SEMrush

Review tour, Amore sotto pseudonimo di Amanda Lizard. 

Buongiorno readers, oggi il blog vi parlerà dell’ultima uscita in casa Dri, un romance appassionante e da non perdere, Amore sotto pseudonimo di Amanda Lizard.

Faby lo ha letto in anteprima per noi e ne è entusiasta! Andamo a vedere insieme cosa ne pensa..

Ringraziamo la casa editrice per l’organizzazione del Review Tour e la copia ebook omaggio..

Iniziamo…

Titolo: Amore sotto pseudonimo
Autore: Amanda Lizard
Editore: Dri Editore
Genere: Contemporaneo
Collana: Books & Love
Pagine: 247
Data di uscita: 2 marzo 2021
Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 15,99 € circa

Sinossi:

Un editore determinato.
Un autrice esordiente.
Un segreto tra le righe.
Zelda ama scrivere.
Ma il suo talento deve restare nascosto.
Jack non ricerca l’amore.
Per lui il lavoro viene prima di ogni cosa.
Una vacanza in Messico però sconvolgerà le sue priorità.
Doveva essere solo sesso, e invece qualcosa sfugge al loro controllo.
Tra bugie, ostacoli e omissioni, riusciranno a scrivere il loro lieto fine?

 

 

Il titolo del romance di cui sto per parlarvi, mi ha subito attirato, breve ed incisivo, Amore sotto pseudonimo.

Un libro può esserlo, ho pensato. Ma un sentimento? Incuriosita ho iniziato la lettura e non la ho interrotta sino alla fine. Un libro divertente ed intenso che mi ha fatto compagnia in un pomeriggio di fine inverno. Mi sono improvvisamente trovata catapultata sulle calde spiagge messicane, Playa del Carmen. Zelda è in vacanza con la sua migliore amica Angela, sono giovani, single ed in cerca di avventure. Amore sotto pseudonimo si apre in modo divertente e sexy tra palme ed olio di cocco. Jack e Zelda sono come due calamite che si attraggono ed anche Angela e Martin non sono da meno. La protagonista ha studiato il suo “amico” sia fisicamente che mentalmente..

.. non è un giovincello ma le sottili rughe d’espressione non fanno che renderlo più affascinante. dietro al suo sguardo c’è una storia da raccontare. Non è vuoto di contenuti e pieno solo di sè. E questo mi piace, sapere che c’è tanto da scoprire.. 

Zelda ma studiare il prossimo, provare ad andare oltre l’apparenza come con le copertine dei libri. Arrivare all’essenza pur mantenendo i dettagli e le particolarità. Il lettore viene catapultato nella sua vita e breve vacanza, conoscendo gli altri personaggi e ricostruendo pian pian gli accadimenti. La storia si snoda facilmente tra le pagine che corrono veloci grazie allo stile brioso e fluido dell’autrice. Zelda incarna la donna comune che non ricerca l’amore e nè tantomeno il bello e dannato. Lei è riflessiva ed a volte pasticciona al contrario di Angela che è socievolissima e pronta a buttarsi a capofitto nelle situazioni. Due donne moderne, forti e legate da una bellissima amicizia che durante una meravigliosa vacanza in un luogo da favola, si trovano a viverla realmente.

All’improvviso penso che sarebbero due soggetti perfetti per uno dei miei romanzi…

 

Fantasia e realtà si intrecciano con la voglia di lasciarsi andare, Jack e Zelda sono più simili di quanto credano.

Il Pov alternato permette di conoscerli meglio e già dal secondo capitolo è facile intuire che gli uragani dell’improvvisato quartetto sono angela e Martin, sono loro che coinvolgono e spingono oltre le apparenze gli altri due. Che sono più timidi, riflessivi e frenati. Pur avendo solo una settimana a disposizione.

 

.. E’ una donna bellissima, attraente ma quello che mi affascina di più è il suo imbarazzo. In genere ho a che fare con esponenti del gentil esso talmente sicure di sè da sentirmi io quello a a disagio. Mi piace dirigere il gioco. Una novità negli ultimi anni. Mi sono stufato di donne aggressive, di cacciatrici senza scrupoli che danno al sesso lo stesso valore di una sciarpa comprata ai grandi magazzini. Non sono un romanticone. Mi piace fare sesso..

 

Sorridevo leggendo queste righe ed il pensiero è andato immediatamente alla famosa canzone di Vecchioni, “Voglio una donna”.

 

Ma, perchè c’è sempre un ma, quella che poteva essere una bellissima storia, ben presto a causa di cause esterne e paure,  si interrompe. E la quotidianità con i suoi schemi e responsabilità crolla su di loro, creando mille dubbi ed insicurezze anche professionali. Zelda è una scrittrice che pubblica in self ed utilizza uno pseudonimo, Lauren Woodwolf. Jack ha una nota casa editrice, la WalkerBooks. Il loro incontro sarà stato voluto realmente solo dal destino?

Naturalmente non anticipo lo svolgimento della trama che è scritta benissimo, personalmente credo che in Amore sotto pseudonimo di Amanda Lizard, il file rouge siano le paure e le incomprensioni che fanno paura e non sempre si ha la voglia o il coraggio di affrontarle. L’autrice descrive benissimo gli stati d’animo, i pensieri  i personaggi sono presenti fisicamente ed emotivamente. Sia i secondari che principali e nell’arco del romance si presenteranno nuove figure, alcune chiave, che sono certa il lettore amerà o detesterà. Un libro per riflettere emozionarsi e sognare.

 

L’Autrice:
Amanda Lizard, pseudonimo di Simona Gervasone, vive a Cuneo ed è originaria di collegno. Scrive per passione, ma è “una squallida impiegata” per necessità. Ama tutto ciò che le permette di creare; conosciuta per le sue pirografie, ha costruito da sé molti mobili che ora sono nella sua casa. Adora il legno in tutte le sue forme. Ama viaggiare, il sole, il mare, gli animali (anche quelli che piacciono poco come i ragni), la natura in generale. Ma soprattutto ama scrivere, raccontare storie, far correre la fantasia. Sono molti i generi in cui si è cimentata e non le dispiace esplorare nuove possibilità.

Pagina autoreSimona Gervasone

I nostri respiri si fondono, accaldati, umidi, sfacciati.
Si ferma, mi fissa senza dire una parola e io sto lì, inchiodata al muro, con le sue dita forti che mi stringono i
polsi, il desiderio che non riesco a tenere a bada e che sento bagnato tra le gambe.

C’è qualcosa in questa donna che non so descrivere a parole, ma che mi provoca emozioni fortissime.
Non so neanche da dove venga, eppure il desiderio che mi monta dentro appena penso a lei, è
l’equivalente di un terremoto.

Ho bisogno di godermi questa relazione, perché quest’uomo mi fa sentire viva come nessun altro.
Prenderò ciò che mi darà, senza pretendere niente di più. Non voglio farmi illusioni, ma solo vivere il
momento con lui.

Rating: 5.00/5. From 1 vote.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CAPTCHA ImageChange Image

Back to top