SEMrush

Review party, ❤️La fragilità della felicità di Sveva Macchiarella

 

Buon pomeriggio readers e ben tornati nel blog . Oggi vi parleremo dell’ultima uscita della casa editrice Over the Rainbow – PubMe. Per noi una certezza ormai. La fragilità della felicità di Sveva Macchiarella mi ha attirato sin dal titolo. E come non pensare a Giacomo Leopardi? Che oltre ad essere un artista unico e’ stato prima di tutto un uomo e studioso della felicità. Della sua peculiarità.  Si avete letto bene. G:leopardi oltre le credenze sociali e letterarie era un alchimista della vita, si soffermava a pensare all’unicità della felicità.  Concetto ripreso da Aldo, Giovanni e Giacomo in un famoso sketch, “Chiedimi se sono felice”. La felicità è fragile e momentanea, sembra suggerire Alessia, protagonista del libro di S. Macchiarella… Ma prima di iniziare, come sempre, ringrazio la casa editrice per la copia digitale del romanzo e per il materiale dell’evento. Troverete anche delle piccole chicche e curiosità…
Buona lettura<3

 

 

 

Durante la stesura di un libro, si scrive, si cancella, si sposta, si revisiona… Ma cos’altro succede?  Ecco alcune curiosità sulla nascita di “La Fragilità della Felicità” della collana Over the Rainbow, di Sveva Macchiarella!

  1. Il libro si ispira a fatti realmente accaduti.
  2. Alessia rappresenta la parte più negativa dell’autrice, che attraverso questo romanzo ha cercato di esorcizzare.
  3. Alessia e Selene sono come lo Ying e lo Yang. Così come c’è ancora del buono in Alessia, c’è dell’oscurità in Selene. 
  4. Il libro è stato scritto di getto in circa tre mesi, come se la storia di Alessia supplicasse per essere raccontata.
  5. Il personaggio di Selene è ispirato a tutte le caratteristiche che per l’autrice dovrebbe avere l’amore della sua vita.

❤️ Titolo: La fragilità della felicità

❤️Autore: Sveva Macchiarella

❤️Genere: Formazione F/F

👉Data di uscita: 20 maggio 2021

❤️Editore: Over the Rainbow – PubMe

❤️Pagine: 320

❤️Prezzo: eBook 2,99€ – cartaceo 15,90€

💌Trama

Alessia vuole morire. Vittima di bullismo a scuola e incompresa a casa, trascorre passivamente le giornate insieme ai mostri che le affollano la testa: l’ansia e la depressione. Il suo unico conforto sono i tagli che si auto infligge. Al culmine della disperazione, decide di compiere un ultimo viaggio per salutare le due città che le hanno rubato il cuore, Venezia e Dublino, e poi farla finita. Ma la vita ha in serbo per lei qualcosa di inaspettato, e l’incontro con Selene, in un’antica libreria della nebbiosa città veneta, potrebbe stravolgere i suoi piani. Tra ponti, calli strette e piazze affollate, si dipana una struggente storia d’amore in bilico tra la vita e la morte. Un viaggio tra fantasmi del passato ed emozioni travolgenti alla ricerca spasmodica di una fragile felicità.

 

 

La fragilità della felicità di Sveva Macchiarella è un libro attuale, forte e ediretto. Alessia, la protagonista ha sofferto e continua a farlo. Si sente sola, incompresa e messa sempre al centro delle violenze. Viene bullizzata, derisa ed allontantanata.  Questo le crea preoccupazione, ansia ed isolamento. E tutto viene reso più pesante a causa del suo orientamento sessuale, lei è gay. Ama le donne. Con le loro contraddizioni, fragilità ed insicurezze. Come la storia salita da poco all’attenzione della cronaca di Malika Chalhy. Una   ragazza toscana di 22 anni che da più di tre  mesi è stata rinnegata dalla sua stessa famiglia e buttata in mezzo ad una strada perchè omosessuale.  La vicenda della giovane ha suscitato un fortissimo clamore, sopratutto a livello  mediatico. Come del resto l’  episodio di violenza verso due ragazzi gay nella metropolitana di Roma. Sono stati menati perchè si baciavano in pubblico. Tutti questi episodi di violenze e soprusi rimandano ad unico elemento:  il dibattito aperto sulla discussa approvazione del disegno di legge Zan, contro l’omotransfobia. Temi di cui si parla quotidianamente, ma cosa vuol dire viverli sulla propria pelle? Alessia è l’emblema di un movimento sociale di emarginati che non hanno voce. Lei la trova tagliandosi, infliggendo al corpo il dolore e la confusione che prova nella mente. L’autrice descrive con attenzione i processi cognitivi della protagonista, regalando grande spazio all’aspetto psicologico.

…Erano stati milioni di taglietti fatti con la carta, quelli che fanno un male pazzesco, bruciano e ci mettono secoli a richiudersi…

Dopo l’ennesima violenza, questa volta sui social, la ragazza è diventata lo zimbello del piccolo paese. E la sua famiglia non è di aiuto.Quindi Alessia decide d’Intraprendere un viaggio. L’ultimo. Tornerà a Venezia, città magica e romantica, per proseguire verso Dublino. Verso la pace eterna. Ma il destino come sempre ci metterà lo zampino e sarà proprio nella città delle lagune che la giovane incontrerà la luna. Selene è una ragazza solare, spigliata  ed albina. Che le regalerà speranza e pace. La libreria sarò il loro posto magico e la nuova amica le proporrà una strana scommessa che potrebbe cambiare il corso degli eventi..perchè Alessia è una romantica ma una guerriera. Oltre che una di noi…

Leggere, per lei, era come vivere un’altra vita, si immedesimava così tanto nei personaggi che spesso dimenticava quale fosse il suo mondo e come si chiamasse. Le piaceva evadere la realtà in questo modo, immergersi nelle parole, gioire e piangere insieme ai protagonisti. L’unico problema era che, prima o poi, sarebbe dovuta tornare al mondo reale, e ciò ogni volta si manifestava come un trauma profondissimo.

Il viaggio delle due ragazze sarà denso di emozioni e piccole cose che regaleranno gioia ai cuori ed alle menti. Avvicinandole nelle loro diversità. E solo all fine Alessia prenderà la sua decisione finale..mischiando passato, menti e cuori.

..E se invece di uccidermi, uccidessi ciò che non mi piace di me, le cose cambierebbero?..

Naturalmente, come sempre non vi anticipo altro readers. La fragilità della felicità di Sveva Macchiarella affronta temi importanti ed a tratti pesanti con gusto e semplicità, ponendo spunti e domande universali, senza forzature. Il testo è scorrevole, i personaggi magnifici nelle loro personalità complesse. Arricchito da un ritratto poliedrico e spietato della società odierna. Psicologia, antropologia e sociologia si intrecciano creando un romanzo complesso ed unico.  Dovrete gustarvi personalmente questo romance f/f , vi ho già anticipato troppo readers. Il libro è una piccola perla dove complicità, empatia ed amore prendono forma donando speranza. Verso un futuro diverso, condito di comprensione e inclusione. Perché ricordiamo che anche G. Leopardi(citato all’inizio dell’articolo)era considerato un outsider, ma in altra epoca. Rimane solo da chiedersi chi sono veramente i diversi? E sopratutto esistono?

 

 

 

 

LEGGERE O NON LEGGERE, QUESTO È IL DILEMMA – 5 MOTIVI PER LEGGERE “LA FRAGILITÀ DELLA FELICITÀ”

 

 

 

 

Alessia vive con le cuffiette nelle orecchie, i suoi cantanti preferiti la accompagnano per ogni canale e calle di Venezia, e ogni canzone sembra rispecchiare il suo stato d’animo. Se volete affrontare il viaggio di Alessia proprio come se foste insieme a lei, inforcate le cuffiette e seguite la playlist che Sveva Macchiarella e  Over the Rainbow hanno scelto appositamente per noi.

 

 

 

❤️Biografia:

Sveva Macchiarella (1998, Trento) fin da bambina ha sempre nutrito una grande passione per la letteratura, il teatro e la scrittura. Attualmente studia Lettere Moderne all’Università di Cagliari e si diletta nella scrittura di racconti, romanzi e poesie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image