SEMrush

Review party"un amore perduto"

ACQUISTA

Sinossi: 

Nell’estate del 1919, Ruby sta ancora piangendo la scomparsa di suo marito Bertie, uno dei tanti soldati inglesi morti nella Grande Guerra. I suoceri, affranti, le chiedono un ultimo favore: recarsi sui campi di battaglia in Belgio per scoprire dove riposa l’adorato figlio. Alice, una ragazza americana, è convinta che suo fratello Sam sia vivo. Lo sente. Ma poiché si è arruolato sotto falso nome, non ha più alcuna notizia di lui da quando è partito. Per questo abbandona la sua vita e il suo promesso sposo a Washington e salpa per l’Europa, decisa a trovare Sam. Martha ha rischiato tutto per arrivare in Belgio. È tedesca e sa che in quel Paese non troverà né comprensione né aiuto. Ma suo figlio si trova da qualche parte sul suolo belga e lei deve ritrovarlo per mantenere fede a una promessa fatta al marito. L’incontro di queste tre donne segnerà per sempre i loro destini, perché ciò che le unisce potrebbe essere molto più importante di qualsiasi differenza.
Il coraggio di tre donne alla ricerca della verità sugli uomini che amano

“In love of war” è il titolo originale del romanzo di Liz Trenov.
Un libro forte ed intenso dove disperazione e speranza si uniscono indissolubilmente inchiodando il lettore. Storie di vite spezzate per ideologia e consapevolezza, famiglie divise, coppie sbriciolate. La guerra ed il periodo seguente dove povertà e sgomento trascinano le persone verso risposte  impossibili. La ricerca della verità è una caccia verso il tempo e la lontananza crea fantasmi ed ombre nel cuore.
Così nascono i viaggi verso i campi di battaglia, per trovare una qualche direzione per l’incertezza dei dispersi ed i corpi non tornati.
Né vivi, né cambiati, né salme.
Ruby, Alice e Marta non si conoscono ma lo faranno. Diverse per patria, educazione e ruolo. Il  loro file rouge è l’affetto verso i  cari, che le unirà nel viaggio, oltre che la consapevolezza della distruzione post bellica. Nulla è come appare, tutto è in divenire, sopratutto il presente ed il futuro. Ma come andare avanti senza avere certezza di quel che fu. Sono state fatte delle promesse, sono mancate persone ed affetti, per cosa?
Dubbi ed incertezze sbocciano come fiori primaverili, portando le donne a soluzioni estreme, verso una risoluzione. Qualunque essa sia. Cercano risposte verso la libertà. Di esprimersi, viaggiare, pensare. Risvolti della stessa medaglia.
Tre donne, storie  e cuori che battono, nonostante tutto.
Amicizia che profuma di speranza in un paese che è stato devastato, ognuna ricerca un ricordo e vorrebbe attualizzarlo. Trovare e vivere l’oggetto del proprio amore:compagno, fratello, figlio.  Guerra e speranza.
“Sarete tutti consapevoli del fatto che questo non è un viaggio di piacere e che voi non siete turisti. Alcuni dei luoghi che visiteremo e le visite potranno essere dolorosi…”, disse il Maggiore Wilson.
L’autrice del”Mercante di seta” firma un nuovo capolavoro dove passato e presente si fondono perfettamente creando una ricetta perfetta ed orientata al futuro. I personaggi sono ben decritti, vividi psicologicamente e fisicamente. Come vecchi amici che accompagnano il lettore nella traversata verso le fiandre, terra sconosciuta. Figure diverse eppur unite dal senso di perdita e ricerca. Come fenici che rinascono dalle proprie ceneri. Moglie, sorella e madre, ruoli tutti al femminile. Figure forti e determinate che non si piangono addosso ma affrontano il fato come amazzoni aggrappate alla speranza e la consapevolezza. 
Un romanzo che profuma di amore e tutte le sue sfaccettare, un sentimento tale che può far girare il mondo con la sua forza. Tutta dedicata a Venere.

s valentino.jpeg

Per il review party dell’ amore”Amore perduto”, il nostro blog ripercorrerà` le origini di San Valentino. Una storia che ha le sue radici nell’antica Roma ed i festeggiamenti della fertilità. Il quindici febbraio per le strade dell’impero si svolgevano i lupercalia, antichi riti pagani dedicati al dio della fertilità Luperco. Giovani devoti nudi o con uno striminzito gonnellino,   giravano per piazze e vicoli frustando matrone e giovani in dolce attesa. Le donne si offrivano spontaneamente, convinte di fare il volere del Dio. Un idea lontana dalla morale cristiana. Papa Gelasio I interruppe questa tradizione istituendo la giornata dedicata al protettore degli innamorati: San Valentino. La data scelta fu il 14 febbraio ed era il 496 d.C.


Nella tradizione cristiana, esistono molti santi che si chiamarono Valentino, tutti martiri. I più famosi venivano da Terni, il primo si crede che proteggesse gli innamorati e  guidasse la coppia verso il matrimonio. Guaritore di anime e malattie(in particolare l`epilessia). Il secondo sarebbe stato decapitato perché aveva unito in matrimonio una coppia mista(cristiana e pagano). Leggende romantiche che accrescono l`aurea di mistero della festa più dolce dell’anno. Andando avanti nei secoli, si sono aggiunte altre tesi a suggellare l`unione tra l`Amore romantico e San Valentino. Ad esempio, nel 1400, proprio il 14 febbraio – anniversario del martirio di Valentino – a Parigi, fu fondato “l’Alto tribunale dell’ amore”, istituzione ispirata ai principi dell’amor cortese, con lo scopo di decidere su controversie legate appunto ai contratti d’amore, ai tradimenti e alla violenza contro le donne. I giudici venivano selezionati sulla base della loro familiarità con la poesia d’amore. La consacrazione di San Valentino come santo patrono dell’amore è da attribuire a Geoffrey Chaucer, autore dei Racconti di Canterbury . Lo scrittore alla fine del ‘300 scrisse – in onore delle nozze tra Riccardo II e Anna di Boemia – The Parliament of Fowls, (Il Parlamento degli Uccelli) un poema in 700 versi che associa Cupido a San Valentino, che divenne  il tramite ultraterreno della dimensione dell’Amore cortese.

Come viene celebrato attualmente San Valentino nel mondo? Paese che vai, usanze che trovi:
USA e Canada, in questi paesi gli innamorati adorano inviare biglietti anonimi a corredare doni golosi e romantici. Oltre che le classiche“valentine”, biglietti augurali a tema da indirizzare a chi si ama(amici e familiari) .
– In Galles, la tradizione vuole che si regalino cucchiai di legno intagliati.

In Spagna si regalano cuori di rose rosse ed in Olanda cuori di liquirizia. In Ungheria, invece, il giorno di San Valentino i ragazzi e le ragazze vanno nei boschi a raccogliere bucaneve, a consacrazione del risveglio della natura e dei sentimenti. Nelle Filippine è tra le festività più amate dai giovani che non badano a spese tra cioccolatini, fiori ecc. Invece in Giappone, tradizione vuole che le donne regalino al proprio uomo cioccolatini che verranno ricambiati il 14 marzo nel White Day.

E voi come festeggerete?

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top