Lib(e)ra_Mente

Marina Galatioto con Win the game

Buon venerdi readers, eccoci nuovamente con la nostra rubrica settimanale, 7 blog per un autore. Un blogtour realizzato in collaborazione con altri sei blog, nato da un’idea di Federica di Gli occhi del lupo.

Sette blog per presentare un libro, attraverso parole ed immagini selezionate e create dall’autore. Sette giorni in cui attraverso tematiche e giorni prestabiliti lo scrittore può condividere con i lettori il suo lavoro e passione.

Come sempre la nostra tappa è dedicata al messaggio che l’autore vuole lasciare con il suo romanzo racchiuso in una immagine.

🌈Blog che vi partecipano:

LUNEDÌ – Tutto sul romanzo – IO AMO I LIBRI E LE SERIE TV

MARTEDÌ – Ambientazione – IN COMPAGNIA DI UNA PENNA

MERCOLEDÌ – Cast Dream – TRE GATTE TRA I LIBRI

GIOVEDÌ – Un messaggio da scoprire – ANIMA DI CARTA

VENERDÌ – Un’immagine che racconta – LIBERA_MENTE

SABATO – Intervista all’autore – VENTO DI LIBRI

DOMENICA – Intervista al personaggio – GLI OCCHI DEL LUPO

💟💟💟💟💟💟💟💟💟💟💟💟💟💟💟💟💟💟

Ospitiamo l’autrice, Maura Puccini con il romanzo giallo” Tocca a te”

QUARTA DI COPERTINA

È la sera del 5 febbraio. Costanza Antichi sta uscendo di casa per andare in palestra, ma non sa che non ci arriverà mai. Un killer la attende nel suo giardino.
Trieste è avvolta dal mistero. La notizia dell’omicidio ha scosso la popolazione già tesa per quello di un’altra donna, avvenuto venti giorni prima. Il commissario Brando Moras non riesce a venirne a capo, la mancanza di una vera pista da seguire e una situazione familiare difficile rischiano di fargli perdere il caso.
Leonore Zuliani, sergente dell’FBI in congedo temporaneo, torna a Trieste per ritrovare se stessa dopo aver rischiato la pelle in uno scontro a fuoco a Richmond. Accetterà la proposta della zia Danila, nonché PM della Procura di Trieste, di collaborare alle indagini… e chissà se questo servirà a farle riprendere in mano la propria vita.

Un giallo intricato, studiato nei minimi dettagli, in una cornice di storie interpersonali difficili e attuali. Non è la prima opera dell’autrice, ma è un esordio interessante nel genere giallo che sono certa vi appassionerà.
Giulia Giovannozzi Editor

💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜

7 blog per un autore, blogtour realizzato in collaborazione con altri sei blog, da un’idea di Federica di Gli occhi del lupo. Come sempre la nostra tappa è dedicata al messaggio che l’autore vuole lasciare con il suo romanzo racchiuso in una immagine.

💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜💜

Un’immagine che racconta
UN IMMAGINE CHE RACCONTA
Proponici una o più immagini rappresentative del tuo romanzo spiegandone la scelta.

Il romanzo Win The Game, volume 2 della dilogia – può essere letto anche senza aver letto il primo (personaggi differenti e autoconclusivo)

Le immagini che ho scelto rappresentano un concetto, quello di famiglia. La famiglia non è la CASA, la famiglia è un concetto astratto che poi si può osservare nella realtà, ma non è un qualcosa di materiale. Sono i sentimenti, le relazioni fra i suoi membri.

Nel libro c’è una frase bellissima tratta dal film Lilo & Stitch che è rappresentativa. Oggi mi guardo attorno e mi rendo conto che le famiglie, quelle di una volta, sono più difficili da trovare, quelle in cui c’erano nonni, genitori, figli che vivevano vicini e in armonia. adesso si corre, tempo ce n’è poco. I bambini hanno poco spazio, spesso i genitori si spazientiscono con loro, per il loro essere, appunto bambini “vivi”.

La famiglia prima di tutto dovrebbe essere il cardine della società. Se guardo alla mia, a quelle che vedo attorno a me, mi rendo conto che nessuna famiglia è perfetta, che deve sempre affrontare problemi e difficoltà, ma è l’essere uniti che fa la differenza e oggi a volte la famiglia è vista come un peso (meglio soli che male accompagnati, non si dice così?) invece che una risorsa.

Oggi esistono molte famiglie allargate, create non da vicissitudini simili a quelle di questo romanzo, bensì dai divorzi. Le persone si lasciano, divorziano, si creano nuove famiglie e se riescono a far andare d’accordo tutti, formano una nuova grande famiglia.

In questo romanzo ho parlato di adozioni, di mamme adottive, di mamme naturali, di padri trascinati dagli eventi, di nonni lasciati soli e poi ritrovati, di sorelle, di fratellanza, di gelosie e livori, ma anche e soprattutto di opportunità.
Ogni persona può decidere di dare un senso ad alcuni accadimenti e prenderli come qualcosa di brutto e negativo, oppure come un’opportunità per creare qualcosa di nuovo. Credo che questo sia il punto di forza principale del romanzo. alcuni più di altri riescono a vedere le scoperte che fanno e che sconvolgono loro la vita, come opportunità di cambiare, di crescere, di amare.

 

 

 

 

 

Translate »