SEMrush

Review party, "Sapessi Luca"

Buongiorno reader,

è con piacere che oggi ospitiamo il review party , “Sapessi Luca”, di Giacomo Assennato.

Ringraziamo l’organizzazione del review e gli autori per la lettura e la partecipazione.

Data di pubblicazione: 21 marzo 2019

Link

Sinossi:

Matteo ha solo 13 anni e mezzo quando scopre per la prima volta l’amore. È una sensazione forte, che lo stordisce e lo schiaccia. Ha sempre avuto chiaro tutto di quella cosa che porta dentro: sapeva che sarebbe successo e non se ne stupisce affatto. Aspettava soltanto di capire chi sarebbe stato. Ed è per Luca, suo compagno di scuola, che Matteo proverà questa sensazione, che è così maestosa da lasciarlo senza fiato. Non glielo confesserà, perché sa che l’altro non saprebbe che farsene, e anche perché la vita li divide drasticamente.

Sono passati quindici anni e Matteo è un grafico pubblicitario, si è trasferito a Milano ed è circondato da tre amici fantastici: Leo, Karl e Davide. La sua è una vita bella, anche se non riesce a realizzarla completamente, bloccato com’è dalla storia che non ha mai avuto ma che sente essere l’unica che realmente l’aveva toccato nell’anima. Il resto non ci somiglia neanche un po’. Luca, e tutto quello che avrebbe voluto dirgli, sono i fantasmi che porta con sé.
L’intrecciarsi della sua storia con quella dei tre amici lo accompagnerà in situazioni divertenti ma anche malinconiche che gli apriranno la strada alla vita.


Premessa, ho adorato questo libro.

Lo ho divorato e quando ho girato l’ultima pagina ho contatto in privato organizzatrice rp per ringraziarla.

 

Sapessi Luca, è la storia di un amore improvviso, violento e silenzioso.

Forse perché come scriveva Lord Byron, ” l’amicizia è amore senza le sue ali“.

Il romanzo mi ha incuriosito dal titolo e dopo aver letto la sinossi ne ero già stregata.

La lettura è stata coinvolgente, a volte struggente e troppo breve.

Ho divorato la storia di Matteo e Luca. Due ragazzi che sono complici, confidenti e fratelli di vita. Condividono pensieri ed insicurezze adolescenziali, tra risate e giochi.

Un rapporto intenso che per Matteo assume colori diversi e diventa quasi una dipendenza….

“Non so come chiamarlo:somiglia alla commozione ma è una cosa diversa, qualcosa che ha vedere con il tempo….”

Gli anni sono passati ed i due si sino persi di vista, Matteo ormai è un uomo che ricorda con nostalgia il suo primo amore incompreso, silenzioso, struggente. Ogni nuovo incontro viene paragonato inconsciamente ad un rapporto idealizzato.

Passato e presente sono intrecciati e si alternano come in una dolce danza sentimentale.

…”Ma adesso ho voglia di voltare pagina. Come dire? Mi consigliavano di parlare con uno psicologo e, sì, avevano ragione: sono andato avanti anni portandomi un macigno legato al collo… come potevo pensare di poter stare in equilibrio? E allora non c’è proprio nessun bisogno di sottopormi a sedute di analisi; l’ho capito da solo. Basta davvero; voglio uscirne, voglio liberarmi...”

Una svolta improvvisa data da una consapevolezza suggerita dagli amici odierni e sinceri. Karl, Davide, Matteo e Leo sono diversi ed accomunati dal loro affetto incondizionata e reale. Attenti, premurosi e spietati tra loro all’occorrenza.

Un quartetto unico. Che ho adorato.

Insieme possono fare la differenza anche davanti ad episodi inaspettati e notizie sconcertati. Perchè come Luca nell’adolescenza, loro sono la nuova famiglia di Matteo. Quella che si è scelta, non imposta dal DNA e suggerita dalla vita. Affetti sinceri, puri, che conquisteranno anche i genitori del protagonista, creando una nuova realtà e sinergia positiva.

Una storia forte e delicata che rapisce il lettore tra risate, riflessioni e consapevolezza.

A volte l`omosessualità è un tabù, considerata come in passato alla stregua di una malattia. I romanzi M/M non sono ancora diffusissimi o apprezzati dai più, nonostante le novità legislative, manifestazioni, gay pride. Il”diverso”fa’ paura, come a me la fà la normalità.

L’autore descrive magistralmente stati d’animo, pensieri, paure e sentimenti che sbocciano come fiori in primavera o si sciolgono come neve al sole, naturalmente.

Lo stile attento e fluido caratterizza una narrazione semplice e forte, in grado di svelare le grandi verità con naturalezza.

Un libro consigliatissimo, ricco di sentimenti e spunti di riflessione.

Perchè nulla è come appare, a volte.

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top