SEMrush

Review party, La ragazza nel giardino degli ulivi di Dinah Jefferies

#copiarchfornitadallagratuitamentedallacasaeditrice

#grazienewtoncompton

Buongiorno readers, oggi partecipiamo al review party della nuova uscita della Newton Compton, il giardino degli ulivi, di Dinah Jefferies. Autrice del bestseller internazionale Il profumo delle foglie di tè, tradotta in 25 lingue.

Dopo il romanzo La separazione, pubblicato da Penguin in Inghilterra e in Italia da Newton Compton, e dopo grande successo de Il profumo delle foglie di tè, che ha raggiunto il primo posto dei libri più venduti in Inghilterra, e che in Italia è stato il libro digitale più venduto nell’anno di uscita, di Dinah Jefferies Newton Compton ha pubblicato anche Il silenzio della pioggia d’estate, La figlia del mercante di seta, il segreto del mercante di zaffiri e La sorella perduta, tutti entrati nelle classifiche dei libri più venduti.

 

A parlarcene sarà Alycia…si..la nostra collaboratrice ed autrice è tornata!

 

 

Vediamo Il giardino degli ulivi, di Dinah Jefferies nel dettaglio..dalla sinossi alla recensione di Alycia.

 

“I tempi sono tre: presente del passato, presente del presente, presente del futuro. Questi tre tempi sono nella mia anima e non li vedo altrove. Il presente del passato, che è la storia; il presente del presente, che è la visione; il presente del futuro, che è l’attesa.”

SANT’AGOSTINO

Collana 3.0
Traduzione: Tessa Bernardi
Pagine: 384
Prezzo: € 9.90
E-book: € 5.99

Dopo il romanzo La separazione, pubblicato da Penguin in Inghilterra e in Italia da Newton Compton, e dopo grande successo de Il profumo delle foglie di tè, che ha raggiunto il primo posto dei libri più venduti in Inghilterra, e che in Italia è stato il libro digitale più venduto nell’anno di uscita, di Dinah Jefferies Newton Compton ha pubblicato anche Il silenzio della pioggia d’estate, La figlia del mercante di seta, il segreto del mercante di zaffiri e La sorella perduta, tutti entrati nelle classifiche dei libri più venduti.

Hanno scritto dei suoi romanzi:

«Dinah Jefferies racconta epoche e Paesi lontani attraverso appassionate eroine. Una narrativa tutta al femminile

La Lettura

« Un bestseller internazionale.»

Robinson

 

Sinossi

Toscana, 1944. Nella splendida tenuta della contessa Sofia de’ Corsi la pace tra gli ulivi è bruscamente interrotta dall’arrivo dei soldati nazisti. L’antico palazzo medievale nel cuore della lussureggiante campagna toscana non è più un rifugio sicuro; come non lo sono le case del borgo, i cui abitanti diventano oggetto delle vessazioni dei tedeschi. Sofia tenta disperatamente di offrire protezione a quante più persone possibile, senza però rivelarlo a suo marito Lorenzo, preoccupato per le ritorsioni che l’altruismo della moglie potrebbe scatenare. Quando Maxine, una giovane reporter italoamericana, arriva in Italia con l’intenzione di raccontare le imprese degli Alleati, i destini delle due donne si intrecciano: Sofia e Maxine si ritrovano intrappolate in un gioco pericoloso che le costringerà a ricorrere a qualunque espediente pur di salvare quelli che amano…

 

L’autrice

DINAH JEFFERIES È nata a Malacca, in Malesia, e si è trasferita in Inghilterra all’età di otto anni. Ha insegnato teatro e inglese, e ha iniziato a scrivere nei cinque anni che ha trascorso in un piccolo villaggio sulle montagne andaluse. La Newton Compton ha pubblicato il suo romanzo di
esordio La separazione, il bestseller Il profumo delle foglie di tè, che è stato l’ebook più venduto nel 2016, e La figlia del mercante di seta, entrato nella classifica della narrativa straniera subito dopo l’uscita. Dopo il successo di Il silenzio della pioggia d’estate, Il segreto del mercante di zaffiri e La sorella perduta, torna in Italia con La ragazza nel giardino degli ulivi.

 

 

 

Buongiorno a tutti voi, readers. In questa giornata soleggiata voglio presentarvi un romanzo che si colloca nella narrativa storica, La ragazza nel giardino degli ulivi, di Dinah Jefferies. Edito da Newton Compton. Casa editrice che ringraziamo per la copia arch e disponibilità e professionalità.
Il periodo di riferimento, da come avrete già letto nella trama, è la seconda guerra mondiale, quindi ciò che dobbiamo aspettarci da questo romanzo sono una serie di immagini drammatiche scritte in un linguaggio altrettanto crudo, per mettere in luce gli orrori dell’occupazione tedesca in Italia. E la Jefferies lo fa, a mio dire, egregiamente.
Il regime del terrore si proietta nella mente di chi legge attraverso gli occhi di Sofia de’ Corsi e Maxime Caprioni. La scelta di raccontare la storia secondo il punto di vista alternato delle due donne, in focalizzazione interna, ha fatto sì che venisse delineato al meglio il loro carattere, così diverso e allo stesso tempo così simile.
Sofia de’ Corsi è una contessa toscana, legata al conte Lorenzo de’ Corsi, divenuto una spia degli Alleati.
Con i tedeschi nel suo borgo, deve mantenere salda la sua compostezza e dimostrarsi affabile nei confronti dei nazisti; in particolare verso il comandante Kaufmann, il classico soldato rispecchiante la razza ariana nonché fautore delle azioni più crudeli. Nonostante tutto, l’ingiustizia e la volontà di aiutare il prossimo la porteranno ad agire con più impulsività e a spingersi in situazioni pericolose, all’insaputa dello stesso marito.
Maxime Caprioni approda in Italia per fare da tramite con gli Alleati. Il suo è un carattere impulsivo, ribelle, alla continua ricerca dell’avventura pericolosa per dimostrare a se stessa, e agli altri, di essere una donna coraggiosa e indipendente. Ma l’incontro con Marco farà leva su un lato di sé che tiene volutamente nascosto: quello di una donna che ha bisogno di essere amata.
Non ci saranno solo Maxime e Sofia ma anche altre presenze femminili. Trovo, infatti, che questo sia una storia di donne che, messe a dura prova dalle umiliazioni tedesche, dai bombardamenti e dalla mancanza di cibo, riescono a tirare fuori il coraggio per ribellarsi ed essere determinanti nell’esito della guerra, spinte dall’amore per coloro che vogliono proteggere.
Lettura scorrevole con vicende che aderiscono perfettamente al contesto storico, consiglio questo romanzo agli appassionati del genere che vogliono conoscere o provare a vivere uno dei periodi più terribili che il mondo ha vissuto. Leggere storie simili non è mai abbastanza per immaginare, anche solo lontanamente, quanta sofferenza devono aver patito donne, uomini e bambini, tra perdite, macerie e fame. Né bisogna dimenticare il modo con cui l’uomo ha distrutto il prossimo per sete di potere e dominio.
Personalmente ho apprezzato questo libro che mi ha provocato sensazioni e pensieri totalizzanti. Una lettura consigliatissima per ricordare e sperare..

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Torna in alto