SEMrush

Review party, "te ne vai come il mare"

Sinossi:

Descrizione

Una professoressa di latino, sempre con la testa sulle spalle, sicura delle sue idee e dei suoi progetti
e stufa della sua vita amorosa monotona, si inventa di tutto per portare avanti la sua relazione che
dura da sei anni con Antonio, studente universitario che sembra voler restare un eterno ragazzino.
Un giorno, però, nonostante i suoi sforzi ed i sentimenti incontestati verso il suo fidanzato, viene
investita da un vortice di emozioni che la spiazzano facendole rimettere in gioco tutta la sua vita;
Antonio non è più quello che pensa di conoscere, ma si rivela qualcos’altro e questo la disorienta.
Sola, avendo perso la sua unica certezza, la protagonista stringe amicizia con i nuovi colleghi
appena arrivati a Napoli nella scuola dove insegna, con alcuni condivide esperienze e viaggi con
qualcun altro, invece, si avventura in un turbine di sentimenti che pensava di aver dimenticato da
molti anni.

Te ne vai come va via il mare è una storia di donne, all’interno della quale viene data molta importanza alla libertà di amare qualcuno del medesimo sesso; libertà che viene puntualmente nascosta dietro una maschera, indossata col solo scopo di vivere per inerzia quella quotidianità che ha fin da sempre accompagnato la protagonista del romanzo, una professoressa di latino che si invaghisce della sua nuova collega, Francesca.

La lettura è stata molto veloce in quanto si tratta di una storia breve. È piacevole e la scrittura, più narrativa che descrittiva, è semplice e trasuda quotidianità. Ho avvertito, tuttavia, la mancanza di qualcosa: avrei, ad esempio, preferito leggere più dinamiche all’interno della storia, insieme al punto di vista di Francesca con i suoi sentimenti contrastanti, essendo fidanzata con un uomo londinese. Il messaggio di voler liberarsi dalle convenzioni sociali per poter essere liberi di amare c’è, ma secondo me andava reso ancora meglio con altre immagini più significative, con più sentimento, più frustrazione nel momento in cui si sta baciando una persona al posto di quella che si ama, insieme alla determinazione di dovercela fare nonostante tutto. Questo ovviamente non vuol dire allungare il brodo, ma inserire qualche pagina in più per renderlo più completo.

Consiglio comunque questa lettura per trascorrere un paio d’ore in totale spensieratezza e dolcezza.

Alycia Berger

Voto: 3.5

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top