Lib(e)ra_Mente

Recensione, “Single in coppia” di Marta Mancinelli

Sinossi

Quanto potrà mai essere difficile tornare a essere single?

Lasciata a pochi mesi dalle nozze dal suo fidanzato senza una motivazione apparentemente soddisfacente, Zoe McNamara si ritrova da sola a tentare di rimettere in ordine i pezzi della sua vita. Ha il lavoro dei suoi sogni, una famiglia presente e amorevole, una casa nuova appena arredata e la compagnia di Willy, il suo gatto, ma continua a non sapere da dove cominciare per recuperare una parvenza di serenità.

Finché nell’appartamento accanto al suo non si trasferisce Seo Jun Bayer, il nuovo vicino. Jun è sboccato, tatuato, iperattivo e dalla risposta sempre pronta, ossia l’esatto opposto di Zoe. Non hanno nulla in comune, se non il fatto che entrambi necessitano di aiuto: lui ha bisogno di una mano per arredare il suo appartamento, lei di una guida per immergersi di nuovo nel mondo dei single. Tra caramelle che sanno di azzurro, animali meccanici, popcorn e una lista di obiettivi da portare a termine, Zoe si renderà presto conto che a volte è necessario lasciar perdere il lieto fine e dare invece una possibilità ai nuovi inizi.

Link

Cosa ne penso

Single in coppia” di Marta Mancinelli è un romanzo chick-lit divertente e fresco. Una lettura frizzanteche affronta il tema del ritorno alla singletudine dopo una relazione che sembrava promettere il famoso – per sempre.-

La protagonista, Zoe McNamara, viene lasciata a pochi mesi dalle nozze dal suo fidanzato senza una spiegazione convincente, e si ritrova a cercare di ricostruire la sua vita da sola. O quasi, dopo un periodo a casa dei genitori la ragazza si trasferisce in un appartamento in compagnia del suo gatto, Willie. E delle amate piante.

Zoe ha un lavoro che ama, una famiglia vicina e un nuovo appartamento appena arredato. Tuttavia, nonostante tutte queste cose positive nella sua vita, si sente persa e non sa da dove cominciare per ritrovare la sua serenità.

In pochi metri quadri la protagonista cerca di ritrovare se stessa e le proprie passioni. E’ un interior design rinomata in crisi con il mondo che cerca di tenere sotto controllo con freddezza e paura.

Tutto cambia quando si trasferisce nell’appartamento accanto il nuovo vicino, Seo Jun Bayer. Bello, carismatico e sportivo.

Jun è un personaggio dal carattere opposto a quello di Zoe, è sboccato, tatuato e iperattivo, ma entrambi si rendono conto di avere bisogno di aiuto. Mentre Jun chiede l’aiuto di Zoe per arredare il suo appartamento, Zoe chiede a Jun una guida per riavvicinarsi al mondo dei single. Il loro rapporto cresce tra le pagine che volano veloci, come il tempo. L’uomo entra in punta di piedi e con pazienza nella vista della protagonista, per conquistare il suo cuore ancora ferito. Vittima di nodi passati ancora non risolti.

Il rapporto tra Zoe e Jun si sviluppa in modo interessante e divertente, con momenti dolci e scanzonati. Con il passare del tempo, Zoe si rende conto che a volte le cose non vanno come previsto, ma che i nuovi inizi possono portare a sorprese e felicità inaspettate.

La scrittura di Marta Mancinelli è scorrevole ed efficace, con descrizioni vivide e dialoghi ben sviluppati. I personaggi sono ben delineati e realistici, con Zoe e Jun che si rivelano complementari e coinvolgenti. La trama è ben strutturata e tiene il lettore attento, con situazioni comiche e momenti emozionanti che si alternano.

“Single in coppia” è un romanzo chick-lit che affronta il tema del ritorno alla singletudine in modo fresco e divertente. È una storia che parla di rinascita, di scoperte e di nuove possibilità, e che invita i lettori a lasciar perdere i preconcetti e a dare una possibilità ai nuovi inizi. Un libro che lascia una sensazione di leggerezza e speranza, e che consiglio a chi ama i romanzi romantici con un pizzico di umorismo.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com