SEMrush

Recensione, ” Soul on fire”

Titolo: Soul on fire
Autori: Mary Cannata – Damiano Darko
Prezzo ebook: 0,99 € Link D’ACQUISTO 

Sinossi:

Una tempesta viaggia veloce attraverso il Far West, portando con sé nuvole cariche di rivalsa.
Thunder è il fulmine che sta per abbattersi sulla piccola città di Paradise Town, pronto a scatenare l’inferno dove il suo ebbe inizio anni fa.
Ma sul cammino fatto di piombo e sangue, il destino metterà un fiore di rara bellezza di nome Annie, e con lei un vento di passione a squarciare il grigio cielo che oscura il suo cuore.
La sua anima in fiamme arderà d’amore o di vendetta?

” Dopo che le fiamme si saranno spente, mi rialzerò dalle ceneri, scrollando dalla pelle ogni ricordo, avanzerò nell‘indifferenza, e nella solitudine ritroverò la mia strada”

Ringrazio gli autori per averci contatto ed aver permesso di conoscere il loro lavoro. Ammetto che senza la loro segnalazione, difficilmente mi sarei avvicinata al genere western. Il libro è ambientato nel Far West. Ed è completo e  minuzioso nelle ambientazioni e descrizioni. I personaggi sono perfetti. Ed i loro stili, seppur diversi, si sposano alla perfezione.

Un viaggio nel tempo all’insegna dei sentimenti. Il protagonista, Thunder è deciso e risoluto. Qualcuno ha ucciso la sua famiglia e dovrò pagare.

Occhio per occhio.

Tra la polvere ed i dubbi caccia l’uccisore dei genitori e della sorella. La voglia di vendetta scorre nelle vene ma non lo porta a  sragionare. L’istinto viene sopito dalla ragione.

In molti frangenti mi ha ricordato il gladiatore. Forte, fiero, intelligente. Nulla è lasciato al caso, anche in un epoca violenta e che segue i cicli e leggi naturali. Con poche regole chiare.

……”dovevo esorcizzare il diavolo,diventando io stesso il Diavolo e banchettando sul cadavere dei miei nemici”……

Il protagonista compie il viaggio insieme a Don Domus, fedele amico e compagno,  percorrono il West alla ricerca del colpevole e della verità. Fermandosi nelle cittadine a riposare.

 Paradise Town sarà il loro rifugio. Già il nome era preludio di cambiamenti. Importanti ed inaspettati.

….Passeggiando per le polverose strade di Paradise….attorno vedevo solo sguardi addosso, perché per quella piccola comunità io ero lo straniero da tenere a distanza,una possibile minaccia…..

Covo di Cowboy, preti, banditi, bar e naturalmente, l’immancabile  bordello. Perdizione ed espiazione. Tra una bevuta ed uan prostituta. Alternando alle sparatorie.


Ma in mezzo all’immaginazione ed i luoghi comuni, si annidano i sentimenti e personaggi di spessore, ben descritti psicologicamente. In grado di coinvolgere il lettore e trasportarlo tra le polverose strade di campagna ed i letti disfatti di pagliericcio. Perchè niente e nessuno è come solo appare.

I due viaggiatori incontreranno gentilezza,accoglienza e l’amore.

Thunder troverà  Annie.

Un colpo di fulmine  dritto al cuore.

Cowboy e prostituta, un cliché reso unico dalle parole degli autori che descrivono magistralmente pensieri, emozioni e paure.

Un rapporto unico, carnale e mentale narrato in modo alternato da due amanti, in prima persona.

Dando via  a stili e toni diversi.

 

…………Bastava stargli vicino, sfiorarlo appena, perché il mio freddo cuore, gelato dagli eventi del passato e da un insignificante presente, si scaldasse. Avevo paura di spegnere la ragione ed abbandonarmi all’istinto. Avevo paura di soffrire cedendo al sentimento più bello e crudele che l’essere umano avesse mai provato: l’amore…………..

Un lotta personale per il cowboy e condivisa verso la società per i due amanti. Contro i preconcetti e lo sceriffo, proprietario del bordello e rappresentate della legge.

La trama è scorrevole, il romanzo breve e si legge scorrevolmente. Non spoilero il finale ed ammetto che è stata una piacevole lettura, senza intoppi o ripensamenti. Una piacevole lettura estiva.

Il mio voto è

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Torna in alto