#MoltoAmorePerNulla

DATA DI PUBBLICAZIONE 24/2/2020

Viola Brunello ne ha abbastanza degli uomini. Soprattutto di quelli che pensano di poter sfruttare la sua brillante intelligenza per i propri scopi. Avvocato d’affari e con uno studio avviato da poco, Viola non vuole perdere tempo a inseguire sogni romantici che in fondo al cuore ritiene del tutto irrealizzabili. Preferisce concentrarsi sulle sfide lavorative e sulla sua famosa “lista”, quella che ha compilato in una serata dall’elevato tasso alcolico. Sebbene l’idea sia nata per caso, ben presto Viola si lascia entusiasmare dall’idea di eliminare tutti i punti della sua “bucket list”: è così che decide di buttarsi in avventure che non pensava potessero proprio fare per lei… Una cosa è certa: le sfide filerebbero più lisce se Lorenzo Vailati, uno dei partner di una società che le ha da poco affidato un incarico, non avesse scoperto a sua volta il contenuto della lista e non ne fosse rimasto intrigato. Perché Viola ne ha abbastanza degli uomini. Di tutti, ma soprattutto di quelli come Lorenzo.


Lei è poco appariscente e non sopporta gli uomini belli.
Lui è molto bello ed è abituato a donne appariscenti.
E allora… quelle scintille nell’aria?
Vincitrice del Premio Bancarella

«La nuova eroina della chick-lit.»
Vanity Fair

“Molto amore per nulla” è il nuovo romanzo, in uscita oggi di Anna Premoli.
I protagonisti assoluti di questo romanzo sono Viola e Lorenzo, due persone totalmente opposte che la tipica frase “io con quello? Mai” , ci sta a pennello.

Viola è un avvocato che dedica anima e corpo al suo lavoro, si reputa una ragazza bruttina ma con un carattere d’acciaio, forse anche troppo.

 

Una persona che non si rende conto di essere un essere umano, non una macchina e sopratutto non è consapevole della sua superficialità.

Violaè un personaggio poliedrico, probabilmente uno dei più complessi che la Premoli abbia mai scritto.

 Viola crede molto nei suoi principi, è una femmista convinta ed è convinta anche che la bellezza renda una persona superficiale, ed è proprio questo atteggiamento che la porta a scontrarsi con Lorenzo.

Lorenzo è un bell’uomo che sa di esserlo e gioca molto su questo, si potrebbe definire il classico Casanova.

dedito al suo lavoro, sotto questo suo aspetto da Casanova orgoglioso nasconde un lato tenero e divertente che nemmeno una come Viola  si aspetta.

Tra Viola e Lorenzo sono scintille dal principio e non cosi positive, anzi.

Non si sopportano e per lavoro sono costretti ad  una tregua.

Elemento con cui la Premoli gioca per far sì che li il loro rapporto si evolva, che i pregiudizi (sopratutto di Viola) vengano abbattuti e si svelino.

Fragili ed in grado di avere la piena consapevolezza di se stessi e del lavoro che bisogna fare ogni per migliorare.

Per me è un 5 su cinque, come al solito scrittura scorrevole e risate a non finire, argomenti affrontati con una serenità e non una leggerezza di pensiero.