ormai è iniziata.

Attenzione spoiler


Katniss si risveglia scoprendo che Peeta e Johanna sono stati rapiti da Snow e che udite, udite il distretto 13 sarà anche stato distrutto ma hanno ricostruito tutto nel sottosuolo e viene utilizzato dal gruppo di ribelli per vivere e gestire la ribellione.
Anche nel distretto la vita è totalmente impegnativa ed organizzata, in pratica un altro reggime, tanto che i ragazzini a 15 anni vengono considerati soldati e possono combattere.
Il 13 esimo distretto è capitanato da Alma Coin che gestite praticamente tutto.
Il primo obiettivo per abbattere Snow è quello di recuperare Peeta e Johanna, riusciranno in quest’impresa?
Riuscirà la ribellione a farcela e a liberarsi di Snow una volta per tutte?
Suzanne Collins ha creato un ultimo libro della saga che riesce a dare suspance, commozione e colpi di scena a non finire, quando si è convinti di qualcosa arriva lei e stravolge tutto. Ovviamente consiglio a chi ha letto i primi due di leggere l’ultimo perchè la battaglia è descritta veramente bene ed in ogni dettaglio senza tralasciare nemmeno le piccole cose.

Mi è dispiaciuto dire addio ai  personaggi preferiti e vedere cosa gli succede, insomma finire una saga non è mai una cosa felice, l’attesa dell’ultimo libro ma poi lo leggi e resti cosi, che vorresti altro.
Così succede anche qui, una saga fantastica scritta benissimo che è riuscita ad entrare nel cuore di milioni di persone.
Il mio voto per l’intera saga, adesso che siamo arrivati alla fine è 5 su 5 perchè sa essere una saga cruenta, non sdolcinata ma che sa descrivere l’amore, l’amicizia, l’alleanza oltre che un contesto pienamente distopico.

 

Noemi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto