SEMrush

RP – In un eterno abbraccio

 In un eterno abbraccio
 Mariarosaria Guarino
 Romanzo
 Un cuore per cappello
 6 ottobre 2019
 ebook
 183

Il bellissimo panorama di Napoli, dove i colori dell’infinito si amalgamano, fa da cornice alla nascita di un forte sentimento fra Marina e Luca. Lui guida turistica, lei studentessa all’università. Entrambi giovani e fiduciosi ma perseguitati da incubi ricorrenti inesplicabili.

Un forte legame che va oltre l’attrazione fisica. Una sorte predestinata, dove predominano i sentimenti nobili, i quali, con l’aiuto di singolari e inconsueti messaggeri e guide, trovano il loro naturale cammino.

 

 

 

Studiare in una città diversa.

Nuova casa, abitudini e responsabilità.

Marina divide le sue giornate tra lo studio ed il lavoro.

Avere vent’anni senza famiglia ed amici accanto. Contando solo su se stessi nelle serate buie, infinite. Combattere i propri demoni ed incubi.

Luca è un ragazzo sensibile, solare ed intelligente. Anche lui studia.

Luca e Marina di incontrano per caso, ed è per tutti e due un deejavou.

Hanno la sensazione di conoscersi da sempre.

Anime affini?

Vivranno il loro rapporto intensamente, amandosi e divertendosi in una Napoli colorata e romantica.

Un romance dolce ed appassionante che avrà improvvisamente un gusto incalzante e dalle tinte gialle.

Lo stile dell’autrice è fluido, scorrevole e descrittivo. Amore e psiche sono presenti e reali. I protagonisti sono veritieri e la loro storia avvincente.

Un romanzo di evasione per ridere, sognare e sospirare.

Marina, cosa diavolo aspetti? Mi diceva una vocina insistente nel mio cuore intanto che, nella mia testa, le paure crescevano e le immagini dei sogni che facevo si sovrapponevano alla sua figura dandomi un brivido.
«Ciao, dimmi che avete la vostra crostata di crema e amarene», mi supplicò assumendo l’espressione di bambino goloso mentre lanciava occhiate fameliche all’indirizzo della vetrina delle torte. Non potei trattenere oltre un sorriso. 
«Certo che c’è e, se non hai fretta, ti porto anche qualcosa di caldo». 
Lo vidi illuminarsi e la mia paura scomparve, subito rimpiazzata da un tepore nel petto che placò ogni ansia, sostituendola con la felicità di averlo rivisto. Il locale era deserto per cui, quando l’ordinazione fu pronta, mi accomodai accanto a Luca. Mentre divorava il dolce mi spiegò come trascorreva le sue giornate, e io feci lo stesso con lui. Entrambi, per assurdo, non vivevamo altro che giorni pieni di doveri e privi dei piaceri più semplici. Forse era stato questo che aveva contribuito a creare quel feeling inaspettato.

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Torna in alto