SEMrush

Review party, “Rockstar, amore e segreti” di Simona Vilas

Buongiorno readers, oggi vi parleremo dell’ultima uscita in casa Dri, Rockstar, amore e segreti di di Simona Vilas. Un Romance frizzante e divertente.

Titolo: Rockstar, amore e segreti
Autore: Simona Vilas
Editore: Dri Editore
Genere: Chick-lit
Collana: Brand New
Pagine: 194
Data di uscita: 16 marzo 2021
Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 14,99 € circa

 

Sinossi

Cosa possono avere in comune
Una rockstar piena di vizi e
Una pazza dog sitter?

George ha qualcosa da nascondere.
Mara un segreto da svelare.
Tra varie peripezie, mille lavori e vicine di casa impiccione, riuscirà l’amore a trionfare come nelle canzoni più romantiche?

Rockstar, amore e segreti” di  Simona Vilas è il nuovo romance edito dalla Dei Editore. Lo ho letto in anteprima la nostra Faby che vi assicura che merita, è divertente, ironico e romantico. Tutti elementi perfetti per una storia moderna ed accattivante.

Ringraziamo la casa editrice per la copia omaggio e la pazienza, disponibilità e professionalità.

Come avrete intuito dalla sinossi readers, “Rockstar, amore e segreti” di Simona Vilas è un viaggio solo andata verso il mondo della musica con le luci della ribalta intriso di piccoli misteri e grandi sentimenti. Un libro leggero ed emozionante ideale per questo nuovo periodo di restrizioni ed isolamento. Almeno abbiamo più tempo per leggere, dedicarci alle nostre passioni.

 

Mara è una giovane ragazza dalle mille risorse e lavori. Si barcamena tra l’assistenza ad un anziana, ruolo di dog Sitter e bargirl/ cameriera. Oltre che modella per campagne fotografiche di scarpe. I suoi piedi sono perfetti e fotogenici! Per lei il tempo non basta mai, purtroppo la sua vita è stata sconvolta da un lutto improvviso e cerca di rimanere a galla. Di adattarsi alla tra pensieri e difficoltà. È forte, caparbia ed ironica. Si piega ma non molla, neanche verso l’amore. Tra pasticci e gaffe alla Bridget Jones, sopravvive al quotidiano.

George è una rockstar che cambia donna con la stessa frequenza dei calzini, è apatico e stufo. Vorrebbe cambiare tutto ma non sa’ da dove iniziare.

Mi ha ricordato il protagonista di Cruel Intentions – Prima regola non innamorarsi. Le trame sono diverse ma i personaggi principali maschili  sembrano in apparenza simili. Uomini sulla scia di “Le relazioni pericolose”(un film del 1988, diretto da Stephen Frears, tratto dal romanzo Le relazioni pericolose di Choderlos de Laclos e dall’adattamento teatrale del romanzo ad opera di Christopher Hampton, sceneggiatore del film). Tutte e tre le opere mettono in risalto  il cinismo, i giochi di potere e di seduzione che si nascondano dietro la bella facciata del successo. I tre uomini citati sono seduttori avvezzi al peccato e alla lussuria. Sesso, potere e giochi.  Uomini aitanti e libertini che nascondono le proprie  fragilità per conquistare   le  loro prede.

George e Mara hanno vite diverse, che si incroceranno per caso dando vita ad un romanzo unico!

Lui si fingerà chi non è, per paura di gossip e paparazzi. Lo scoop è sempre dietro l’angolo e lui ne è terrorizzato. I media hanno sempre s-parlato, creando un personaggio che gli ha fatto comodo inizialmente ma alla lunga ha quasi ucciso il vero uomo che risiede in lui. Come nel ritardo di Dorian Gray in cui un modo di vivere disinibito e dissoluto al punto può portare allo sfacelo morale. La vita così vissuta, in maniera vuota, disprezzante e superficiale ha un pegno da pagare. George all’inizio della sua sfavillante carriera era colto, arrogante, estremamente intelligente e divertente, pieno di sarcasmo e cinico, poi ha iniziato a vivere una vita fatta di nulla,e non facendo altro che andare in giro a divertirsi e a godere delle occasioni che la vita gli presentava, occasioni vacue, fatte di apparenza e insoddisfazione. George come Dorian. Una maschera per ogni occasione, ma qualcosa cambierà. Mara gli entrerà dentro e lui dovrà fare i conti con se stesso, il passato ed il presente. Verso un futuro ancora da disegnare.

La ragazza da parte sua scoprirà attraverso il rapporto con George parti di se stessa che ignorava, metterà da parte la razionalità e seguirà l’ instinto oltre i silenzi, le omissioni ed i dispiaceri. Verso un finale da fuochi d’artificio e sorrisi. Una favola moderna dove personaggi principali e secondari si sposano perfettamente con la trama che scivola veloce.

Sto elaborando una sacrosanta verità: per me ci vorrebbe un convento. Un convento di frati di clausura. Solo così potrei liberarmi dell’altra mia piaga, non meno grave dell’alcol e della notorietà asfissiante: le donne.
E pensare che neanche mi piacciono le rosse. 
Tutte quelle carotine che popolano l’Inghilterra non mi sono mai interessate. Sono per metà italiano: per questo prediligo le more. 
Ma anche le bionde, a pensarci bene.
E da oggi anche le rosse. 
Sono un caso disperato. 

Mara è l’antitesi di tutte le creature che hanno riempito il mio letto a Londra.
Segni particolari: nessuna traccia di trucco sotto il cappello da aviatore della prima guerra mondiale, linguaggio da camionista, nessuna vanità, niente telefoni o selfie, fa presepi e mi presenta preti e ottantenni.
Sulla carta quindi l’ideale per azzerare ogni pulsione a connotazione sessuale in un uomo. Avrei dovuto essere al sicuro. 
E invece no, motivo per cui mi sono convinto che il problema è serio. Sono infatti esattamente dieci ore e trenta minuti che ripenso al bacio in cui sono scivolato alle tre di ieri notte.

Solo per pochi istanti la mia lingua danza con la sua, innescando in me un piacere intenso che mi fa venire le gambe molli, come un ragazzino al primo bacio.
La sua bocca morbida e carnosa ha ancora il sapore del vino. Finisco per ubriacarmi ancora, bevendo a questo nuovo inebriante calice, molto più potente del precedente.
Devo usarmi violenza per sottrarmi dal suo sapore, dalla morbidezza del labbro inferiore che ho catturato, bramoso di giocarci.

Simona Vilas è autrice, lettrice, lavoratrice, moglie, mamma… in ordine di priorità inverso!
Da sempre ama lasciarsi cullare dalle pagine dei libri romantici, che legge e scrive come impagabile fonte di relax.
Una medicina che consiglia vivamente a tutti, soprattutto se accompagnata da una considerevole dose di ironia.

Rating: 5.00/5. From 1 vote.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top